Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Medicina e Chirurgia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Bruno Amato » 10.Asma bronchiale


Asma bronchiale

Asma bronchiale: definizione

  • Sintomi respiratori (dispnea, respiro sibilante, tosse e senso di costrizione toracica)
  • Ostruzione delle vie aeree
  • Iperattività bronchiale
  • Alterazioni anatomo-patologiche (infiltrazione di cellule infiammatorie, rimodellamento strutturale delle vie aeree)
  • Rilascio di mediatori

Asma bronchiale: classificazione

  • Asma estrinseco o allergico
  • Asma intrinseco o non allergico
  • Asma da esercizio fisico o da sforzo
  • Asma da aspirina e derivati
  • Asma professionale

Asma bronchiale: fisiopatologia

  • Restringimento delle vie aeree
  • Ipoventilazione aree polmonari
  • Alterazione ventilazione/perfusione
    • Ipossinemia
    • Ipocapnia (precoce) / Ipercapnia (tardiva)
    • Acidosi respiratoria

Asma bronchiale: etiologia

Asma bronchiale

Asma bronchiale


Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Tosse
  • Dispnea accessoriale
  • Respiro sibilante
  • Senso di oppressione toracica

Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Paziente dritto o appoggiato in avanti
  • Respiro rapido e superficiale
  • Ansioso, tachicardico
  • Aumento pressione sistolica

Asma bronchiale: sintomi e segni

  • Prolungamento della fase espiratoria
  • Sibili espiratori ed inspiratori
  • Talvolta ronchi

RICORDA: in presenza di rumori umidi sospettare processo infettivo o scompenso cardiaco

Asma bronchiale: sintomi e segni (IMPORTANTE!)

  • Dispnea a riposo
  • Difficoltà nel parlare
  • Polso paradosso (> 20-30 mm)
  • Contrazione muscoli accessori

Asma bronchiale: classificazione di gravità

Asma bronchiale: sintomi e segni

Asma bronchiale: sintomi e segni


Asma bronchiale: diagnosi

  • Esame obiettivo
  • Anamnesi ed insieme di sintomi
  • Esame del sangue e dell’escreato
  • Reperti ra

Asma bronchiale: diagnosi

  • Tests di funzionalità respiratoria
  • Volumi e capacità polmonari statiche
  • Volumi e capacità polonari dinamiche
  • Altre indagini

Asma bronchiale: complicanze

  • Pneumotoraciche
  • Enisema mediastinico e sottodiaframmatico
  • Atelectasia
  • Brochiectasie
  • Cuore polmonare

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nel bambino:

  • Malformazione congenite sistema vascolare
  • Malformazioni congenite tratto
  • Malformazioni congenite tratto respiratorio

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nel bambino:

  • Corpo estraneo
  • Infezioni vitali tratto respiratorio superiore
  • Infezione batterica basse vie aeree
  • Bronchite cronica primitiva

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Malattia polmonare cronica ostruttiva
  • Scompenso acuto congestizio
  • Microembolia polmonare multipla

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Polmonite allergica
  • Bronco-ostruzione secondaria a neoplasia
  • Tubercolosi endobronchiale
  • Aneurisma aortico
  • Sarcoidosi

Asma bronchiale: diagnosi differenziale

Nell’adulto:

  • Sindrome da carcinoide
  • Poliarterite
  • Polmoniti eosinofile (eosinofilia tropicale ed altre infestazioni parassitarie)

Asma bronchiale: terapia

  • Educare il paziente alla collaborazione al trattamento
  • Registrazione dei sintomi e misure della funzionalità respiratoria
  • Evitare l’esposizione a fattori scatenanti
  • Elaborare piani di trattamento farmacologico per la gestione cronica del paziente
  • Elaorare piani individuali per la gestione delle riacutizzazioni
  • Fornire assistenza di follow-up regolare

Asma bronchiale: terapia

  • Agenti β-adrenergici
  • Teofillina e i suoi derivati
  • Corticosteroidi
  • Disodiocromoglicato (DSCG)

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO I o II:

  • Acrenalina S.C.
  • Broncodilatatore (isoproterenolo, isoetarina o salbutamaolo) per aerosol vs. aminofillina E.V.

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO III:

Aminofillina E.V. in infusione continua vs. corticosteroidi E.V.

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

STADIO IV:

Idrocortisone succinato sodico o metilprednisolone vs. intubazione endotrachale e respirazione assistita

Asma bronchiale: terapia dell’attacco acuto

Terapia idroelettrica

  • O2 terapia

Asma bronchiale: terapia al di fuori dell’attacco acuto

  • Disosodiocromoglicato
  • Broncodilatatori:
    • Teofillina
    • β-adrenergici
  • Corticostoroidi

Domande

L’amsa bronchiale:

  • non prevede ostruzione bronchiale
  • prevede ostruzione bronchiale ma non iperattività bronchiale
  • prevede iperattività bronchiale ma non ostruzione bronchiale
  • prevede sia ostruzione che iperattività bronchiale
  • non prevede alterazioni anatomo-patologiche

L’asma estrinseco è:

  • da esercizio fisico
  • da aspirina
  • allergico
  • non allergico
  • professionale

Domande

Tra i sintomi dell’attacco grave di asma allergico:

  • la presenza di sibili è correlata alla gravità dell’attacco asmatico
  • indicativi di grave attacco sono: dispnea a riposo, difficoltà nel
  • parlare, polso paradosso e contrazione muscoli accessori
  • la presenza di polso paradosso non ha valore
  • solo la difficoltà nel parlare è un sintomo importante
  • solo la dispnea è un sintomo da considerare

Nello stadio I dell’asma allergico i sintomi notturni sono:

  • presenti meno di 4 volte al mese
  • presenti meno di 2 volte al mese
  • presenti una volta a settimana
  • frequenti
  • assenti

Domande

L’escreato di un paziente asmatico:

  • è sempre molto abbondante
  • si presenta solitamente fluido
  • non mostra mai eosinofili all’esame microscopico
  • può presentare istiociti e leucociti polimorfonucleati
  • presenta i cristalli di Charcot-Leyden originati dai basofili

I reperti radiologici del torace di un soggetto asmatico:

  • variano dalla normalità alla iperdistensione
  • la trama polmonare non è rinforzata
  • durante le esacerbazioni acute è raro riscontrare piccole
  • aree di atelectasie segmrentale
  • si ha un quadro identico a quello delle polmoniti
  • non hanno alcun valore nella pratica diagnostica

Domande

Nei pazienti asmatici:

  • le prove cutanee allergiche, le prove di esposizione per inalazione bronchiale e le prove da sforzo non hanno significato diagnostico
  • i volumi e le capacitò polmonari non forniscono un indice di ostruzione delle vie aeree
  • la capacità polmonare totale, la capacità residua funzionale ed il volume residuo di solito sono diminuiti
  • le prove cutanee aiutano ad identificare allergeni che possono giocare un ruolo eziologico
  • le prove da sforzo con cicloergometro non trovano mai impiego

Possibili complicanze di asma bronchiale sono:

  • pneumotorace, enfisema mediastinico e d atelectasia
  • pneumotorace, enfisema mediastinico e ronchiectasie
  • cuore polmonare
  • atelectasia e bronchiectasie
  • tutte le precedenti

Domande

Quali delle seguenti affermazioni è vera:

  • nell’attacco acuto di asma allo stadio I e II si somministra fin dall’inizio l’aminofillina per via endovenosa
  • nell’attcco acuto di asma allo stadio III la somministrazione di corticosteroidi non è mai prevista
  • nell’attacco acuto di asma allo stadio i e ii può essere necessaria l’intubazione e la respirazione assistita
  • nell’attacco acuto di asma allo stadio IV può essere necessaria l’intubazione e la respirazione assistita
  • tutte le precedenti sono vere

RISPOSTE:

  • 1. d
  • 2. c
  • 3. b
  • 4. b
  • 5. d
  • 6. a
  • 7. d
  • 8. e
  • 9. d
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion