Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Massimiliano Campi » 19.Cenni sui ricevitori GPS


Cenni sui ricevitori GPS

I ricevitori GPS sono costituiti da un’antenna, che permette di ricevere i segnali provenienti dai satelliti, e da un’apparecchiatura che comprende un orologio, un sistema per l’acquisizione, la parziale elaborazione e la memorizzazione dei dati ed un sistema generatore di codici di frequenza.

Le informazioni memorizzate in campagna dal ricevitore dovranno poi essere scaricate su un computer per la loro successiva, definitiva elaborazione.

Cenni sui ricevitori GPS II

La principale differenza tra i diversi ricevitori è la capacità di captare l’una o l’altra e/o ambedue le frequenze portanti L1 e L2. Si hanno ricevitori a singola e/o a doppia frequenza.

La determinazione di posizione avviane attraverso la lettura da quattro satelliti. Le varie apparecchiature differiscono per il numero di canali di ricezione disponibili per ciascuna frequenza. Molti rilevatori per i rilevamenti geotopografici sono dotati di almeno 12 canali di ricezione.

I ricevitori si differenziano per capacità di gestione/memorizzazione dei dati ricevuti.

Cenni sui ricevitori GPS III

Abbiamo accennato alle procedure differenziali quale protocollo per un grado di precisione più alto.

Il rilievo topografico tramite GPS suggerisce l’applicazione di almeno due ricevitori e la determinazione della posizione relativa di un ricevitore rispetto all’altro.

Nel corso del rilevamento essi sono collocati su due punti, da cui essi osservano simultaneamente gli stessi satelliti. I due punti costituiscono gli estremi di un vettore o base la cui determinazione costituisce la fase fondamentale di ogni procedura di rilevamento GPS.

Cenni sui ricevitori GPS IV

La distanza tra questi due punti è variabile.

Di norma ricevitori a singola frequenza (solo L1) consentono di determinare basi di lunghezza non superiore a 20 km, mentre ricevitori a doppia frequenza consentono la determinazioni di base di gran lunga maggiori per dimensioni.

Cenni sui ricevitori GPS V

La registrazione dei dati avviene con cadenze temporali scelte dall’operatore e dette “epoche”.

Solitamente il punto determinato dal GPS corrisponde con il centro di fase dell’antenna.

Il posizionamento dell’antenna è fondamentale: l’operatore deve avere cura a determinare l’altezza dell’antenna sul punto di stazione.

Cenni sui ricevitori GPS VI

Nei casi di rilevamento di dettaglio si collegano al ricevitore apparecchiature esterne, tipo registratori di dati, che consentono la memorizzazione di tutte le informazioni connesse con le operazioni di determinazione di posizione propriamente dette.

Cenni sui ricevitori GPS VII

In funzione del tipo di lavoro da eseguire l’antenna potrà essere montata su un treppiede mediante tricuspide analogo a quello di un ordinario strumento topografico oppure essere montata su particolari supporti facilmente trasportabili per consentire il suo rapido posizionamento sui differenti punti da determinare.

Cenni sui ricevitori GPS VIII

Cura particolare deve essere posta nel misurare l’altezza dell’antenna sul punto di stazione.

In alcuni casi l’altezza dell’antenna non è misurata lungo la verticale come l’altezza di un tradizionale strumento topografico ma secondo una direzione inclinata che viene successivamente riportata alla verticale dal programma di elaborazione dei dati.

Cenni sui ricevitori GPS IX

Quando sono molti i punti da rilevare si utilizza una particolare procedura definita “rilevamento cinematico”.

Secondo tale procedura uno dei ricevitori resta fermo su una stazione di riferimento mentre un altro ricevitore si porta successivamente sui vari punti da rilevare.


Cenni sui ricevitori GPS X

Il trasporto del ricevitore mobile può essere fatto in modi diversi. In alcuni casi l’unità mobile può essere montata su un veicolo, di cui è possibile rilevare con continuità gli spostamenti.


Cenni sui ricevitori GPS XI

Il ricevitore a singola frequenza 4600LS della TRIMBLE è costituito da dispositivo di ricezione e batterie in un’unica unità cilindrica di 23 cm di diametro.

Il ricevitore è azionato dalla sola pressione di un tasto che inizia la ricezione dei dati. Una memoria interna registra fino a 34 ore di dati che possono poi essere scaricati in computer per successive elaborazioni.


Cenni sui ricevitori GPS XII

Questo tipo di GPS combina più funzioni innovative:

  • è un ricevitore a 24 canali;
  • frequenza L1 e L2 (doppia frequenza);
  • predisposto per nuova frequenza L2C;
  • peso 1,3 kg;
  • Bluetooth – disp. Wireless;
  • funziona in modalità base e rover;
  • portata di trasmissione della radio 3-5 km;
  • utilizzo correzioni da stazione locale, in alternativa con modulo GSM integrato per comunicare tramite cellullare GSM;
  • 6 MB di memoria interna;
  • caduta senza danni da 2m di palina ed è perfino immergibile fino a 1m di profondità.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion