Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Medicina e Chirurgia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Bruno Amato » 13.Arteriopatie periferiche


Malattie vascolari periferiche

Arteriopatie obliteranti

  • Malattia aterosclerotica periferica
  • Tromboangioite obliterante
  • Artrite temporale

Arteriopatie periferiche di natura funzionale

  • Malattia e Fenomeno di Raynaud
  • Acrocianosi
  • Eritromelalgia

Malattia aterosclerotica periferica

Ischemia cronica

  • Sintomi:
    • Claudicazione intermittente
    • Dolore a riposo
  • Sede dell’ostruzione: Aorta iliaca = sintomi a glutei e cosce
  • Sede dell’ostruzione: femore poplitea = sintomi al polpaccio
  • Sede dell’ostruzione: tibiale = sintomi al piede

Malattia aterosclerotica periferica

Ischemia cronica

  • Etiologia:
    • embolica
    • su stenosi aterosclerotica preesistente
  • Sintomi: dolore improvviso, intenso, del piede con pallore e raffreddamento dell’arto.

Diagnostica delle arteriopatie

  • Radiologia : Rx diretta
  • Arteriografia
  • Esami non invasivi:
    • Ultrasonografia doppler (C.W./eco-color Doppler)
    • Misurazione pressione
    • Pletismografia

Trattamento delle arteriopatie abliteranti claudicatio intermittens

Medico:

  • Correzione dei fattori favorenti (tabacco, diabete, ipercoagulabilità, dislipidemia)
  • Esercizio di marcia
  • Cura dei piedi:
    • ricerca lesioni – lavaggio
    • idratazione/essiccamento
    • cura delle unghie e delle callosità
    • indumenti e calzature comode e protettive

Ulcere neuropatiche / diabetiche:

  • drenaggio delle infezioni
  • trattamenti ortopedici

Trattamento delle arteriopatie obliteranti lesioni ischemiche del piede

  • Tecniche chirurgiche ricostruttive:
    • Tromboendoarterectomia(TEA)
  • By-pass:
    • autologo (safena)
    • sintetico (PTFEE, Dacron)
  • Simpaticectomia lombare.

Trattamento delle arteriopatie angioplastica transluminale percutanea (PTA)

Dilatazioni di stenosi o ostruzioni brevi con catetere a palloncino(Gruntig) in corso di angiografia
Indicazioni:

  • claudicatio intermittens (Stadio II Fontaine)
  • dolore a riposo (Stadio III Fontaine)
  • lesioni trofiche (Stadio IV Fontaine)

Controindicazioni :

  • occlusioni lunghe
  • lesioni calcifiche
  • presenza di aneurismi

Amputazioni:

  • Minori (Dita e piede)
  • Maggiori (Gamba e coscia)

Tromboangioite obliterante (Malattia di Buerger)

  • Definizione: malattia obliterante ad eziologia ignota caratterizzata da alterazioni infiammatorie delle arterie e delle vene di piccolo e medio calibro
  • Incidenza: sesso maschile, età 20-40 anni, fumatori
  • Anatomia patologia: interessamento delle arterie di medio e piccolo calibro con estensione flogistica ad arterie e vene (Panarterite)
  • Proliferazione delle cellule endoteliali e infiltrazione dell’intima da parte dei linfociti

Tromboangioite Obliterante (malattia di Buerger)

  • Sintomatologia:
    • inizio distale(digitale) con sviluppo precoce di gangrena
    • preceduta nel 40 % da flebite migrante
      • Pulsatilità compromessa nei distretti distali (tibiali)
  • Radiologia: all’ arteriografia trombosi distale (popliteo tibiale) con vasi prossimali di aspetto normale, mentre i circoli collaterali appaiono tortuosi ( A cavatappi)

Tromboangioite Obliterante (malattia di Buerger)

Profilassi e trattamento:

  • Rimozione fattori favorenti:
    • fumo
    • esposizione al freddo e all’umido
    • infezioni fungine delle dita
  • Vasodilatatori (prostaglandine e prostanoidi)
  • Simpaticectomia lombare (chirurgica o clinica)
  • Amputazioni in caso di gangrena

Arterite temporale (o arterite a cellule giganti o craniale o granulomatosa)

  • Definizione: processo flogistico cronico generalizzato a carico delle dilatazioni dell’arto aortico, particolarmente dei rami temporali ed occipitali
  • Caratteristiche: processo autoimmune con sintomi simili alla polimialgia reumatica e manifestazioni specie senili (50 anni e over); ispessimento del vaso per infiammazione granulomatosa dell’intima, spesso con restringimento ed obliterazione

Arterite temporale (o arterite a cellule giganti o craniale o granulomatosa)

Sintomi:

  • insorgenza acuta o graduale, spesso simulante una malattia infettiva(febbricola astenia, perdita di peso)
  • polimialgia al tronco e al collo;sinovite alle ginocchia
  • cefalea mono o bilaterale con dolore pulsante alla tempia con rossore ed edema
  • complicanze gravi: cecità ed ictus 5-40%

Arterite temporale (o arterite a cellule giganti o craniale o granulomatosa)

  • Diagnosi: VES elevata in fase attiva con leucocitosi e modesta anemia
  • Biopsia dell’arteria temporale dopo studio angiografico che identifichi le zone stenosate sede di malattia
  • Trattamento: corticosteroidi ad alte dosi(60mg/ die) per 2-4 settimane; riduzione a 40mg/die per 4-6 settimane; 5-10mg/die per circa 2 anni, al fine di prevenire le recidive e la cecità del paziente
  • Monitoraggio attraverso la VES

Arteripatie periferiche di natura funzionale

Turbe vascolari ad eziologia funzionale spesso secondarie a turbe del sistema nervoso simpatico che possono produrre alterazioni del circolo periferico in assenza di malattie organiche

Fenomeno e malattia di Raynaud

  • Spasmo delle arteriole delle dita con pallore e cianosi intermittente della cute
  • Eziologia:
    • idiopatica (malattia di Reynaud)
    • secondaria (fenomeno di Reynaud)
    • connettiviti
    • intossicazione da farmaci (metisergide)
    • mixedema
    • ipertensione polmonare
    • traumi

Fenomeno e malattia di Raynaud

Anatomia patologica:

  • crisi di vasospasmo possono durare minuti o ore
  • nei casi avanzati possono crearsi trombosi dei piccoli vasi

Fenomeno e malattia di Raynaud

Sintomi, segni e diagnosi:

  • Vasospasmo provocato da esposizioni a freddo o stress emotivo
  • Modificazioni del colorito delle mani avvengono in tre fasi: pallore, cianosi ed arrossamento

Sintomi: formicolio, torpore e bruciore, raramente dolore.

Malattia si definisce idiopatica e persistente per almeno 2 anni.

Fenomeno di Raynaud

Trattamento:

  • Forma secondaria: identificazione e trattamento della malattia di base.
  • Forma idiopatica:
    • protezione al freddo
    • sedativi blandi
    • soppressione di fumo e caffè
    • reserpina per via generale e locale
    • simpaticectomia clinica o chirurgica

Acrocianosi

Cianosi simmetrica persistete non dolorosa delle mani e dei piedi, caratterizzata da vasospamo arteriolare cutaneo

  • Etiologia ricorrete più frequente nelle donne giovani
  • Cianosi accentuata da freddo, scompare con il caldo
  • Diagnosi basata sulla persistenza dei sintomi, in presenza di normali pulsazioni arteriose
  • Trattamento : generalmente non necessario (Simpaticectomia)

Eritromelalgia

Rara sindrome caratterizzata da vasodilatazione parossistica bilaterale, con dolore urente ed arrossamento delle mani.

  • etiologia misconosciuta nelle forme primarie
  • può essere secondaria ad ipertensione, diabete, malattie mielo-proliferative

Trattamento

  • Crisi ridotte dal riposo, dal sollevamento degli arti ed impacchi freddi
  • Aspirina 600 mg

DOMANDE

  • Quali sono i fattori di rischio per malattia aterosclerotica
  • Quali sono i parametri da valutare durante l’ispezione degli arti inferiori
  • Quali sono i punti di repere durante la palpazione degli arti inferiori
  • Di quali strumenti si avvale la diagnostica strumentale nelle AOCP
  • Che cosa è la claudicatio intermittens
  • Quanti stadi riconosce la classificazione di Fontaine
  • Quale è la terapia medica in caso di arteriopatia obliterante degli arti inferiori
  • Quale è l’eziologia della ischemia acuta degli arti inferiori
  • Quali sono i sintomi della della ischemia acuta degli arti inferiori
  • Quale è il trattamento delle embolie degli arti inferiori
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion