Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 10.Agenti dissociativi, anestesia e derivati


Agenti dissociativi

Cicloesamine e Cicloexilamine

In Anestesia Dissociativa: “gli impulsi non vengono percepiti dalle aree corticali del cervello”

Effetti centrali

  1. Depressione del SNC
  2. I riflessi oculari, laringei , faringei ed altri, persistono
  3. Immobilizzazione (contenimento, cattura)
  4. Analgesia
  5. Aumento del consumo cerebrale di O2
  6. Aumento del flusso ematico cerebrale e della pressione intracranica
  7. Convulsioni occasionali (11% nei cani)
  8. Allucinazioni
  9. Fenomeni eccitativi

N.B.: Tali effetti vengono modificati, ridotti o aboliti dalla associazione con altri farmaci.

Apparato cardio-vascolare

Azione dromotropa e inotropa positiva

  • Aumento del tono del S. N. Simpatico
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Aumento della pressione arteriosa
  • Aumento della gittata cardiaca
  • Aumento della contrattilità miocardica

Effetti centrali

  • Aumento del tono muscolare
    • Rigidità muscolare (catatonia)
    • Flessibilità cerea
    • Rigidità estensoria
    • Spasticità tonica
  • Analgesia somatica (ma non viscerale)
  • Ritmo respiratorio “apneustico”
  • Aumento della salivazione

Controindicazioni

  • Ipertensione arteriosa
  • Rischio di convulsioni
  • Trauma cranico
  • Disturbi neurologici centrali
  • Insufficienza renale acuta
  • Insufficienza renale grave
  • Insufficienza epatica

Iperalgesia – WINDUP”

  • La stimolazione dei nocicettori periferici induce una stimolazione protratta dei (neuroni) nocicettori spinali.
  • Stimoli ripetuti ne amplificano gradualmente (> 20 volte) la risposta = “windup”.
  • I recettori NMDA (N-Methyl-D-Aspartato) e AMPA (Alphaamino-3-hydroxy-5-methyl-4-isoxazole Propionic Acid) attivano il Glutamato, amplificando il dolore (Iperalgesia centrale)

Ketamina

  • Gli antagonisti del recettore NMDA come la Ketamina non sono propriamente degli analgesici, tuttavia essi esercitano un notevole effetto anti-iperalgesico, che potenzia l’effetto di altri analgesici.
  • L’impiego della Ketamina a dosaggi sub-anestetici viene raccomandato nel dolore acuto grave (chirurgia) ed in quello cronico.

Fenciclidina: Sernylan

Parke Davis = esclusivo uso veterinario

  • Impiegato nella cattura dei grossi felini, dei primati e degli ursidi (anni 60).
  • Capostipite della famiglia, sostanza molto potente
  • Abbandonata per i suoi effetti collaterali e ritirato dal commercio per il potenziale d’abuso.

Tiletamina

Indicazioni e dosi

Pura, in cristalli, per la cattura dei grossi felini, dei primati e degli ursidi: “oggi in disuso”

  • Zoletil® (Virbac) = “Zoletil 100″® e “Zoletil 20″® (associazioni al 50% di Tiletamina e Zolazepam)
    • Zoletil 100 = (50 mg/ml T + 50 mg/ml Z)
    • Zoletil 20 = (10 mg/ml T + 10 mg/ml Z ) maggiori concentrazioni sono possibili
  • Indicazioni: contenimento, cattura ed anestesia di moltissime specie domestiche e selvatiche
  • Dosi: 2 – 10 mg/kg, secondo la specie, la via scelta e l’effetto desiderato

Ketamina

  • “Aescoket” (Agrolabo) 10%
  • “Ketavet 50″ (5%) e “100″ (10%) (Gellini).
  • “Imalgene 500″ (5%) e “1000″ (10%) (Pierzoo-Rhone Mérieux)
  • “Inoketam 500″ (5%) e “1000″ (10%) (Virbac).
  • Ketalar ” 5% (Parke Davis) Per uso umano.

Ketamina

  • Sostanza tra le più usate in anestesia veterinaria (sintetizzata nel 1963).
  • Elevato indice terapeutico. Emivita breve.
  • Compatibile con moltissime sostanze anestetiche.
  • Chimica: Idro-solubile con elevata lipo-solubilità (5-10 volte quella del Tiopentale).
  • Dolorosa per via i.m., può essere somministrata e.v. – E’ assorbita bene anche per via orale.

Ketamina

  • Sistema Cardio-vascolare = Aumento del tono del S.N.S.
  • Determina aumento della
  • Frequenza cardiaca
  • Pressione arteriosa sistemica e pressione del circolo polmonare
  • Resistenze nel circolo periferico
  • Gittata cardiaca
  • Contrattilità cardiaca
  • Consumo di ossigeno del miocardio.

Ketamina

  • Sistema Respiratorio: effetti variabili ma non significativamente negativi – Ritmo apneustico.
  • Metabolismo: Risveglio imputabile ad una lenta ridistribuzione dal S.N.C. agli altri tessuti.
  • Metabolismo epatico, variabile per specie e qualità di metaboliti (anche attivi).
  • Alcune specie eliminano una certa quantità di sostanza immodificata.
  • Escrezione: Renale!

Anestesia steroidea

Saffan (Glaxo): Uso veterinario

Althesin: Uso umano

Saffan

Uso veterinario

Miscela di due ormoni steroidei insolubili in acqua, in “Cremofor” (solvente derivato dall’olio di castoro)

Alfaxalone (9 mg/ml) + Alfadolone acetato (3 mg/ml)

Dose espressa come 12 mg/ml (= Conc.Totale delle due sostanze anestetiche)

Alfaxalone = più potente, ma insolubile

Alfadolone = migliora la solubilità

Saffan

Aspetti clinici

Assorbimento muscolare: critico! (10-12 minuti!)

Endovena: 9” = induzione – 25” = anestesia chirurgica

  • Indice Terapeutico = elevato! (30,6)
  • Legame proteico = scarso
  • Buona analgesia
  • Buona miorisoluzione

Saffan

Aspetti clinici

  • Sostanza non cumulativa (infusioni ripetute = buon risveglio)
  • Rapido Metabolismo epatico
  • Indicato nei piccoli felini.: via: I.M o E.V. (9-18 mg/Kg i.m 3-9 mg/kg e.v)
  • Reazioni anafilattiche!!! (anche nei gatti)

Saffan

Uso veterinario

  • Anestesia degli animali da laboratorio e suini
  • Non associare ai Barbiturici od altri potenti ipnotici o anestetici parenterali
  • Risveglio: eccitabile e spesso eccitato
  • Popolarità: scarsa
  • Fortuna alterna!

Derivati dell’imizadolo

Etomidato – Metomidato

Etomidato – Metomidato

  • Nessun vataggio superiore ad altri anestetici
  • Azione rapida – Effetto rapido
  • Buona funzionalità degli apparati Cardiovascolare e Respiratorio
  • Scatti e spasmi muscolari
  • Risveglio eccitato e violento

Etomidato – Metomidato

  • Nessun effetto analgesico intrinseco – associare ad altri anestetici
  • Inibizione della corteccia surrenale
  • Il Metomidato viene impiegato nei suini in associazione con l’Azaperone.
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion