Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Bruno Fadini » 17.Operare sui dati in Access - Modulo 3


Abilità Informatiche di base

Operare sui dati in Access

Argomenti

  • Immissione ed elaborazione dati
  • Creazione di query

Immissione ed elaborazione dati

Navigare fra i dati

  • Sono indicati i comandi per navigare tra i dati di una tabella

Immissione ed elaborazione dati

Inserire ed eliminare dati

  • Inserire nuovi record: Inserisci-Nuovo record. Se i dati sono corretti si può passare a un record successivo
  • Cancellare dati in una cella: selezionarla e attivare il comando Modifica-Elimina.
  • Eliminare il record corrente: Modifica-Elimina record
  • Eliminare un record: selezionarlo e Modifica-Elimina.
  • Eliminare tabella: Modifica-Elimina in finestra oggetti

L’eliminazione di record e tabelle sono irreversibili


Immissione ed elaborazione dati

Elaborazione dati

Tutto simile a Word, eccetto qualche opzione.


Le query di Access

Introduzione

  • I comandi per gli oggetti valgono in particolare per le query, con le seguenti particolarità:
  • Nella finestra Database, occorre attivare il pulsante Query
  • Esistono 3 possibili visualizzazioni (da usare nel comando Visualizza-Visualizzazione-…
    • Struttura, come per tabelle(ed altri oggetti)
    • Foglio Dati, per vedere i risultati dell’esecuzione di una query
    • SQL, per trattare la query in linguaggio SQL
  • Esiste una “creazione guidata query semplice” e creazioni guidate di altri tipi di query

Creazione di query

Avviare il processo

  • Come per le tabelle, diverse sono le tecniche per avviare il processo di creazione
  • Per fissare le idee, partiamo ancora da Inserisci-Query, che apre la finestra Nuova Query, ove si sceglie la Visualizzazione struttura o la creazione guidata di Query semplice (sono le query che abbiamo studiato)
  • In Visualizzazione struttura, come per gli altri oggetti, il progettista assume il pieno controllo della creazione
  • La query assume il nome provvisorio QueryN, appena creata, va poi salvata (File-Salva o File-Salva con nome) con quello definitivo e resta così memorizzata nel database
  • Può successivamente essere rielaborata, se ne possono stampare i risultati, ed eventualmente eliminata così come per gli altri oggetti

Creazione di query

In visualizzazione struttura

In visualizzazione struttura


Creazione di query

Query a singola tabella

  • La tabella viene inserita nella query selezionandola nella finestra Mostra Tabella e cliccando sul pulsante “Aggiungi” (la tabella appare di conseguenza nella finestra di visualizzazione Struttura)
  • Nel quadro delle proprietà si fissano quindi:
    • i campi che interessano la query (riga “Campo”), ottenuti utilizzando l’elenco a discesa della stessa casella “Campo”
    • l’eventuale ordinamento (crescente o decrescente) dettato dal campo
    • i campi da mostrare, spuntandoli nella riga “Mostra”
    • gli eventuali criteri di selezione dei record in funzione dei valori del campo (riga “Criteri”; più criteri nella riga, su campi diversi sono in AND fra loro, eventuali criteri in OR con questi sono inseriti nella riga “Oppure”)
  • Per controllare la query, è possibile eseguirla anche prima di salvarla, con il comando Query-Esegui

Creazione di query

Query a singola tabella: esempio

Si ricercano Titolo e Costo (se definito) di tutti i libri di avventura in Editrice, ordinati per costo crescente.


Creazione di query

Visualizzazione Dati ed SQL: esempio

Dell’esempio precedente sono presentati:

  • Visualizzazione Dati = esecuzione della query
  • Visualizzazione SQL (tratta automaticamente da Access)
Visualizzazione struttura
Visualizzazione foglio dati
Visualizzazione SQL

Creazione di query

Query per join di più tabelle

  • Si aggiungono le tabelle interessate alla query
  • Nel quadro delle proprietà si procede come per la tabella singola: ogni campo è affiancato dalla tabella cui appartiene
  • Quando si mettono in gioco più tabelle, Access tiene conto delle relazioni esistenti fra loro e le usa per generare il join

Creazione di query

Query a più tabelle: esempio

Autore e Titolo, in chiaro, dei Libri di avventura in Editrice

Foglio dati
Struttura
SQL

Materiali di studio

Per poter utilizzare il materiale di studio è necessario utilizzare le credenziali di accesso, entrare in http://www.campus.unina.it ed infine selezionare il modulo Database.

Per approfondire gli argomenti esposti considerare le seguenti unità didattiche:

  • Immissione ed elaborazione dei dati
  • Creare ed operare con le query

Prossima lezione

Maschere e report per l’I/O di dati in Access

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion