Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Farmacia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Armando Ialenti » 6.Trasmissione chimica e sistema nervoso autonomo


Sistema nervoso autonomo

Il sistema nervoso (Fig. 1) è distinto in due divisioni anatomiche:

  • sistema nervoso centrale (SNC), costituito da midollo spinale ed encefalo;
  • sistema nervoso periferico (SNP), costituito dai nervi che emergono dal SNC.

Il SNP (Fig. 2) è costituito da:

  • sistema efferente somatico;
  • sistema afferente somatico o viscerale;
  • sistema nervoso autonomo.
Fig. 1 Organizzazione del sistema nervoso

Fig. 1 Organizzazione del sistema nervoso

Fig. 2 Organizzazione del sistema nervoso periferico

Fig. 2 Organizzazione del sistema nervoso periferico


Sistema Nervoso Autonomo

Organizzato in:

  • sistema simpatico (sez. toraco-lombare del midollo spinale);
  • sistema parasimpatico (sez. cranio-sacrale del midollo spinale);
  • sistema enterico (costituito da neuroni situati nei plessi intramurali del tratto gastrointestinale).

I principali processi che esso regola sono:

  • contrazione e rilasciamento della muscolatura liscia;
  • secrezione di tutte le ghiandole esocrine e di alcune endocrine;
  • attività cardiaca;
  • metabolismo energetico.
Fig. 3 Organi innervati dal sistema nervoso autonomo

Fig. 3 Organi innervati dal sistema nervoso autonomo


Organizzazione anatomo-funzionale del SNA

L’organizzazione di base è costituita da un neurone pregangliare e da un neurone postgangliare (nel sistema somatico vi è un singolo motoneurone che connette il SNC con la muscolatura scheletrica).

  • Tutte le fibre pregangliari parasimpatiche e simpatiche rilasciano acetilcolina che agisce sui recettori nicotinici.
  • Tutte le fibre postgangliari parasimpatiche rilasciano acetilcolina, che agisce sui recettori muscarinici.
  • Tutte le fibre postgangliari simpatiche rilasciano noradrenalina, che agisce sui recettori α o β-adrenergici.
Fig. 4 Organizzazione del SNA

Fig. 4 Organizzazione del SNA


Effetti dell’attivazione simpatica

Fig. 5 Conseguenze dell’attivazione simpatica

Fig. 5 Conseguenze dell'attivazione simpatica


Effetti dell’attivazione parasimpatica

Fig. 6 Conseguenze dell’attivazione parasimpatica

Fig. 6 Conseguenze dell'attivazione parasimpatica


  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion