Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Nicola Russo » 13.L'antropologia löwithiana III


L’unità del mondo come idea regolativa

Dall’astrazione del mondo al meccanicismo

  • Kant e le aporie cosmologiche della dialettica trascendentale: l’uomo autocosciente come totalmente altro rispetto al mondo, che si riduce ad astrazione.
  • Il nesso tra l’atteggiamento di radicale trascendenza della coscienza cristiana, con la sua libertà nei confronti del mondo, e la “moderna coscienza meccanicistica e costruttivistica” (Yorck von Wartenburg)
Kant

Kant


Da Cartesio a Hegel: la fase accumulativa

L’egologizzazione dell’uomo

  • L’erosione della differenza sostanziale esistente tra uomo e Dio a partire dal cogito cartesiano (principio dell’autocoscienza). Il processo si compie ne:
  • L’idealismo assoluto hegeliano. La natura è intesa come idea fuori di sé, oltre la quale vi è la superiore unità sintetica uomo-Dio. La differenza ontologica è cancellata.
Hegel

Hegel


Da Hegel a Nietzsche: la conflagrazione

La “duplice forma di congedo del mondo cristiano-borghese”

  • La sinistra hegeliana: immanentismo e secolarizzazione. Feuerbach, Marx e l’egologia nichilista di Max Stirner.
  • Kierkegaard e l’elaborazione del lutto. La direzione “in avanti verso il passato” e il fantasma della cristianità delle origini.
Feuerbach
Marx
Stirner
Kierkegard

L’annuncio della morte di Dio

Il tentativo nietzschiano di rifidanzamento con il mondo

  • Diagnosi e terapia: dall’annuncio della morte di Dio alla profezia dell’oltreuomo. Volontà di potenza ed eterno ritorno come principi di una nuova fase dell’umanità.
  • La trasvalutazione di tutti i valori come tramite del rifidanzamento: le “tre metamorfosi”, che culminano nell’amor fati e nell’amicizia verso le cose prossime.

Il ritorno a Spinoza

Dal volontarismo nietzschiano all’armonia spinoziana

  • Il fallimento del tentativo nietzschiano di tornare ai greci.
  • Il sostanziale regresso della fenomenologia husserliana e dell’esistenzialismo.
  • Il Deus sive Natura di Spinoza come unico luogo, entro la modernità, della conciliazione tra uomo e mondo.
Spinoza

Spinoza


Prossima lezione

L’antropologia löwithiana IV

  • I limiti della prospettiva trascendentale-fenomenologica
  • Le critiche di Löwith e Anders a Heidegger
  • Come Löwith cerca di risolvere l’impasse della modernità
  • Cosmologia e topologia dell’umano

I materiali di supporto della lezione

Karl Löwith, Dio, uomo e mondo nella metafisica da Cartesio a Nietzsche, Roma, Donzelli, 2000, pp. 16-31ss; 53 ss.; pp. 91-189.

Lezione 13 - Nicola Russo - Filosofia teoretica

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion