Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Roberto Maglio » 1.La contabilità analitica


La contabilità analitica

La contabilità analitica, insieme al budget e alla contabilità generale, costituisce uno strumento della contabilità direzionale, ossia dell’insieme degli strumenti tecnico-contabili finalizzati a rilevare, organizzare ed interpretare le informazioni economico-finanziarie.

La contabilità analitica


Contabilità direzionale e contabilità generale

Confronto tra la contabilità direzionale e la contabilità generale

Confronto tra la contabilità direzionale e la contabilità generale


L’attività del managment


Le funzioni della contabilità analitica

Le funzioni della contabilità analitica (o contabilità dei costi) sono:

1) supporto informativo alle decisioni manageriali per scelte di convenienza (ad es: di pricing, di make or buy, di valutazione della redditività di prodotti);

2) supporto al controllo di gestione attraverso la definizione degli standard del sistema di budget e di informazioni economico-finanziarie per la valutazione della performance delle unità organizzative;

3) supporto alla contabilità generale, ad esempio nella valutazione delle rimanenze di prodotti finiti etc..

La funzione più importante della contabilità analitica

La funzione fondamentale della contabilità analitica è quella di fornire un supporto informativo alle decisioni manageriali per scelte di convenienza economica.

Si tratta di informazioni di supporto per:

  • la determinazione del prezzo di vendita (pricing);
  • l’analisi relativa alla convenienza di svolgere internamente determinate funzioni (scelte di make or buy);
  • la valutazione della redditività di prodotti.

Serve ai manager per prendere le loro scelte sulla base di dati e non di “intuizioni” e “sensazioni”

I fondamentali scopi della contabilità direzionale


Il “costo” quale grandezza fondamentale


Classificazione e raggruppamento dei costi

La contabilità analitica classifica e raggruppa i singoli costi elementari (oggettivi, stimati, congetturati).

Attraverso la classificazione i costi vengono riuniti in base a certi criteri :

  • costi fissi o variabili,
  • costi speciali o comuni,
  • costi diretti o indiretti.

Il raggruppamento degli elementi di costo mira all’ottenimento di determinate configurazioni di costo.

La classificazione dei costi


Le configurazioni di costo


I materiali di supporto della lezione

Cinquini L., Strumenti per l'analisi dei costi, Vol. I: Fondamenti di cost accounting. Giappichelli 2003.

Miolo Vitali P., Strumenti per l'analisi dei costi. Vol. III: Percorsi di cost management. Giappichelli 2003.

Per approfondimenti:

Selleri L., Contabilità dei costi e contabilità analitica, Etas, Milano, 1999.

Brusa L., Contabilità dei costi, Giuffrè, Milano, 1995.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion