Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D
 
La Corte in Rete Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

La Corte in Rete » Marco Pratellesi, Da analogico a digitale. Una sfida per i giornali


Incontro con Marco Pratellesi

Da analogico a digitale. Una sfida per i giornali

Con Marco Pratellesi si riflette su come Internet ha cambiato il sistema dei media.
Federica offre una sintesi dell’incontro, svoltosi nell’ambito di Come alla Corte di Federico II, ovvero parlando e riparlando di scienza.

Marco Pratellesi

Marco Pratellesi


La seconda vita del Web, intervista a Marco Pratellesi

All’inizio il braccio di ferro telematico, cronometro alla mano, era tutto concentrato sulla rapidità.
Chi pubblica prima ‘vince’ un pugno di clic in più.
Poi l’informazione dei grandi portali su internet si è fatta più matura e complessa.
‘La velocità con cui comunichi una notizia, soprattutto quelle più rilevanti, resta molto importante. Ma la rapidità non è tutto. Anzi. Non conta tanto chi arriva a pubblicare prima, magari pochi minuti prima, una news, quanto la redazione completa, ricca, verificata, affidabile e possibilmente ben scritta di un fatto’.
Marco Pratellesi ipse dixit.

Articolo completo

Alessandro Chetta
Corriere del Mezzogiorno

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte


Il Web collega il mondo

Una storia comune, realmente accaduta, relativa allo smarrimento di un telefono cellulare illustrata nel libro “Here Comes Everybody” di Clay Shirky può essere un esempio valido per capire quanto siamo collegati l’uno all’altro, come viviamo in un mondo globalizzato in cui un evento locale insignificante possa diventare  attraverso la Rete globale e significante.

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte


Crisi dell’editoria

Quanto è grave la situazione della carta stampata nell’era digitale? si tratta di una crisi risolvibile? Nuove forme editoriali rappresenteranno il futuro del mondo dell’informazione?

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte


Informazioni on demand

Nel tempo in cui si ha accesso a tutte le fonti desiderate in tempo reale, può sopravvivere il giornale di carta? Ha senso un’informazione cristallizzata nel momento in cui siamo abituati ad avere a disposizione un flusso di informazioni continuo?

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte


La mobilità dei media

Quali possono essere i punti a favore della carta stampata? Uno è certamente la mobilità, il giornale resta un’invenzione perfetta, ma siamo all’inizio di un’era in cui la miniaturizzazione dei prodotti digitali accessibili in qualunque momento e luogo.

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte

Il filmato completo, in streaming, è disponibile su: Comeallacorte


Biografia

Marco Pratellesi, caporedattore al Corriere della Sera, è responsabile del sito del quotidiano di via Solferino Corriere.it. Insegna ‘Giornalismo online’ e ‘Teoria e Tecnica dei nuovi media’ presso le università di Firenze e Siena.
Nel 1978 ha seguito un corso di giornalismo alla University of South Carolina (Usa). Ha lavorato a ‘Il Ponte’ di Calamandrei, a ‘Paese Sera’, ‘La Nazione’. È stato inoltre corrispondente dalla Toscana de ‘La Voce’ di Indro Montanelli. Nel 1997 ha vinto il premio ‘Cronista dell’anno’ per l’inchiesta sul riciclaggio di denaro sporco, ‘Phoney Money‘.
Ha scritto New Journalism. Teorie e tecniche del giornalismo multimediale, Bruno Mondadori 2004, è coautore di un libro sulle stragi di mafia del 1993, Firenze, quella notte una bomba. Gli Uffizi, la gente, le opere, e di Il giornalismo in Italia, a cura di Carlo Sorrentino, Carocci 2003.

L’Ateneo in Rete: infrastrutture, sviluppo e servizi in staff

Il Centro di Ateneo per i Servizi Informativi è nato dalla fusione del CDS (Centro Didattico Scientifico) e del CEDA (Centro Elaborazione Dati Amministrativi), ed ha iniziato la sua attività nel gennaio 2005.
Proprio come eredità delle precedenti strutture, molto in generale, il CSI si interessa di acquisire, realizzare e gestire in esercizio una serie di sistemi informatici di supporto alle attività di ricerca, di didattica e di servizio agli studenti, di supporto alle attività amministrative e gestionali dell’Ateneo, e anche per erogare servizi a soggetti terzi collegati all’Ateneo Federiciano.

Articolo completo

Giuseppe Marrucci
Professore di Ingegneria chimica
Presidente C.S.I. Università degli Studi di Napoli Federico II


Federica: a lezione con un click

La rivoluzione digitale ha investito da tempo il mondo universitario. È cambiato profondamente il modo di fare ricerca, grazie alle straordinarie risorse culturali disponibili in rete, spesso gratuitamente e a portata di mouse. Oggi l’innovazione principale riguarda il modo di far lezione, l’uso delle nuove tecnologie per stimolare l’apprendimento.
Su questo fronte, Federica, la piattaforma e-learning dell’Università di Napoli Federico II (Federica.unina.it), è all’avanguardia nel panorama didattico italiano.

Articolo completo

Mauro Calise
Professore di Scienze politiche
Responsabile Scientifico progetto ‘Federica e-learning’
Università degli Studi di Napoli Federico II


Il sistema bibliotecario dell’Università Federico II

La rivoluzione informatica che ha caratterizzato gli ultimi due decenni ha investito in pieno anche il mondo delle biblioteche, mettendone spesso in crisi il ruolo tradizionale. Le Università hanno rivestito un ruolo fondamentale nel gestire la trasformazione delle biblioteche da semplici punti di raccolta e consultazione di materiale cartaceo (libri e riviste) in centri multimediali, in grado di coordinare e integrare le varie risorse disponibili e di produrre servizi di alta qualità, atti a soddisfare sia le esigenze didattiche e di ricerca dell’utenza tradizionale, docenti, ricercatori e studenti, sia gli interessi culturali e scientifici che nascono al di fuori del contesto universitario. Vari sono gli aspetti di questa rivoluzione.

Articolo completo

Guido Rossi
Professore di Immunopatologia
Presidente Commissione di Ateneo per le Biblioteche e le Risorse digitali
Università degli Studi di Napoli Federico II

Maria Rosaria Bacchini
Direttrice Biblioteche Università degli Studi di Napoli Federico II

Homepage Sirelib

Homepage Sirelib


Il restyling del sito e due nuove edizioni per Caserta e Salerno

È ritenuta il futuro della comunicazione, ma in Campania è già il presente:
l’informazione telematica, destinata, secondo i più, a soppiantare i mezzi di comunicazione tradizionale in un domani non troppo lontano, ha compiuto, nella scorsa settimana, un grande passo in avanti proprio nella nostra regione.
Il 16 ottobre 2008 ha segnato una data importante per tutta la redazione partenopea del Corriere del Mezzogiorno.
A nemmeno un anno di distanza dalla sua nascita, il sito internet dell’edizione campana del Corriere della Sera è stato sottoposto nelle ultime settimane ad un profondo restyling, da cui ne è riemerso completamente rinnovato.

Articolo completo

Antonella Salese
Corriere del Mezzogiorno


Interattività e multimedialità dell’informazione

Interattività e multimedialità. Sono le due paroline magiche per indicare i punti cardinali nel processo di transizione in corso nei media.
Un ‘viaggio’ in corso da alcuni anni e che anche noi del Corriere del Mezzogiorno abbiamo intrapreso da meno di 12 mesi. Lo sbarco sul web è avvenuto perché era ormai chiaro a tutti noi che il giornalismo, come lo avevamo conosciuto dal secondo dopoguerra alla fine del secolo, mostrava una sindrome asmatica.
Colpa (o merito) dell’irruzione di internet, delle webtv, delle tv digitali, dei social network, dei blog, dei telefonini di nuova generazione e anche della free press.
Da queste premesse è nata l’esperienza di Corrieredelmezzogiorno.it il giornale on line del Cormezz che ha debuttato il 14 novembre 2007 con un’edizione unica (Campania/Napoli).

Articolo completo

Nino Femiani
Responsabile Corriere del Mezzogiorno Online

Scarica il dossier a cura della redazione di Come alla Corte – Edizione 2008-2009


Le lezioni del Corso

Work in progress

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion