Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Medicina e Chirurgia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Salvatore Panico » 1.Introduzione al Corso Integrato di Metodologia Clinica


Corso Integrato di Metodologia Clinica

Introduzione al Corso

Prof. Paolo Rubba

Obiettivi generali

Alla fine del corso lo studente:

  • Sarà in grado di definire e descrivere principi e metodologie di base della epidemiologia, della psicologia medica.
  • Sarà capace di eseguire secondo modalità strutturata e standardizzata la registrazione della storia clinica e l’esame clinico.
  • Sarà in grado di definire metodologia generale e significato della Evidence Based Medicine (EBM).

Obiettivi cognitivi

Lo studente:

  • deve saper descrivere i principali concetti teorici alla base della comprensione delle implicazioni emozionali, connesse al rapporto medico-paziente ed allo stato di malattia;
  • deve saper formulare i quesiti generali ineludibili dell’ anamnesi;
  • deve sapere definire i sintomi di più frequente riscontro nel corso di una anamnesi.

Cardiopalmo, dispnea, febbre, dolore toracico, tosse, nausea, vomito, pirosi, ematemesi, melena, stipsi, diarrea, rettorragia, dolore addome, pollachiuria, poliuria, disuria, tenesmo urinario, ematuria, oliguria, cefalea, disturbi della coscienza.

Obiettivi cognitivi

Lo studente:

  • deve saper descrivere i meccanismi fisiologici/fisiopatologici alla base di:
    • Toni cardiaci, tachicardia, bradicardia, soffi cardiaci e vascolari, pressione arteriosa, polso celere, polso tardo, polso aritmico, dispnea, tachipnea, febbre, dolore toracico, nausea, vomito, pirosi, ematemesi, melena, stipsi, diarrea, rettorragia, dolore addominale, pollachiuria, poliuria, disuria, tenesmo urinario, ematuria, oliguria;
  • deve saper descrivere i principi generali ed indicare gli obiettivi diagnostici di indagini strumentali di uso frequente misurazione pressione arteriosa, elettrocardiografia, ecografia, endoscopia digestiva, esame Doppler, radiografia, tomografia computerizzata, biopsia.

Obiettivi cognitivi

Lo studente:

  • deve saper definire i concetti di sensibilità, specificità, valore predittivo dei sintomi/segni clinici e egli esami diagnostici;
  • deve saper descrivere i modelli epidemiologici che consentono l’ individuazione dei fattori di rischio delle malattie (studi trasversali, studi di coorte, studi caso/controllo) e la valutazione di efficacia degli interventi sanitari (studi clinici controllati, metanalisi);
  • deve saper descrivere l’ importanza della valutazione economica degli interventi sanitari nella definizione delle priorità in sanità e la metodologia di base delle principali tecniche di valutazione economica;
  • deve saper descrivere obiettivi e significato della medicina basata sulle prove di efficacia (EBM).

Obiettivi relazionali (l’incontro, la visita, il colloquio, la conclusione)

Lo studente :

  • deve saper individuare e definire i comportamenti di medico e/o paziente che rendono più problematico il colloquio con il paziente e l’esame clinico;
  • deve saper utilizzare le principali strategie relazionali necessarie alla realizzazione di una proficua comunicazione con il paziente;
  • deve saper descrivere le principali strategie relazionali facilitanti l’esame clinico;
  • deve saper proporre in maniera chiara e positiva una indagine clinica o strumentale complessa e/o fastidiosa per il paziente;
  • deve saper descrivere la strategia di comunicazione al paziente delle risultanti dell’anamnesi e dell’esame obiettivo.

Obiettivi gestuali

Lo studente:

  • deve saper individuare le sedi cui corrisponde il dolore spontaneo o suscitato relativo ai diversi organi o strutture di torace e addome;
  • deve saper di eseguire secondo modalità strutturata e standardizzata la registrazione della storia clinica, l’esame clinico generale e le principali manovre di uso frequente nell’ esame clinico di torace ed addome ( mediante ispezione, palpazione, auscultazione, percussione), incluso l’esame del capo, collo e mammella;
  • deve saper riconoscere i toni cardiaci normali, ritmi di galoppo, soffi cardiaci ed altri rumori patologici, rumori respiratori normali, fischi/sibili, rantoli/crepitii;
  • deve saper calcolare il valore predittivo positivo e negativo degli esami diagnostici in diversi contesti epidemiologici di prevalenza di malattia.

Attività formativa

  • Lezioni plenarie: Saranno rivolte a tutti i 300 studenti del Corso
  • ADI gruppi medi (30-35 studenti): Saranno rivolte a tutti i 300 studenti, suddivisi in Gruppi, la cui composizione sarà indicata in Bacheca Edificio 1.
    • SEDE: Aulette Edifici diversi (a parte indicati , bacheca Edificio 1), ORARIO: Lunedì, Martedì, Giovedì, Venerdì dalle ore 8.30 alle 10.30. Il Primo incontro è previsto nella seconda settimana di Ottobre
  • ADI piccoli gruppi (8-10 studenti): Saranno rivolte a tutti i 300 studenti, suddivisi in Gruppi, la cui composizione sarà indicata (bacheca Edificio 1).
    • SEDE: Reparti, ambulatori, servizi diagnostici diversi ( a parte indicati, bacheca Edificio 1).
  • Tirocinio
    Le attività formative previste saranno indicate (bacheca Edificio 1) con un avviso. I gruppi, tutori, sedi, date orari e pianificazione organizzativa saranno indicati da un avviso che sarà affisso (bacheca Edificio 1).

N.B. per semplificare l’ organizzazione i piccoli gruppi ADI corrispondono ai piccoli gruppi del Tirocinio.

ADI (Attivita’ Didattica Interattiva, Gruppi medi)

Tematiche

  • Organizzazione strutturata dell’anamnesi.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi respiratori.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi cardiaci.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi vascolari.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi addominali.
  • Rilevanza, significato, misurazione della Pressione arteriosa.
  • Diagnostica strumentale arteriosa e venosa.

ADI (Attività Didattica Interattiva, Gruppi medi)

Tematiche

  • Esame obiettivo respiratorio.
  • Esame obiettivo cardiovascolare.
  • Esame obiettivo addome.
  • Uso di metanalisi e revisioni sistematiche.
  • EBM per le procedure diagnostiche.
  • Elettrocardiogramma.
  • Ecocardiogramma.

ADI (Attività Didattica Interattiva, Gruppi medi)

Tematiche

  • Esame addome nelle s. addominali acute.
  • Rettosigmoidoscopia e colonscopia, EGDS e ERCP.
  • Valutazione lesioni cutanee e ferite.
  • Valutazione diagnostica ernie.
  • Valutazione diagnostica mammella e tiroide.
  • Strategie relazionali in Psicologia medica.
  • Epidemiologia ed Economia sanitaria.

Esame finale

  • Prova scritta (focalizzata su obiettivi cognitivi del Corso integrato):
    • Argomenti: Semeiotica medica e chirurgica, Epidemiologia, Psicologia.

N.B. Le domande ( a risposta multipla, solo una risposta esatta) preparate dai Docenti saranno integrate in tre questionari che saranno sottoposti a tutti gli studenti, prenotati per l’ Esame di fine Corso. Per essere ammessi al Colloquio orale deve essere conseguita la sufficienza in almeno due prove scritte su tre.

Esame finale

Prova clinica

E’ finalizzata a verificare gli obiettivi gestuali del Corso Integrato. Per rendere meno gravosa per i pazienti e più amichevole per gli studenti questa parte dell’ esame (si tratta del primo esame a forte connotazione gestuale clinica del Curriculum), le prove saranno realizzate secondo modalità decentrata presso le strutture che sono state sede di attività per gruppi piccoli e tirocinio. La valutazione sarà effettuata dai Tutori ufficiali che riporteranno i risultati della loro valutazione su di un modulo che è stato fornito dal Coordinatore. I moduli firmati dai tutori saranno fatti pervenire riservatamente in busta chiusa ai Presidenti delle Commissioni di esami. I Presidenti delle Commissioni di Esame cureranno che i giudizi siano integrati nella valutazione globale finale.

Esame finale

Prova orale

Per verificare il conseguimento degli Obiettivi cognitivi relativi a :

  1. Fisiogenesi di segni e sintomi.
  2. Rilevazione di Anamnesi ed esame obiettivo.

Al fine di rendere più omogenea la valutazione è stato realizzato un repertorio di domande su Fisiogenesi di segni e sintomi e su Rilevazione di Anamnesi ed Esame obiettivo a cura dei Docenti che hanno effettuate le Lezioni Plenarie e l’ ADI e che e’ reso disponibile alle Commissioni di Esame.

Sarà utilizzato l’ordine alfabetico per la formazione degli elenchi di studenti che afferiranno alle diverse Commissioni di Esame costituite dal Preside o dal suo Delegato ufficiale (nel nostro caso il Presidente di Corso di Laurea).

Programma di esame

  • L’ anamnesi personale e familiare.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi respiratori.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi cardiovascolari.
  • Rilevazione ed interpretazione sintomi addominali.
  • Meccanismi fisiologici / fisiopatologici alla base di:
    • toni cardiaci, tachicardia, bradicardia, soffi cardiaci e vascolari;
    • pressione arteriosa;
    • polso celere, polso tardo, polso aritmico;
    • dispnea, tachipnea, febbre, dolore toracico;
    • nausea, vomito, pirosi, ematemesi, melena;
    • stipsi, diarrea, rettorragia, dolore addominale;
    • pollachiuria, poliuria, disuria, tenesmo urinario, ematuria, oliguria.
  • Esame obiettivo respiratorio.
  • Esame obiettivo cardiovascolare.
  • Esame obiettivo addome.

Programma di esame

  • Principi generali ed obiettivi diagnostici delle indagini strumentali di uso più frequente nella clinica (misurazione pressione arteriosa, elettrocardiografia, ecografia, endoscopia digestiva, esame Doppler).
  • Valutazione lesioni cutanee e ferite.
  • Valutazione diagnostica ernie.
  • Valutazione diagnostica mammella.
  • Valutazione diagnostica tumefazioni tiroide.
  • Sensibilità, specificità, valore predittivo di sintomi, segni clinici, esami diagnostici.
  • Studi trasversali di popolazione, studi prospettivi di coorte.
  • Studi caso/controllo, studi di tendenza temporale.
  • Principali tecniche di valutazione economica degli interventi sanitari.
  • Evidence Based Medicine (EBM) applicata alle procedure diagnostiche.
  • Uso di metanalisi e revisioni sistematiche ai fini della decisione clinica.
  • Principi di psicologia medica (l’ incontro con il paziente, la visita, il colloquio, la conclusione).
  • Strategie relazionali e comunicazione con il paziente.

Tirocinio

Stage clinico per acquisire dimestichezza con gli skill clinici appresi nell’ ambito dell’ ADI

  • GRUPPI: I piccoli gruppi del Tirocinio corrispondono ai i piccoli gruppi ADI (vedi in Bacheca Edificio 1).
  • SEDE: Reparti, ambulatori, servizi diagnostici diversi (a parte indicati, bacheca Edificio 1).
  • DATE: Ultime 4 settimane Corso (Dicembre. Gennaio).
  • ORARI : 8.30 – 15.30 dal Lunedì al Sabato, attività da concordare direttamente con i Tutori (gli stessi dell’ ADI a piccoli gruppi).

Considerazioni conclusive

  • EPIDEMIOLOGIA: Malattia come problema di popolazione.
  • PSICOLOGIA: Malattia come momento relazionale.
  • SEMEIOTICA medico-chirurgica : Malattia come obiettivo diagnostico.
  • METODOLOGIA CLINICA: Integrazione di diverse prospettive, metodologie, strategie.

Prossima lezione

ANAMNESI – Il sintomo DOLORE

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion