Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Ingegneria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Bruno Fadini » 17.Operare sui dati in Access - Modulo 3


Abilità Informatiche di base

Operare sui dati in Access

Argomenti

  • Immissione ed elaborazione dati
  • Creazione di query

Immissione ed elaborazione dati

Navigare fra i dati

  • Sono indicati i comandi per navigare tra i dati di una tabella

Immissione ed elaborazione dati

Inserire ed eliminare dati

  • Inserire nuovi record: Inserisci-Nuovo record. Se i dati sono corretti si può passare a un record successivo
  • Cancellare dati in una cella: selezionarla e attivare il comando Modifica-Elimina.
  • Eliminare il record corrente: Modifica-Elimina record
  • Eliminare un record: selezionarlo e Modifica-Elimina.
  • Eliminare tabella: Modifica-Elimina in finestra oggetti

L’eliminazione di record e tabelle sono irreversibili


Immissione ed elaborazione dati

Elaborazione dati

Tutto simile a Word, eccetto qualche opzione.


Le query di Access

Introduzione

  • I comandi per gli oggetti valgono in particolare per le query, con le seguenti particolarità:
  • Nella finestra Database, occorre attivare il pulsante Query
  • Esistono 3 possibili visualizzazioni (da usare nel comando Visualizza-Visualizzazione-…
    • Struttura, come per tabelle(ed altri oggetti)
    • Foglio Dati, per vedere i risultati dell’esecuzione di una query
    • SQL, per trattare la query in linguaggio SQL
  • Esiste una “creazione guidata query semplice” e creazioni guidate di altri tipi di query

Creazione di query

Avviare il processo

  • Come per le tabelle, diverse sono le tecniche per avviare il processo di creazione
  • Per fissare le idee, partiamo ancora da Inserisci-Query, che apre la finestra Nuova Query, ove si sceglie la Visualizzazione struttura o la creazione guidata di Query semplice (sono le query che abbiamo studiato)
  • In Visualizzazione struttura, come per gli altri oggetti, il progettista assume il pieno controllo della creazione
  • La query assume il nome provvisorio QueryN, appena creata, va poi salvata (File-Salva o File-Salva con nome) con quello definitivo e resta così memorizzata nel database
  • Può successivamente essere rielaborata, se ne possono stampare i risultati, ed eventualmente eliminata così come per gli altri oggetti

Creazione di query

In visualizzazione struttura

In visualizzazione struttura


Creazione di query

Query a singola tabella

  • La tabella viene inserita nella query selezionandola nella finestra Mostra Tabella e cliccando sul pulsante “Aggiungi” (la tabella appare di conseguenza nella finestra di visualizzazione Struttura)
  • Nel quadro delle proprietà si fissano quindi:
    • i campi che interessano la query (riga “Campo”), ottenuti utilizzando l’elenco a discesa della stessa casella “Campo”
    • l’eventuale ordinamento (crescente o decrescente) dettato dal campo
    • i campi da mostrare, spuntandoli nella riga “Mostra”
    • gli eventuali criteri di selezione dei record in funzione dei valori del campo (riga “Criteri”; più criteri nella riga, su campi diversi sono in AND fra loro, eventuali criteri in OR con questi sono inseriti nella riga “Oppure”)
  • Per controllare la query, è possibile eseguirla anche prima di salvarla, con il comando Query-Esegui

Creazione di query

Query a singola tabella: esempio

Si ricercano Titolo e Costo (se definito) di tutti i libri di avventura in Editrice, ordinati per costo crescente.


Creazione di query

Visualizzazione Dati ed SQL: esempio

Dell’esempio precedente sono presentati:

  • Visualizzazione Dati = esecuzione della query
  • Visualizzazione SQL (tratta automaticamente da Access)
Visualizzazione struttura
Visualizzazione foglio dati
Visualizzazione SQL

Creazione di query

Query per join di più tabelle

  • Si aggiungono le tabelle interessate alla query
  • Nel quadro delle proprietà si procede come per la tabella singola: ogni campo è affiancato dalla tabella cui appartiene
  • Quando si mettono in gioco più tabelle, Access tiene conto delle relazioni esistenti fra loro e le usa per generare il join

Creazione di query

Query a più tabelle: esempio

Autore e Titolo, in chiaro, dei Libri di avventura in Editrice

Foglio dati
Struttura
SQL

Materiali di studio

Per poter utilizzare il materiale di studio è necessario utilizzare le credenziali di accesso, entrare in http://www.campus.unina.it ed infine selezionare il modulo Database.

Per approfondire gli argomenti esposti considerare le seguenti unità didattiche:

  • Immissione ed elaborazione dei dati
  • Creare ed operare con le query

Prossima lezione

Maschere e report per l’I/O di dati in Access

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion