Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Antonietta Iacono » 1.Giovanni Gioviano Pontano: Vita e Opere


Introduzione

In questa introduzione si fornisce un breve profilo biografico di Giovanni Pontano, umanista tra i più importanti dell’umanesimo meridionale, che fu per quasi un quarantennio il centro della vita culturale e politica della città di Napoli: primo ministro di Ferrante d’Aragona, diplomatico, scienziato, filosofo, astrologo, finissimo latinista, ottimo conoscitore del greco, poeta, egli ebbe il cuore fisso al mondo classico perduto ed amato e l’anima e l’intelligenza rivolti al mondo contemporaneo di cui tutto comprendeva.

Il percorso biografico, di seguito descritto,  parte dai primi anni di vita e di formazione nella nativa Cerreto e a Perugia e giunge fino alla morte avvenuta a Napoli nel settembre del 1503.

I Primi anni di vita e la prima formazione

Nasce nel 1429 a Cerreto (Umbria) da Giacomo e Cristiana Pontano.

Alla morte del padre, durante una sommosa cittadina, la madre si trasferisce a Perugia.

A Perugia frequenta la scuola di tre maestri, ricordati scherzosamente in un carme (Tum. II 2), non ben identificati, un Cataldo, Melchiorre e Pasquale; e dopo il 1440 è alla scuola del grammatico Guido Vannucci.

Ritratto di Giovanni Pontano

Ritratto di Giovanni Pontano


L’arrivo a Napoli e i primi incarichi all’interno della corte

Ottobre del 1448 arrivo a Napoli.

Gili Forte da Messina, tesoriere di Alfonso, è il suo primo mecenate.

1450-51 viaggio diplomatico presso le corti dell’Italia settentrionale.

1452 scrivano nella cancelleria aragonese.

Apre una scuola a Napoli.

1456 precettore del principe Giovanni d’Aragona, figlio naturale del re Giovanni di Navarra.

Completa anche i suoi studi, perfezionando soprattutto la sua conoscenza del greco con insegnanti come Gregorio da Tiferno e Giorgio Trapezunzio.

Si dedica allo studio dell’astrologia sotto il magistero del Trapezunzio e di Tolomeo Gallina da Catania.

Ritratto di Alfonso il Magnanimo
Medaglia di
Antonio Pisanello

Ritratto di Alfonso il Magnanimo Medaglia di Antonio Pisanello


La guerra seguita alla prima congiura dei Baroni e il ruolo del Pontano al fianco di Ferrante

1459-1465 guerra tra Ferrante, erede al trono di Napoli di Alfonso il Magnanimo, e i Baroni ribelli del regno di Napoli.

1 febbraio 1461 matrimonio con Adriana Sassone.

1462 consigliere del re.

Gennaio 1471 morte di Antonio Beccadelli: passa al Pontano la direzione della Porticus Antoniana.

1471 cittadinanza napoletana.

Ferrante I re di Napoli

Ferrante I re di Napoli


Alla corte dell’erede al trono di Napoli, Alfonso

1468-75 precettore di Alfonso, duca di Calabria.

1475-82 Segretario di Ippolita Sforza, moglie di Alfonso.

1475-1486 segretario di Alfonso.

1476-8 spedizione in Romagna contro Bartolomeo Colleoni.

1478-80 guerra di Toscana.

1480-81 riconquista di Otranto.

1482-1484 guerra di Ferrara contro Venezia e Sisto IV.

1484 pace di Bagnolo.

1486-1494: Il Pontano diviene il Secretario a maiore di Ferrante.

1485-86 seconda congiura dei Baroni.

1486 Secretario maiore di Ferrante.

28 gennaio 1486 corona poetica.

Agosto 1486 pace tra Innocenzo VIII e Ferrante.

Marzo 1490 morte della moglie Adriana.

Gennaio 1492 nuova pace tra Innocenzo VIII e Ferrante.

Guido Mazzoni. Compianto di Cristo. Ritratti della famiglia reale e di G. Pontano – Chiesa di Monteoliveto in Napoli

Guido Mazzoni. Compianto di Cristo. Ritratti della famiglia reale e di G. Pontano - Chiesa di Monteoliveto in Napoli


La morte di Ferrante e il declino della dinastia dei Trastamara sul trono di Napoli

25 gennaio 1494 morte di Ferrante.

Nuovo re di Napoli è  Alfonso II.

Spedizione di Carlo VIII in Italia.

23 gennaio 1495 Abdicazione di Alfonso II.

Febbraio 1495 entrata di Carlo VIII in Napoli.

1495-1496 Breve regno di Ferrante II, detto Ferrandino.

7 ottobre 1496 morte di Ferrandino.

24 agosto 1498 morte del figlio Lucio Francesco.

1496-1501 regno di Federico d’Aragona.

Settembre 1501 Federico parte per la Francia.

Ferrandino (Ferrante II)

Ferrandino (Ferrante II)


La morte

17 settembre 1503.

I materiali di supporto della lezione

E. PERCOPO, Vita di Giovanni Pontano, a cura di M. MANFREDI, Napoli 1938

L. MONTI SABIA, Un profilo moderno e due Vitae antiche di Giovanni Pontano, “Quaderni dell'Accademia Pontaniana”, 25, Napoli 1998.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion