Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Nicola Russo » 12.L'antropologia löwithiana II


L’alternativa di Löwith alle tesi weberiane sulla modernità

Il disincanto come decosmizzazione del mondo

  • Il disincanto non come esito della razionalizzazione innescata dalla riforma protestante e/o dal baconismo, ma come tempo della desacralizzazione del mondo a vantaggio di Dio.
  • Il passaggio dalla cosmo-teologia greca all’antropo-teologia cristiana. La disputa con Blumenberg sulla secolarizzazione.

«Cosa significa che della trinità metafisica siano rimasti solo uomo e mondo?»

L’ipostatizzazione dal divino a “Dio”

  • Entro la physis il divino non era sostanziato in una forma del tutto autonoma, trovando una propria adeguata collocazione nel mondo cosmicamente interpretato, vale a dire che era il mondo-cosmo a costituire lo sfondo ultimo di senso possibile.
  • A seguito dell’ipostatizzazione si assiste ad un movimento di oscillazione attuato dal “divino” per spostarsi dall’ente “mondo” all’ente “uomo”.
Hans Blumenberg

Hans Blumenberg


Creatio ex nihilo e contingenza del mondo

Il dio cristiano, trascendente e creatore

  • Con il concetto di Dio persona, trascendente, assolutamente libero, che crea ex nihilo il mondo è privato di ogni autonomia e dignità propria.
  • Dal tempo cosmico e ciclico (l’eterno ritorno) si passa al tempo lineare della storia sacra, finito e teleologicamente orientato verso l’eschaton.

L’uomo come corona della creazione

Da Dio all’uomo

  • Entro la struttura triadica modificata (Dio trascendente, mondo desacralizzato, uomo creatura) l’uomo prende gradualmente il sopravvento.
  • Dalla Storia sacra di passa alla storia del mondo.
  • L’inizio della secolarizzazione: l’uomo, avendo riconosciuto la sua identità con Dio, lo sostituisce.
Mircea Eliade

Mircea Eliade


Prossima lezione

L’antropologia löwithiana III

  • L’unità del mondo come idea regolativa
  • Da Cartesio a Hegel: la fase accumulativa
  • Da Hegel a Nietzsche: la conflagrazione
  • L’annuncio della morte di Dio
  • Il ritorno a Spinoza

I materiali di supporto della lezione

Karl Löwith, Dio, uomo e mondo nella metafisica da Cartesio a Nietzsche, Roma, Donzelli, 2000, pp. 5 ss.

M. Vegetti, L'uomo e gli dei, in: J.-P. Vernant (a cura di), L'uomo greco, Roma-Bari, Laterza, 2005, pp. 257 ss.

Lezione 12 - Nicola Russo - Filosofia teoretica

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion