Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Mauro Sciarelli » 13.Il piano di produzione


Obiettivi e struttura della lezione

Obiettivo della lezione
Illustrare in sintesi le modalità di stesura e rappresentazione del Piano di Produzione

Struttura della lezione:

  • gli elementi ed i collegamenti
  • il modello produttivo
  • il lay-out
  • la logistica

Il piano di produzione

Il piano di produzione deve presentare:

  • le tecnologie adottate
  • il livello di integrazione verticale (make or buy)
  • le scelte di localizzazione
  • il ciclo di produzione
  • il dimensionamento degli impianti (capacità produttiva, produttività, volumi di produzione previsti)
  • le scelte di layout
  • le politiche approvvigionamento materie e materiali (volumi, prezzi, condizioni pagamento)
  • gestione scorte materie prime, trasporti e logistica

Il piano di produzione (segue)

Presenta legami più diretti con: piano di vendita (volumi di produzione), economico –finanziario (costi di produzione, scorte), degli investimenti (impianti ed attrezzature).

Il piano di produzione permette di cadenzare nel tempo il tasso di consumo delle materie prime e fornisce gli elementi di base per la valutazione delle politiche di gestione delle scorte.

Elementi necessari:

  • distinta base
  • diagrammi di flusso del processo produttivo
  • tempi di approvvigionamento
  • dati di vendita
  • capacità degli impianti

Il piano di produzione: il modello

Va  presentato il modello di produzione scelto in termini di organizzazione del processo, ciclo e tipo di produzione.

Va presentato il modello di produzione scelto in termini di organizzazione del processo, ciclo e tipo di produzione.


Il piano di produzione: il lay-out

Il modello di posizionamento degli impianti e degli uomini nello spazio produttivo può seguire differenti modelli.

Lay-out per funzione o reparto: macchine raggruppate per lavorazione svolta
Lay-out per prodotto: macchine raggruppate per prodotto lavorato
Lay-out a postazioni fisse: macchine spostate intorno al prodotto
Lay-out a celle: macchine raggruppate per prodotti lavorati

Il piano di produzione: la logistica

Logistica in entrata (approvvigionamenti e gestione dei materiali), interna (di trasformazione), in uscita (distributiva).

Gestione delle scorte (minimizzazione dei costi di magazzinaggio ed ordinazione e dei rischi di “out of stock”).

Tecniche di gestione delle scorte: di stock control (two-bin system, ciclo di ordinazione), di flow control (Pianificazione dei fabbisogni, Just in time).

I materiali di supporto della lezione

C. Parolini, Diventare imprenditori, Il sole 24 ore, 2003.

R. Parente, Creazione e sviluppo dell'impresa innovativa, Giappichelli, Torino, 2004.

S. Sciarelli, Elementi di economia e gestione delle imprese, Cedam, Padova, 2008.

R. Vona, Gestione della produzione, Carocci, Firenze, 2005.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion