Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Marisa Squillante » 16.Amore e Psiche


Amore e Psiche

“C’erano una volta in una città un re e una regina…”: la favola di Amore e Psiche.

  • Collocata al centro delle Metamorfosi, la favola risultò eccentrica anche per i lettori tardoantichi.
  • I personaggi appartengono al mito.
  • Narra di una caduta a seguito della violazione di un comando divino.
  • Per riscattare la violazione la protagonista deve affrontare delle prove.

Antonio Canova – Amore e Psiche giacenti

Antonio Canova (Louvre, Parigi, 1797-93).

Antonio Canova (Louvre, Parigi, 1797-93).


Met. IV 28

[28] Erant in quadam civitate rex et regina. Hi tres numero filias forma conspicuas habuere, sed maiores quidem natu, quamvis gratissima specie, idonee tamen celebrari posse laudibus humanis credebantur, at vero puellae iunioris tam praecipua tam praeclara pulchritudo nec exprimi ac ne sufficienter quidem laudari sermonis humani penuria poterat.

Multi denique civium et advenae copiosi, quos eximii spectaculi rumor studiosa celebritate congregabat, inaccessae formonsitatis admiratione stupidi et admoventes oribus suis dexteram primore digito in erectum pollicem residente ut ipsam prorsus deam Venerem religiosis <venerabantur> adorationibus.

Iamque proximas civitates et attiguas regiones fama pervaserat deam quam caerulum profundum pelagi peperit et ros spumantium fluctuum educavit iam numinis sui passim tributa venia in mediis conversari populi coetibus, vel certe rursum novo caelestium stillarum germine non maria sed terras Venerem aliam virginali flore praeditam pullulasse.

Lettura di Met 4 28.

Traduzione di Met 4 28.

Commento di Met 4 28.

Interpretazione allegorica della novella

  • Primo lettore che parla del valore allegorico del racconto: Fulgenzio, africano del VI secolo.
  • Lettura di Fulgenzio tipica dell’allegoria cristiana.

Boccaccio nella Genealogia Deorum Gentilium riprende il filone interpretativo allegorico.
L’interpretazione di questa tipologia viene ripresa nel corso dei secoli dalla filologia.

Elementi della lettura simbolica

Curiositas di Psiche così come di Lucio punita = violazione delle leggi divine.
Prove e esperienze affrontate da Lucio e da Psiche.

Elementi della lettura simbolica (segue)

  • Onnipotenza dell’amore.
  • Duplice natura di Eros e di Venere.
  • Psiche = anima, quindi, anima umana.

La storia di Psiche fornisce la chiave di lettura della vicenda di Lucio.
È la storia dell’anima e del suo cammino attraverso il mondo irrazionale prima di raggiungere Dio.

Mito del Fedro

Per una parte della filologia Apuleio avrebbe ripreso il mito del Fedro (contrario a questa tesi C. Moreschini, Il mito di Amore e Psiche in Apuleio, D’Auria, Napoli, 1994, che analizza i motivi filosofici e simbolici della novella).

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion