Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina e Chirurgia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Andrea Di Lieto » 5.Sindromi emorragiche in gravidanza


Aborto spontaneo

Cessazione della gravidanza prima che il feto acquisisca possibilità di vita autonoma al di fuori dell’utero

  • Minaccia di aborto
  • Aborto inevitabile
  • Aborto incompleto
  • Aborto completo
  • Aborto interno
  • Aborto settico

Aborto: etiologia

Cause fetali (più frequenti):

  • Anomalie cromosomiche
  • Anomalie sviluppo morfologico

Cause materne:

  • Disordini endocrini
  • Infezioni
  • Anticorpi antifosfolipidi
  • Difetti trombofilici
    • Esposizione agenti nocivi
    • Malformazioni uterine congenite o acquisite

Gravidanza extrauterina (GEU)

Impianto dell’uovo fecondato al di fuori della cavità uterina: tubarica, angolare, addominale, cervicale, ovarica.

Diagnosi

La diagnosi di GEU si può presumere quando:

  • I livelli di βhCG sono al di sopra della zona di discriminazione e non si evidenzia una gravidanza in utero con l’ecografia transvaginale.
  • I livelli di βhCG non aumentano proporzionalmente all’epoca gestazionale (o sono in diminuzione) con mancata visualizzazione ecografica della camera gestazionale in utero.

Mola vescicolare

Patologia neoplastica di derivazione trofoblastica

  • Completa
  • Incompleta
  • Mola invasiva
  • Corioncarcinoma

Diagnosi

  • Diagnosticata precocemente con l’ecografia.
  • Dosaggio della βhCG tendenzialemente aumentata rispetto all’epoca di gravidanza.
  • Diagnosi di certezza con esame isto-patologico.

Placenta previa

  • Inserzione parziale o totale della placenta a livello del segmento uterino inferiore, derivante da una anomalia di annidamento dell’ovocita o della placentazione.
  • E’ una delle più frequenti patologie emorragiche della gravidanza e la sua incidenza sembra variare notevolmente in rapporto all’età gestazionale.

Placenta previa

Classificazione:

  • Placenta previa centrale: la placenta copre completamente o parzialmente l’orificio cervicale interno.
  • Placenta previa parziale: la placenta si estende sul segmento uterino inferiore fino 2-3 cm dall’orificio cervicale interno.
  • Placenta previa marginale: la placenta si estende sul segmento uterino inferiore ma è ad almeno 5 cm dall’orificio cervicale interno.

Distacco intempestivo di placenta normalmente inserita (abruptio placentae)

Etiologia

  • Pregresso distacco di placenta.
  • Ipertensione in gravidanza.
  • Sovradistensione uterina (gemellarità, polidramnios).
  • Disordini vascolari (DM 1, collagenopatie).
  • Malformazioni e tumori uterini.
  • Brevità assoluta del funicolo.
  • Trauma automobilistico.

Rottura dell’utero

Lesione di continuo, accidentale, della parete uterina

  • Completa: a tutto spessore.
  • Incompleta: la sierosa rimane integra.
  • Complicata: interessamento organi limitrofi.

Può verificarsi sia su un tessuto integro che su di una cicatrice pregressa, a livello del corpo o del segmento uterino inferiore.

Rottura dell’utero

Cause predisponenti

  • Cicatrici da pregressa isterotomia
  • Multiparità
  • Presenza fibromiomi intramurali
  • Malformazioni uterine
  • Uso di elevate dosi di farmaci ossitocici

Trattamento

  • Immediato intervento laparotomico con estrazione del feto e dei suoi annessi ed isterectomia nei casi di ampio squarcio con margini irregolari, contusi e devitalizzati.

I materiali di supporto della lezione

Nappi C. Ostetricia e Ginecologia. Idelson-Gnocchi, Napoli, 2003

Pescetto G, De Cecco L, Pecorari D, Ragni N. Ginecologia e Ostetricia. Soc. Ed. Universo, Roma, 2001

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion