Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Mauro Sciarelli » 15.La gestione della produzione


Obiettivi e struttura della lezione

Obiettivo della lezione
Approfondire la funzione che riguarda il processo di trasformazione dei beni, ossia l’insieme di operazioni mediante il quale le risorse acquistate dall’impresa (materie prime, ausiliarie, semilavorati, ecc.) sono tramutate in prodotti finiti da collocare sul mercato.

Struttura della lezione

  • Funzione e scelte di produzione
  • Tipologie di organizzazione della produzione
  • Scelte di layout
  • Dimensionamento d’impianto
  • Il controllo di efficienza della produzione

Le scelte di produzione

Risultano strettamente collegate alle altre scelte aziendali, sebbene non siano subordinate alle stesse. Sovente sono orientate al lungo termine e difficilmente reversibili.


Le scelte di produzione

La strategia di produzione deve essere centrata sugli aspetti prioritari della strategia competitiva, per assicurare il migliore contributo alla creazione del vantaggio competitivo.
Sul piano strategico, le scelte di produzione riguardano:

  • la determinazione del mix e delle quantità;
  • la progettazione dell’impianto;
  • la logistica.

Le scelte di produzione

Il profilo operativo della funzione di produzione si orienta più specificamente ai problemi di logistica industriale, e l’efficienza è il risultato di scelte coordinate di approvvigionamento, produzione e vendita.


Le tipologie

Le tipologie di organizzazione della produzione

Le tipologie di organizzazione della produzione


Imprese multiplant

Quando un’azienda dispone di più unità produttive, il problema del dimensionamento si affianca a quello di scelta del modello di suddivisione dei cicli o delle linee di produzione


Lay-out

Il lay-out è la disposizione delle strutture edilizie, delle macchine, delle attrezzature e delle postazioni di lavoro all’interno della fabbrica, nell’ottica di contribuire ad ottimizzare le “4M” (men, materials, machines, money).


Dimensionamento

Le scelte principali di dimensionamento sono:

  • Determinazione della capacità produttiva massima (fattori quanti);
  • Determinazione della potenzialità ottimale degli impianti

Programmazione della produzione

La programmazione della gestione produttiva richiede particolare attenzione poiché si traduce in scelte che impegnano l’azienda per tempi non brevi e che esigono l’investimento di cospicue risorse finanziarie. Essa è strettamente collegata al sistema di fabbricazione ed modalità di attivazione del ciclo di produzione


Il controllo della produzione

Si pone l’obiettivo di prevenire anomalie nel ciclo e nei prodotti, per evitare di sopportare costi a vuoto e per garantire la qualità.


I materiali di supporto della lezione

S. Sciarelli – Elementi di Economia e Gestione delle Imprese, Cedam, 2008 cap. 15.

Altri riferimenti bibliografici:

Vona R., Gestione della produzione, Carocci, 2005

Corso di Gestione delle Produzione di R. Vona su Federica

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion