Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Paolo Macry » 16.Gli Stati Uniti da Jefferson alla guerra civile


Gli Stati Uniti da Jefferson alla guerra civile

Thomas Jefferson e la dialettica tra centralismo federalista e autonomie locali degli stati dell’Unione

  • Repubblicanesimo di Jefferson e sua opposizione al federalismo centralistico di Hamilton
  • Conflitto tra autorità decisionale del Congresso e autonomia politica ed economica dei singoli stati dell’Unione, rappresentate nelle rispettive assemblee legislative
Gli Stati Uniti d’America
1783-1912

Gli Stati Uniti d'America 1783-1912

Thomas Jefferson
Terzo presidente degli Stati Uniti
(1801-1809)

Thomas Jefferson Terzo presidente degli Stati Uniti (1801-1809)


Gli Stati Uniti da Jefferson alla guerra civile

Caratteri dello sviluppo e dell’affermazione degli Stati Uniti

  • Emigrazione europea ed espansione demografica e territoriale degli Stati Uniti
  • Corsa alla colonizzazione delle terre di frontiera dell’Ovest, Far West, a danno delle popolazioni indiane autoctone
  • Processo d’indipendenza antispagnola dell’ America latina e politica estera del governo statunitense: la “dottrina Monroe” (“l’America agli americani”) (1823) tra neutralità negli affari europei e volontà di controllo sull’intero continente americano
    • Guerra contro il Messico (1846-1848)
    • Manifest destiny: convinzione di un “destino manifesto” degli Stati Uniti di dover diffondere il proprio modello sociale nell’intera America
  • Andrew Jackson e la fondazione del partito democratico antifederalista
  • Revivalismo religioso
Le tappe dell’espansione territoriale 
degli Stati Uniti (1810-1920)
Il processo di indipendenza dell’America latina
Nei primi trenta anni dell’Ottocento l’America latina si liberò 
dalla dominazione spagnola e portoghese approfittando della 
crisi delle due potenze iberiche. Due figure di spicco di questo
processo indipendentista furono il  venezuelano Simón Bolívar 
e il generale argentino José de San Martín. Bolívar liberò nel 
1819 la Colombia e poi il Venezuela e l’Ecuador formando la 
Grande Colombia e in suo onore l’Alto Perù si chiamò nel 1825 
Bolivia. De San Martín guidò l’indipendenza dell’Argentina e in
seguito del Cile e del Perù. Il Messico ottenne l’indipendenza 
nel 1821 dopo un  duro e lungo conflitto.  Solo la secessione 
del Brasile, nel 1822, dal dominio portoghese avvenne in 
maniera pacifica.
Progresso Americano 
(John Gast, 1872 circa)
Il dipinto è una rappresentazione allegorica del Manifest 
Destiny, cioè del “destino manifesto” .
La figura femminile di Columbia, personificazione degli Stati 
Uniti nel XIX secolo, porta la luce della “civilizzazione” verso 
Ovest insieme ai coloni, mentre Indiani e belve selvatiche 
scappano al suo arrivo. Il fiume Mississipi è ormai varcato 
e Columbia stende i fili del telegrafo, simbolo del progresso.

Gli Stati Uniti da Jefferson alla guerra civile

Verso la guerra civile

  • Sviluppo e dualismo dell’economia degli Stati Uniti: divisione tra il Nord, industriale, finanziario e protezionista, e il Sud, agrario, tradizionalista e liberoscambista
  • Questione della schiavitù e tensioni tra Nord-Ovest abolizionista e Sud schiavista
  • Abraham Lincoln, repubblicano e fautore della supremazia del governo centrale, eletto presidente degli Stati Uniti (novembre 1860)
Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti

Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti


Gli Stati Uniti da Jefferson alla guerra civile

Guerra di secessione, 1861-1865

  • Secessione degli stati meridionali e fondazione della Confederazione del Sud sotto presidenza di Jefferson Davis (dicembre 1860)
  • Scoppio del conflitto tra Confederazione del Sud e Unione del Nord (aprile 1861)
  • Disparità di forze in campo a favore dei nordisti, tuttavia successi dell’esercito sudista guidato dal generale Lee
  • Superiorità e vittoria finale dell’esercito nordista del generale Grant (aprile 1865)
  • Rielezione presidenziale di Lincoln e suo assassinio da parte di un fanatico sudista (aprile 1865)
  • Abolizione della schiavitù attraverso il 13° emendamento della Costituzione (dicembre 1865) e successivo riconoscimento dei pieni diritti civili e politici alla popolazione nera (14° e 15° emendamento)
  • Enormi costi umani della guerra (600 mila morti e 400 mila feriti circa)
  • Conseguenze politiche, sociali ed economiche della guerra civile
Le fasi della secessione degli stati del Sud,
del formarsi della Confederazione e
della conseguente guerra civile americana.
Contrapposizione nella guerra civile tra stati del Sud schiavisti e stati del Nord abolizionisti
Lincoln e il suo gabinetto sottoscrivono la 
Proclamazione dell’emancipazione degli schiavi, il 22
luglio 1862. 
L’emancipazione entrò in vigore ufficialmente il 1° gennaio
1863 e liberò gli schiavi solo nei territori ribelli, cioè in 
quegli stati della Confederazione non ancora passati sotto
il controllo dell’Unione. Solo con il 13° emendamento della
Costituzione, nel 1865, a guerra terminata,  l’abolizione della 
schiavitù fu estesa a tutto il territorio statunitense.

Gli eventi del secondo Ottocento. Il ciclo economico

  • La”grande depressione”, 1873-1896
  • Seconda rivoluzione industriale

Le lezioni del Corso

I materiali di supporto della lezione

Manuale:

T.Detti, G.Gozzini, Storia contemporanea. I. L'Ottocento, Milano, Bruno Mondadori, 2000

Letture facoltative:

Classici

A.Nevins, H. S. Commager, Storia degli Stati Uniti, Einaudi, Torino, 1990

R.Luraghi, Storia della guerra civile americana, Rizzoli, Milano, 1999

F.J.Turner, La frontiera nella storia americana, il Mulino, Bologna, 1975

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion