Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Bruno Amato » 10.Asma bronchiale


Asma bronchiale

Asma bronchiale: definizione

  • Sintomi respiratori (dispnea, respiro sibilante, tosse e senso di costrizione toracica)
  • Ostruzione delle vie aeree
  • Iperattività bronchiale
  • Alterazioni anatomo-patologiche (infiltrazione di cellule infiammatorie, rimodellamento strutturale delle vie aeree)
  • Rilascio di mediatori

Asma bronchiale: classificazione

  • Asma estrinseco o allergico
  • Asma intrinseco o non allergico
  • Asma da esercizio fisico o da sforzo
  • Asma da aspirina e derivati
  • Asma professionale

Asma bronchiale: fisiopatologia

  • Restringimento delle vie aeree
  • Ipoventilazione aree polmonari
  • Alterazione ventilazione/perfusione
    • Ipossinemia
    • Ipocapnia (precoce) / Ipercapnia (tardiva)
    • Acidosi respiratoria

Asma bronchiale: etiologia

Asma bronchiale

Asma bronchiale


Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Tosse
  • Dispnea accessoriale
  • Respiro sibilante
  • Senso di oppressione toracica

Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Paziente dritto o appoggiato in avanti
  • Respiro rapido e superficiale
  • Ansioso, tachicardico
  • Aumento pressione sistolica

Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Prolungamento della fase espiratoria
  • Sibili espiratori ed inspiratori
  • Talvolta ronchi

RICORDA: in presenza di rumori umidi sospettare processo infettivo o scompenso cardiaco

Asma bronchiale: sintomi e segni (IMPORTANTE!)

  • Dispnea a riposo
  • Difficoltà nel parlare
  • Polso paradosso (> 20-30 mm)
  • Contrazione muscoli accessori

Asma bronchiale: classificazione di gravità

Asma bronchiale: sintomi e segni

Asma bronchiale: sintomi e segni


Asma bronchiale: diagnosi

  • Esame obiettivo
  • Anamnesi ed insieme di sintomi
  • Esame del sangue e dell’escreato
  • Reperti ra

Asma bronchiale: diagnosi

  • Tests di funzionalità respiratoria
  • Volumi e capacità polmonari statiche
  • Volumi e capacità polonari dinamiche
  • Altre indagini

Asma bronchiale: complicanze

  • Pneumotoraciche
  • Enisema mediastinico e sottodiaframmatico
  • Atelectasia
  • Brochiectasie
  • Cuore polmonare

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nel bambino:

  • Malformazione congenite sistema vascolare
  • Malformazioni congenite tratto
  • Malformazioni congenite tratto respiratorio

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nel bambino:

  • Corpo estraneo
  • Infezioni vitali tratto respiratorio superiore
  • Infezione batterica basse vie aeree
  • Bronchite cronica primitiva

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Malattia polmonare cronica ostruttiva
  • Scompenso acuto congestizio
  • Microembolia polmonare multipla

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Polmonite allergica
  • Bronco-ostruzione secondaria a neoplasia
  • Tubercolosi endobronchiale
  • Aneurisma aortico
  • Sarcoidosi

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Sindrome da carcinoide
  • Poliarterite
  • Polmoniti eosinofile (eosinofilia tropicale ed altre infestazioni parassitarie)

Asma bronchiale: terapia

  • Educare il paziente alla collaborazione al trattamento
  • Registrazione dei sintomi e misure della funzionalità respiratoria
  • Evitare l’esposizione a fattori scatenanti
  • Elaborare piani di trattamento farmacologico per la gestione cronica del paziente
  • Elaorare piani individuali per la gestione delle riacutizzazioni
  • Fornire assistenza di follow-up regolare

Asma bronchiale: terapia

  • Agenti β-adrenergici
  • Teofillina e i suoi derivati
  • Corticosteroidi
  • Disodiocromoglicato (DSCG)

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO I o II:

  • Acrenalina S.C.
  • Broncodilatatore (isoproterenolo, isoetarina o salbutamaolo) per aerosol vs. aminofillina E.V.

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO III:

Aminofillina E.V. in infusione continua vs. corticosteroidi E.V.

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO IV:

Idrocortisone succinato sodico o metilprednisolone vs. intubazione endotrachale e respirazione assistita

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

Terapia idroelettrica

  • O2 terapia

Asma bronchiale: terapia al di fuori dell’attacco acuto

  • Disosodiocromoglicato
  • Broncodilatatori:
    • Teofillina
    • β-adrenergici
  • Corticostoroidi

Domande

L’amsa bronchiale:

  • non prevede ostruzione bronchiale
  • prevede ostruzione bronchiale ma non iperattività bronchiale
  • prevede iperattività bronchiale ma non ostruzione bronchiale
  • prevede sia ostruzione che iperattività bronchiale
  • non prevede alterazioni anatomo-patologiche

L’asma estrinseco è:

  • da esercizio fisico
  • da aspirina
  • allergico
  • non allergico
  • professionale

Domande

Tra i sintomi dell’attacco grave di asma allergico:

  • la presenza di sibili è correlata alla gravità dell’attacco asmatico
  • indicativi di grave attacco sono: dispnea a riposo, difficoltà nel
  • parlare, polso paradosso e contrazione muscoli accessori
  • la presenza di polso paradosso non ha valore
  • solo la difficoltà nel parlare è un sintomo importante
  • solo la dispnea è un sintomo da considerare

Nello stadio I dell’asma allergico i sintomi notturni sono:

  • presenti meno di 4 volte al mese
  • presenti meno di 2 volte al mese
  • presenti una volta a settimana
  • frequenti
  • assenti

Domande

L’escreato di un paziente asmatico:

  • è sempre molto abbondante
  • si presenta solitamente fluido
  • non mostra mai eosinofili all’esame microscopico
  • può presentare istiociti e leucociti polimorfonucleati
  • presenta i cristalli di Charcot-Leyden originati dai basofili

I reperti radiologici del torace di un soggetto asmatico:

  • variano dalla normalità alla iperdistensione
  • la trama polmonare non è rinforzata
  • durante le esacerbazioni acute è raro riscontrare piccole
  • aree di atelectasie segmrentale
  • si ha un quadro identico a quello delle polmoniti
  • non hanno alcun valore nella pratica diagnostica

Domande

Nei pazienti asmatici:

  • le prove cutanee allergiche, le prove di esposizione per inalazione bronchiale e le prove da sforzo non hanno significato diagnostico
  • i volumi e le capacitò polmonari non forniscono un indice di ostruzione delle vie aeree
  • la capacità polmonare totale, la capacità residua funzionale ed il volume residuo di solito sono diminuiti
  • le prove cutanee aiutano ad identificare allergeni che possono giocare un ruolo eziologico
  • le prove da sforzo con cicloergometro non trovano mai impiego

Possibili complicanze di asma bronchiale sono:

  • pneumotorace, enfisema mediastinico e d atelectasia
  • pneumotorace, enfisema mediastinico e ronchiectasie
  • cuore polmonare
  • atelectasia e bronchiectasie
  • tutte le precedenti

Domande

Quali delle seguenti affermazioni è vera:

  • nell’attacco acuto di asma allo stadio I e II si somministra fin dall’inizio l’aminofillina per via endovenosa
  • nell’attcco acuto di asma allo stadio III la somministrazione di corticosteroidi non è mai prevista
  • nell’attacco acuto di asma allo stadio i e ii può essere necessaria l’intubazione e la respirazione assistita
  • nell’attacco acuto di asma allo stadio IV può essere necessaria l’intubazione e la respirazione assistita
  • tutte le precedenti sono vere

RISPOSTE:

  • 1. d
  • 2. c
  • 3. b
  • 4. b
  • 5. d
  • 6. a
  • 7. d
  • 8. e
  • 9. d
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion