Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Agraria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Antonello Santini » 6.La concentrazione delle soluzioni. Diluizione e mescolamento


La concentrazione delle soluzioni

Le proprietà delle soluzioni dipendono strettamente dalle proporzioni relative fra soluto e solvente: in base al rapporto fra quantità di soluto e di solvente le soluzioni sono più o meno diluite, più o meno concentrate. Pertanto la quantità di soluto contenuta in una data quantità di solvente o di soluzione dicesi concentrazione della soluzione, essa ne indica la composizione e può essere espressa in modi diversi.


La concentrazione delle soluzioni. Diluizione e mescolamento


I CLASSE: Composizione percentuale peso/peso (% p/p)


I CLASSE: Composizione percentuale peso/peso (% p/p)


I CLASSE: Molalità (m)


I CLASSE: Molalità (m)


I CLASSE: Molalità (m)


I CLASSE: Frazione molare (x)


I CLASSE: Frazione molare (x)


II CLASSE: Composizione percentuale peso/volume (% p/V)

Indicato con % p/V nei testi italiani e con % w/V (weight/volume) nei testi in lingua inglese, indica il numero di grammi di soluto per ogni 100 ml di soluzione. Si può calcolare mediante la relazione mostrata nella figura a lato.


II CLASSE: Composizione percentuale peso/volume (% p/V)


II CLASSE: Molarità (M)


II CLASSE: Molarità (M)


II CLASSE: Normalità (N)


II CLASSE: Normalità (N)

Il numero di g eq. è un multiplo del numero di moli (vedere figura a lato).

Dove z è un numero intero che dipende dalla natura chimica del reagente e dalla reazione a cui esso prende parte (come nelle reazioni acido – base e nelle reazioni di ossido – riduzione).


II CLASSE: Normalità (N)


II CLASSE: Normalità (N)


Miscelazione e diluizione delle soluzioni

Quando si miscelano tra loro due o più soluzioni o si diluisce una certa quantità di una soluzione con un solvente, la massa della soluzione finale è uguale alla somma delle masse miscelate. Le masse sono additive mentre, al contrario, non sono additivi i volumi. Si può calcolare il volume finale di una soluzione ottenuta per miscelazione come somma dei volumi utilizzati solo quando ciò sia espressamente indicato ma il risultato è approssimato.

Miscelazione e diluizione delle soluzioni


Esempi ed applicazioni numeriche


I materiali di supporto della lezione

Esempi numerici

Esercizi

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion