Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Andrea Di Lieto » 2.La gravidanza: fecondazione, impianto e sviluppo del feto


Fecondazione

Affinché avvenga la fecondazione è necessario che il gamete maschile percorra le vie genitali femminili e raggiunga l’ovocito. Ciò avviene grazie a due meccanismi: migrazione e trasporto.

Dopo aver attraversato la zona pellucida lo spermatozoo giunge nel citoplasma dell’ovocito determinando la fusione dei due gameti da cui deriva la formazione dei due pronuclei (maschile e femminile). Il materiale nucleare spermatico si disperde e la membrana nucleare si dissolve formando il pronucleo maschile. L’ovocito completa la II divisione meiotica e costituisce il pronucleo femminile.

Impianto

L’impianto richiede modifiche della mucosa endometriale (trasformazione deciduale) che iniziano con l’adesione.

Tali modifiche consistono in accumulo di glicogeno e granuli lipidici nel citoplasma delle cellule stromali, che serviranno da nutrimento per il prodotto del concepimento. Le fasi dell’impianto sono:

  • Apposizione: la blastocisti aderisce all’endometrio.
  • Adesione: il trofoblasto emette dei microvilli che aderiscono alla decidua.
  • Penetrazione: la blastocisti penetra nell’endometrio erodendone la superficie.

Differenziazione iniziale dell’uovo

Al 3° giorno, allo stadio di 16 cellule il prodotto del concepimento viene detto morula.

Col procedere delle divisioni cellulari procede anche il percorso della morula verso l’utero. All’8° giorno il trofoblasto della blastocisti è differenziato in citotrofoblasto all’interno e sinciziotrofoblasto all’esterno.

Sviluppo dell’embrione

Inizia con lo stadio presomitico, fino al 20° giorno, in cui si formano disco embrionale, cavità amniotica e la placca neurale. Dal 20° al 30° giorno lo sviluppo dell’embrione è caratterizzato dalla formazione dei somiti (stadio somitico), che crescono progressivamente fino ad arrivare a 44. Da essi si formeranno lo scheletro e la muscolatura striata. Durante la 3° settimana l’embrione assume una forma più definita e dalla 4° è evidente l’abbozzo del cuore, dell’occhio, del proencefalo e del fegato; alla fine di questa settimana copare l’abbozzo del rene, le vescicole cerebrali e l’orecchio esterno.

Sviluppo dell’embrione e del feto

Alla fine della 5°settimana di sviluppo sono evidenti gli abbozzi degli arti superiori ed inferiori e il cordone è perfettamente formato. Tra la 6°-7° il cuore presenta pulsazioni ritmiche. Dopo la 7°-8° il corpo embrionale mostra gli abbozzi delle ossa, dei muscoli, dei nervi e dei grossi vasi. L’estremità cefalica si separa dal torace. Da questo momento si parla di feto. Alla fine della 12° settimana gestazionale dal corion frondoso si è definita l’area placentare, è avvenuta la differenziazione dei genitali interni e il feto assume sembianze umane. Alla fine della 16° settimana l’intestino contiene il meconio e si verifica la differenziazione dei genitali esterni.

Sviluppo dell’embrione e del feto

Alla fine della 20° settimana i mivimenti attivi fetali sono vivaci, la cute presenta lanugine e inzia a formarsi la vernice caseosa. Le 20 settimane sono concepite come l’inizio dell’epoca di vitalità del feto. Nel corso della 25°-28° settimana la cute è grinzosa, le palebre separate, l’impianto del cordone ancora basso, le unghie raggiungono le estremità delle falangi distali. A 28° settimane le probabilità di sopravvivenza raggiungono il 70%. Esse salgono tra 70 e 90% verso la 34° settimana e dopo la 36° sono le stesse dei nati a termine.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion