Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Roberto Maglio » 2.I costi


I costi


La CoA nelle PMI


Specialità dei costi

Sono speciali i costi attribuibili oggettivamente ad un determinato oggetto di calcolo: è possibile misurare la quantità consumata del fattore per il suo prezzo unitario ovvero il fattore è impiegato esclusivamente per quell’oggetto.

Sono comuni i costi non riferibili in modo oggettivo ad uno specifico oggetto.


Costi speciali e comuni

  • Classificazione basata sulla possibilità o meno di misurare oggettivamente la quantità di fattore impiegata per un certo oggetto di costo.
  • I costi speciali sono oggettivamente riferibili al singolo oggetto centro di costo o di prodotto.
  • I costi comuni sono relativi a più oggetti e sono attribuibili al singolo oggetto mediante una ripartizione (soggettiva, in quanto dipendente dalla scelta della tecnica e della base di riparto).

Costi diretti e indiretti

Classificazione basata sulla possibilità e sulla convenienza o meno di misurare oggettivamente la quantità di fattore impiegata per un certo oggetto di costo.

I costi diretti sono costi speciali imputati direttamente al singolo oggetto.

I costi indiretti sono costi comuni, e talvolta speciali, attribuiti al singolo oggetto indirettamente mediante una ripartizione.

Costi indiretti

Sono ripartiti dividendo il costo totale tra i vari oggetti mediante un appropriato criterio di riparto (secondo principio causale):

  • su base unica, in modo proporzionale ad un’unica grandezza nota;
  • su base multipla, suddividendo il costo da ripartire in più classi omogenee, a ciascuna delle quali si riferisce una specifica base di riparto.

Costi indiretti II

Esempi di basi di riparto:

  • h mod (ad es. per i costi di manodopera indiretta);
  • h macchina (ad es. per i costi di manutenzione);
  • m2 occupati (ad es. per i costi di illuminazione);
  • m3 occupati (ad es. per i costi di riscaldamento);
  • n. di spedizioni (ad es. per i costi di trasporto);
  • n. ordini (ad es. per taluni costi amministrativi);
  • volume di pdz (ad es. per taluni costi commerciali).

Costi indiretti III


Costi indiretti IV


Costi indiretti V


Costi indiretti VI


Costi indiretti VII


Costi indiretti VII


  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion