Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Economia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Nicolino Castiello » 14.Popolazione e risorse


Le Risorse


La Popolazione Mondiale

Lo popolazione mondiale agli inizi del 2009 era stimata in oltre 6 miliardi e 750 mila abitanti

Lo popolazione mondiale agli inizi del 2009 era stimata in oltre 6 miliardi e 750 mila abitanti


Sovrappopolamento e Sottopopolamento

In Geografia Politica l’optimum di popolamento si ha quando si determina un solido equilibrio tra il numero degli abitanti di un “territorio”e le “risorse” ivi disponibili.
Se tali condizioni non si verificano si ha sovrappopolamento o sottopopolamento.
Il sovrappopolamento denota una scompenso tra popolazione, copiosa, e risorse, limitate, e si verifica nei seguenti casi:

  • se un aumento totale della popolazione determina una caduta del tenore di vita
  • se un incremento dei lavoratori provoca una diminuzione della produttività per addetto, dato che per assicurare l’impiego ai giovani in cerca di occupazione occorre dividere la limitata quantità di posti di lavoro disponibili, costringendo gli occupati a lavorare di meno e, quindi, a guadagnare di meno
  • se le tecnologie si sviluppano a un ritmo così lento da non produrre alcuna variazione positiva nella disponibilità pro-capite delle risorse

Il sottopopolamento indica uno squilibrio tra risorse, abbondanti, e popolazione, scarsa. Esso può derivare da un minimo:

  1. economico, quando il numero degli abitanti è insufficiente a valorizzare le risorse disponibili
  2. biologico, quando, in una società chiusa non si verificano scambi demografici

La Formazione della Popolazione

Scambi di popolazione nei due sistemi economici

Scambi di popolazione nei due sistemi economici


Distribuzione della Popolazione

Quadro diacronico dei fattori che hanno favorito la distribuzione della popolazione

Quadro diacronico dei fattori che hanno favorito la distribuzione della popolazione


Migrazioni Primitive

Nella fase pre-industriale, fattori di agglomerazione degli Uomini erano le risorse naturali (acqua) ed i sistemi per trasferirle (acquedotti, vie di comunicazione ecc).

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001


Movimenti di Popolazione in Europa

Nella fase post-industriale, hanno richiamato popolazione i luoghi di accumulazione del capitale, attivando spostamenti tanto a breve (migrazioni) quanto a largo raggio (emigrazioni o migrazioni internazionali).

Immigrati in Europa per aree di provenienza. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001

Immigrati in Europa per aree di provenienza. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001


Geografia e Popolazione

In Geografia, lo studio della popolaizone, che ha daton origine ad una branca autonoma – la Geografia della Popolazione – si concentra su taluni aspetti fondamentali, quali:

  • le tappe e le modalità di popolamento del Pianeta
  • gli aspetti quantitativi della popolazione
  • gli aspetti qualitativi della popolazione

Distribuzione della Popolazione Mondiale

Fonte: feedingminds

Fonte: feedingminds


Le grandi direttrici migratorie dell’Ottocento

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Le correnti migratorie nella prima metà del Novecento

Aree a forte regime autoritario che perseguono una politica di incremento demografico interno.

Pertanto i flussi migratori si interrompono tra il 1922 ed il 1945.

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Le correnti migratorie nella seconda metà del XX sec.

Le principali correnti migratorie mondiali. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Le principali correnti migratorie mondiali. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello

Le principali correnti migratorie europee. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Le principali correnti migratorie europee. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Le correnti migratorie dal 1989 ad oggi

Fattori: crollo del muro di Berlino, povertà, invecchiamento della popolazione europea, internet. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Fattori: crollo del muro di Berlino, povertà, invecchiamento della popolazione europea, internet. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Le Migrazioni Italiane

Le principali correnti migratorie italiane in Europa
. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello.

Le principali correnti migratorie italiane in Europa . Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello.

Le principali correnti migratorie transoceaniche italiane. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Le principali correnti migratorie transoceaniche italiane. Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Emigrazione e conseguenze nelle aree di partenza

Accanto alle conseguenze principali, l’emigrazione produce nei territori di partenza desertificazione, abbandono dei campi, disoccupazione e femminizzazione

Accanto alle conseguenze principali, l'emigrazione produce nei territori di partenza desertificazione, abbandono dei campi, disoccupazione e femminizzazione


Immigrazione e conseguenze nelle aree di arrivo

La forte presenza straniera nei paesi di arrivo ha ulteriormente messo in discussione il concetto di stato-nazione e la sua validità all’epoca della globalizzazione dei mercati

La forte presenza straniera nei paesi di arrivo ha ulteriormente messo in discussione il concetto di stato-nazione e la sua validità all'epoca della globalizzazione dei mercati


La Questione Demografica Mediorientale

Le peculiarità geografico politiche della regione Mediorientale

Le peculiarità geografico politiche della regione Mediorientale


Le correnti migratorie cinesi sotto le dinastie Yuan (1271-1368) e Ming (1368 – 1644)

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


Le grandi direttrici migratorie dell’Ottocento

Le principali correnti migratorie cinesi nel XIX secolo. Dinastia Quin (1644-1911). Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta  ridisegnata da Nicolino Castiello

Le principali correnti migratorie cinesi nel XIX secolo. Dinastia Quin (1644-1911). Fonte: Nuovissimo Atlante del Touring Club Italiano, 2001; carta ridisegnata da Nicolino Castiello


I materiali di supporto della lezione

Sulle risorse, vedasi FORMICA C., Lo spazio geoeconomico. Strutture e problemi, Torino, UTET, 1999, pp. 393-407

Sul capitolo 7: “Il confronto tra popolazione e risorse” vedasi Lizza G., Geopolitica. Itinerari del potere, Novara, De Agostini, 2008, pp. 322-375

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion