Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Paolo Macry » 21.La nascita della potenza americana


La nascita della potenza americana

Problemi della ricostruzione negli Stati Uniti dopo la guerra civile

  • Forte impoverimento degli stati del sud dopo la guerra
  • Problemi del reinserimento dei reduci di guerra nella vita civile
  • Perduranti tensioni tra gli stati del sud democratici e gli stati del nord repubblicani
  • Frattura tra il Congresso e la presidenza Johnson sui diritti e le libertà dei neri negli stati meridionali
  • Difficoltà nell’effettiva emancipazione della popolazione nera e nel suo inserimento nel tessuto della società civile a causa del prevalere delle preoccupazioni di pacificazione nazionale e del reinserimento dei vecchi proprietari del sud nei loro vecchi possedimenti
  • Passaggio dalla condizione di schiavitù a quella di segregazione razziale e separazione sociale da parte della popolazione nera negli stati del sud

Letture:

T.Detti, G.Gozzini, Storia contemporanea. I. L’Ottocento, cap. 14

La nascita della potenza americana

Sanguinosa colonizzazione del Far West

  • Acquisto dell’Alaska dalla Russia
  • Boom demografico e rinnovato massiccio flusso migratorio verso le terre del “lontano ovest” da parte specialmente di cacciatori, minatori, avventurieri, costruttori di strade e di ferrovie e di cercatori d’oro (scoperta dell’oro in California nel 1848 e successivamente in Colorado)
  • Guerre e massacri contro le tribù indiane locali:
    • strage di Sand Creek (1864)
    • sconfitta a Little Big Horn (1876) dell’esercito americano del generale Custer da parte dell’esercito indiano capeggiato da Toro Seduto e da Cavallo Pazzo
    • culmine della guerra contro gli indiani con il massacro di Wounded Knee (1890)
  • Decimazione e frammentazione delle tribù indiane, obbligate a vivere nelle riserve, attraverso carestie, epidemie, diffusione dell’alcol e il massacro di bisonti (principale e tradizionale fonte di sostentamento di queste popolazioni) motivato dalla costruzione delle ferrovie transcontinentali

La nascita della potenza americana

Sviluppo degli Stati Uniti a principale potenza economica

  • Unificazione del mercato nazionale grazie allo sviluppo dei trasporti, in particolare delle ferrovie, e delle comunicazioni, come il telegrafo
  • Forte aumento delle esportazioni agricole oltreoceano, in particolare del grano, grazie alle innovazioni nei sistemi di conservazione
  • Vertiginosa crescita a cavallo tra Ottocento e Novecento della produzione industriale attraverso un processo di forte concentrazione monopolistica e oligopolistica con la formazione di trust e holding
  • Intraprendenza di abili e spregiudicati imprenditori come John Rockefeller, con la compagnia della Standad Oil nel settore petrolifero, o Andrew Carnegie, nelle ferrovie e nel settore siderurgico
  • Senso d’incertezza e contraccolpi negativi, panic, per le congiunture depressive del 1873, 1884 e 1893
  • Processo crescente di razionalizzazione della produzione industriale statunitense attraverso il sistema ideato da Taylor
  • Tentativo di controllo del fenomeno monopolistico attraverso le leggi antitrust a partire dal 1890 (Sherman Act)

La nascita della potenza americana

Risvolti sociali dello sviluppo economico

  • Ampia disponibilità di manodopera a basso costo per la grande industria degli Stati Uniti grazie alle massicce ondate immigratorie:
    • I ondata proveniente da Irlanda, Inghilterra e Germania
    • II ondata (1890-1914) proveniente dall’Europa meridionale e centro-orientale (Italia, Grecia, Spagna, Russia, Polonia, regioni dell’impero austro-ungarico e dell’impero turco)
  • Debolezza del movimento sindacale e scarsa diffusione di movimenti e partiti socialisti negli Stati Uniti a causa dell’eterogeneità etnica del movimento operaio e della mobilità individualistica, geografica e sociale

La nascita della potenza americana

Crisi del sistema politico statunitense

  • Declino dell’istituzione presidenziale e progressiva professionalizzazione dei parlamentari del Congresso
  • Crescente inefficienza dei tradizionali partiti statunitensi e loro trasformazione in strumenti di rappresentanza in parlamento di interessi particolari attraverso potenti e organizzati gruppi di pressione (lobbies)
  • Diffusione di corruzione e clientelismo nella vita politica statunitense attraverso il “sistema bossistico” all’interno dei partiti, in particolare con il voto di scambio

La nascita della potenza americana

Reazione alla crisi politica nell’età progressista

  • Tentativo populista del People’s Party
  • Affermarsi di un’età di riforma democratica e di progresso sociale attraverso l’azione congiunta dell’efficienza di nuove amministrazioni cittadine, dell’attività del giornalismo di denuncia, dell’azione di una generazione di assistenti sociali
  • Introduzione del voto alle donne nei primi anni del Novecento in alcuni stati degli USA grazie al movimento suffragista e al “femminismo sociale”
  • Ripresa di prestigio e di autorità dell’istituzione presidenziale attraverso l’azione riformatrice di Theodore Roosevelt (repubblicano, 1901-1909) e di Woodrow Wilson (democratico, 1913-1921)
  • Limiti dell’azione progressista a causa del compromesso tra istanze liberalizzanti e centri di potere costituito

La nascita della potenza americana

Origini dell’imperialismo statunitense

  • Ripresa del principio del Manifest Destiny nella politica estera degli Stati Uniti (cfr. Lezione 16)
  • Arresto della politica statunitense della “porta aperta” in Asia di fronte all’emergere della potenza del Giappone
  • Guerra ispano-americana, 1898 ⇒ intervento degli Stati Uniti a sostegno della rivolta cubana contro il dominio spagnolo:
    • conquista dell’isola di Guam e delle Filippine, nel Pacifico, e di Porto Rico, nel Mar dei Caraibi
    • indipendenza della repubblica di Cuba sotto protettorato statunitense
  • Annessione delle isole delle Hawaii
  • Direttrice centroamericana dell’interventismo estero degli Stati Uniti:
    • appoggio alla rivolta indipendentista panamense e acquisto dal nuovo governo del diritto all’uso perpetuo del territorio del futuro canale di Panama
    • fallimentare intervento (1914-1917) nella guerra civile del Messico

Prossima lezione

Colonialismo, imperialismo e Africa

  • Caratteri del colonialismo imperialista della seconda metà dell’Ottocento
  • Contesto economico e culturale
  • Scramble for Africa, la “gara per l’Africa”
  • Colonialismo inglese in Africa
  • Colonialismo francese in Africa
  • Congresso di Berlino, 1884-85: formalizzazione della spartizione europea dell’Africa
  • Crescente nazionalismo e tensione nell’espansione franco-britannica in Africa

Le lezioni del Corso

I materiali di supporto della lezione

T.Detti, G.Gozzini, Storia contemporanea. I. L'Ottocento

H. Gutman, Lavoro, cultura e società in America, Bari, De Donato, 1979 (approfondimento facoltativo)

R. Wiebe, The search for order: 1877-1920, Westport, Greenwood, 1980 (approfondimento facoltativo)

J. L. Thomas, La nascita di una potenza mondiale: gli Stati Uniti dal 1877 al 1920, Bologna, il Mulino, 1988 (approfondimento facoltativo)

A. D. Chandler Jr., La mano visibile. La rivoluzione manageriale nell'economia americana, Milano, Franco Angeli, 1981 (approfondimento facoltativo)

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion