Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Mario Rusciano » 5.Flessibilità e c.d. varietà del "tipo" di contratto di lavoro subordinato


Contratto di lavoro subordinato e c.d. varietà del “tipo” 2/6

La flessibilità nel tempo dell’impiego della forza-lavoro

La prestazione di lavoro ad orario ridotto rispetto a quello normale:

il PART-TIME nella disciplina comunitaria (dir. 97/81/CE) e nazionale

(D. Lgs. 61/2000 e riforma del 2003, D. Lgs. n. 276).

Le tre varianti della prestazione a tempo parziale:

  • Part-time orizzontale: riduzione dell’orario giornaliero di lavoro;
  • Part-time verticale: orario giornaliero pieno, ma limitatamente a periodi (settimanali, mensili, annuali) determinati
  • Part-time misto: combinazione delle modalità orizzontale e verticale

Contratto di lavoro subordinato e c.d. varietà del “tipo” 3/6

La flessibilità nel tempo dell’impiego della forza-lavoro

Gli altri contratti di lavoro con regimi di orario modulato o flessibile:

  • Il lavoro intermittente o “a chiamata”: abrogazione della fattispecie generale (l. n. 247/07) e rinvio alla contrattazione collettiva per la regolamentazione nei soli settori del turismo, spettacolo e commercio;
  • Il lavoro ripartito o job sharing : “due lavoratori che assumono in solido l’adempimento di un’unica e identica obbligazione lavorativa” (art. 41 D. Lgs. 276/2003)

Contratto di lavoro subordinato e c.d. varietà del “tipo” 4/6

La flessibilità nella dinamica formazione/lavoro

L’apprendistato come contratto di lavoro subordinato speciale o a “causa mista”: lo scambio formazione-lavoro nel codice civile (artt. 2130-2134) e nella legislazione speciale (l. n. 25/1955);
La tripartizione tipologica dell’apprendistato nel D.Lgs. 276/2003:

  • I tipo: l’apprendistato per l’espletamento del diritto/doveredi istruzione e formazione (art. 48)
  • II tipo : l’apprendistato “professionalizzante” (art. 49)
  • III tipo: l’apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione (art. 50)

Il ruolo di implementazione dell’istituto demandato alle Regioni e alla contrattazione collettiva

Contratto di lavoro subordinato e c.d. varietà del “tipo” 5/6

La flessibilità nella dinamica formazione/lavoro

Il contratto di inserimento tra finalità occupazionali ed esigenze formative:

  • il progetto individuale di inserimento volto a garantire l’adeguamento delle competenze professionali di soggetti deboli sul mercato del lavoro (artt. 54-59 d.lgs. 276/2003);
  • Il residuale ambito di applicazione dei contratti di formazione e lavoro nelle pubbliche amministrazioni

Contratto di lavoro subordinato e c.d. varietà del “tipo” 6/6

La flessibilità nella dissociazione tra datore di lavoro formale ed effettivo utilizzatore della prestazione di lavoro

La “triangolazione” dei rapporti di lavoro nella fornitura di lavoro tramite agenzia:

  • Il divieto di interposizione di manodopera (l. n. 1369/60)
  • Obsolescenza del divieto e disciplina del lavoro temporaneo tramite agenzia nel “pacchetto Treu” (l. n. 196/1997)
  • La somministrazione di lavoro a tempo indeterminato nel d. lgs. 276/2003 e la sua abrogazione ex lege n. 247/07
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion