Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Andrea Di Lieto » 5.Sindromi emorragiche in gravidanza


Aborto spontaneo

Cessazione della gravidanza prima che il feto acquisisca possibilità di vita autonoma al di fuori dell’utero

  • Minaccia di aborto
  • Aborto inevitabile
  • Aborto incompleto
  • Aborto completo
  • Aborto interno
  • Aborto settico

Aborto: etiologia

Cause fetali (più frequenti):

  • Anomalie cromosomiche
  • Anomalie sviluppo morfologico

Cause materne:

  • Disordini endocrini
  • Infezioni
  • Anticorpi antifosfolipidi
  • Difetti trombofilici
    • Esposizione agenti nocivi
    • Malformazioni uterine congenite o acquisite

Gravidanza extrauterina (GEU)

Impianto dell’uovo fecondato al di fuori della cavità uterina: tubarica, angolare, addominale, cervicale, ovarica.

Diagnosi

La diagnosi di GEU si può presumere quando:

  • I livelli di βhCG sono al di sopra della zona di discriminazione e non si evidenzia una gravidanza in utero con l’ecografia transvaginale.
  • I livelli di βhCG non aumentano proporzionalmente all’epoca gestazionale (o sono in diminuzione) con mancata visualizzazione ecografica della camera gestazionale in utero.

Mola vescicolare

Patologia neoplastica di derivazione trofoblastica

  • Completa
  • Incompleta
  • Mola invasiva
  • Corioncarcinoma

Diagnosi

  • Diagnosticata precocemente con l’ecografia.
  • Dosaggio della βhCG tendenzialemente aumentata rispetto all’epoca di gravidanza.
  • Diagnosi di certezza con esame isto-patologico.

Placenta previa

  • Inserzione parziale o totale della placenta a livello del segmento uterino inferiore, derivante da una anomalia di annidamento dell’ovocita o della placentazione.
  • E’ una delle più frequenti patologie emorragiche della gravidanza e la sua incidenza sembra variare notevolmente in rapporto all’età gestazionale.

Placenta previa

Classificazione:

  • Placenta previa centrale: la placenta copre completamente o parzialmente l’orificio cervicale interno.
  • Placenta previa parziale: la placenta si estende sul segmento uterino inferiore fino 2-3 cm dall’orificio cervicale interno.
  • Placenta previa marginale: la placenta si estende sul segmento uterino inferiore ma è ad almeno 5 cm dall’orificio cervicale interno.

Distacco intempestivo di placenta normalmente inserita (abruptio placentae)

Etiologia

  • Pregresso distacco di placenta.
  • Ipertensione in gravidanza.
  • Sovradistensione uterina (gemellarità, polidramnios).
  • Disordini vascolari (DM 1, collagenopatie).
  • Malformazioni e tumori uterini.
  • Brevità assoluta del funicolo.
  • Trauma automobilistico.

Rottura dell’utero

Lesione di continuo, accidentale, della parete uterina

  • Completa: a tutto spessore.
  • Incompleta: la sierosa rimane integra.
  • Complicata: interessamento organi limitrofi.

Può verificarsi sia su un tessuto integro che su di una cicatrice pregressa, a livello del corpo o del segmento uterino inferiore.

Rottura dell’utero

Cause predisponenti

  • Cicatrici da pregressa isterotomia
  • Multiparità
  • Presenza fibromiomi intramurali
  • Malformazioni uterine
  • Uso di elevate dosi di farmaci ossitocici

Trattamento

  • Immediato intervento laparotomico con estrazione del feto e dei suoi annessi ed isterectomia nei casi di ampio squarcio con margini irregolari, contusi e devitalizzati.

I materiali di supporto della lezione

Nappi C. Ostetricia e Ginecologia. Idelson-Gnocchi, Napoli, 2003

Pescetto G, De Cecco L, Pecorari D, Ragni N. Ginecologia e Ostetricia. Soc. Ed. Universo, Roma, 2001

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion