Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 26.Anestesia dei ruminanti


Aspetti economici

  • Valore del soggetto ?
  • Indicazioni dell’anestesia ?
  • Tempi di sospensione degli anestetici ?

Temperamento

  • Indole tranquilla!
  • Carattere mite!
  • Addomesticati = Flight > Fight!
  • Selvatici = Flight or Fight!

Problemi

Dalla nascita alla morte: mai in decubito laterale!

  1. Aumento della pressione intra-addominale e sul diaframma;
  2. Depressione respiratoria + decubito laterale = ipoventilazione;
  3. Timpanismo = aumento della pressione intra-addominale;
  4. Rigurgito ruminale = rischio di bronco-polmonite ab ingestis;
  5. Scialorrea e aspirazione = rischio di bronco-polmonite ab ingestis
  6. Vitelli sotto i 4 mesi = insufficiente metabolismo dei barbiturici.

Timpanismo

  • Fermentazione continua… Anestesia
    • Atonia del complesso gastrico
    • Accumulo di gas per arresto dell’eruttazione
  • Effetti
    • Ridotta capacità polmonare
    • Inefficienza cardiocircolatoria
  • Terapia
    • Sonda ruminale
    • Ruminocentesi
    • Evitare l’N2O

Rigurgito

Prevenzione

  • Digiuno di 18 – 24 ore.
  • senza acqua per 6 ore.
  • Posizionamento sternale o costoaddominale.
  • Cuscino sotto il collo per tenere l’esofago più alto del cardias.
  • Testa declive per drenare la saliva.

Rigurgito

Complicanze

Terapia della B.P. ab ingestis:

  • Intubazione oro-tracheale
  • Somministrazione di O2
  • Ventilazione assistita
  • Desametazone / betametsone

Scialorrea

Fluotano = 24 ml/min; Etere etilico 78 ml/min;

Antisialogoghi = secrezioni più viscide!!

Effetti

  • Disidratazione
  • Acidosi metabolica (alta percentuale di bicarbonato)
  • Bronco polmonite ab ingestis (aspirazione)
  • Scivoloni!!! (pericolo se spillata sul pavimento)
  • Terapia
    • Raccogliere la saliva e somministrarla dopo il risveglio mediante sonda esofagea
    • Somministrare NaOHCO3 o Ringer lattato

Premedicazione

  • Anticolinergici non indispensabili (scarso tono vagale, molta scialorrea);
  • Sedativi non indispensabili (risveglio tranquillo);
  • Sogetti nervosi o selvatici = Tranquillanti! (Contenimento fisico = traumi o shock)

Fenotiazine

  • Clorpromazina 1 mg/kg
  • Acetilpromazina (0,03 mg/kg) > rischio di rigurgito.
  • Propionilpromazina 0,05 – 0,1 mg/kg.
  • Promazina 1 – 2 mg/kg

Alfa-2 Agonisti

XILAZINA, DETOMIDINA, MEDETOMIDINA

Ruminanti = più sensibili > Equini > Carnivori

All’azione degli α2 agonisti

Effetti: grave ipossiemia non elucidata

Xilazina

  • Bovini: 0,05 – 0,3 mg/kg
  • Ovini: < 0,1 mg/kg
  • Caprini : < 0,05 mg/kg

Antagonismo con Yohimbina o Atipamezolo (antagonizzabile in parte anche la Xilazina)

Xilazina Detomidina, Medetomidina

Xilazina: 0,1 mg/kg /e.v. oppure…

Detomidina: 0,005 mg/kg /e.v. oppure…

Romifidina: 0,04 mg/kg /e.v.

+

Ketamina : 2 mg/kg/e.v.

Somministrare lentamente (in 60-90′) l’α2 , attendere l’atassia, quindi somministrare la Ket. In bolo!

Benzodiazepine

  • Diazepam da solo nelle capre (0,25-0,5 mg/kg)
  • Diazepam+Xilazina negli altri (0,05-0,1 mg/kg)

Induzione

  • Tiobarbiturici
    • Tiopentale Na come in tutte le specie;
    • Dose ad effetto;
    • Metabolismo lento nei vitelli;
  • Propofolo
    • Buono nei piccoli ruminanti (Induzione = 5 mg/kg)
      • (Mantenimento = 3,5 mg/kg)
  • Etere Guaiacolglicerico
    • Nei grossi ruminanti;

Cicloexilamine

  • Ketamina dopo Xilazina/Diazepam 2 – 5 mg/kg e.v.
  • Intubazione agevole
  • Rigurgito improbabile
  • Zoletil: Caprini e selvatici

Saffan

Buono nei piccoli ruminanti (non cumulativo)

  • Induzione = 3 mg/kg
  • Mantenimento = 0,2 – 0,25 mg/kg/min

Intubazione

Grandi Ruminanti: = metodo palpatorio

Piccoli Ruminanti: = visualizzazione possibile

Mantenimento

  • Triple drip
  • Ketamina
  • Saffan (nei piccoli ruminanti)
  • Per via inalatoria: (risveglio rapido)

Monitoraggio

  • Via aerea!!!
  • T. P. R. Come per le altre specie
  • P.a.Id
  • Ematosi = saturimetria
  • Ventilazione = E.T. CO2

Risveglio

  • Rischi analoghi alle altre specie + rigurgito!
  • Risveglio tranquillo
  • Estubare con “cuffia semigonfia”
  • … dopo posizionamento sternale
  • Ipotermia nei piccoli ruminanti

Analgesia

  • Antinfiammatori non steroidei
    • Flunissina 2 mg/kg;
  • Oppiacei > motilità intestinale
    • morfina 10 mg/soggetto
    • Buprenorfina = 10 mg/soggetto

Anestetici Locali

I Ruminanti hanno buoni requisiti per le tecniche di Analgesia Loco-Regionale:

  • Le più comuni procedure sono adatte a tali tecniche
  • Collo, torace e addome = blocco paravertebrale
  • Distretti distali degli arti: tecnica di Bier
  • Ostetricia, perianale e coda: A. epidurale
  • Chirurgia Superficiale = infiltrazione locale

Decornuazione (n. cornuale)

Bovini = 10 ml (2% Lidoc.) per lato;

Capre = innervazione più ampia (intervento più difficile che nei bovini)

Capretti = soggetti piccoli (iperdosaggio facile)

Narcosi = Tiopentale, Saffan, Propofolo, Alotano

(Evitare xilazina e anest. Locale)

Blocco Para-Vertebrale

Iniettare a metà tra il processo spinoso ed il trasveso n° due metameri prima e uno dopo!

  • Blocco Epidurale: (lidocaina 2%)
    • Grandi ruminanti = 20-50 ml
    • Piccoli ruminanti = 1 ml/5 kg
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion