Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 16.Protossido d'Azoto


Protossido d’Azoto

N2O

  • Agente gassoso antico = molta esperienza clinica
  • Efficace in tutte le specie
  • Buon analgesico
  • Insolubile
  • Effetto del II gas
  • Diffusibile
  • Non tossico
  • Economico
  • Sicuro

Storia dell’N2O

  • 1776: Scoperta dell’N2O
  • 1794: Davy scopre le proprietà analgesiche dell’N2O;
  • 1799: Prima applicazione clinica
  • 1844: Wells somministra l’N2O per estrazioni dentali e viene condannato come eretico;
  • 1868: Andrews fa la prima miscela O2-N2O;
  • 1910: Mac Kesson crea la prima macchina d’anestesia a flussi di gas controllati.
  • 1915: Jackson usa per la prima volta la calce sodata.
  • 1928: Viene sviluppato il primo circuito chiuso.

Caratteristiche N2O

  • Gas inorganico, incolore, non irritante, con odore dolce
  • Non infiammabile, sostiene la combustione
  • Compresso in bombole in forma liquida
  • Insolulubile nei tessuti organici e nella gomma
  • MAC nei p.a. = 188-250%
  • Stabile anche con la calce sodata ed i metalli.

Effetto analgesico

L’N2O consente di ridurre la dose degli altri anestetici, per effetto del suo potere analgesico. Tale potere, negli animali, non è apprezzabile a concentrazioni inferiori al 50% della miscela inspirata.

N.B.: concentrazioni vicine all’80% sono ipossiche!!!

Induzione + Mantenimento (O2 + N2O) = 100 ml/kg/min

Rapporto N2O/O2 = 60-75%

N2O: efficace in tutte le specie?

  • Non viene impiegato negli equini e nei grossi erbivori per le note difficoltà di ventilazione polmonare in corso di decubito e di anestesia generale.
  • Non viene impiegato nei ruminanti per il rischio di timpanismo.
  • Non risulta impiegato nei pesci.

Insolubilità I

Maggiore la solubilità, più lenta l’induzione ed il risveglio (maggiore deposito nei tessuti).

N2O = gas altamente insolubile = induzione e risveglio molto rapidi

Insolubilità II

Insolubilità = Ipossia da diffusione

discontinuare la somministrazione dell’N2O
5 minuti prima dell’O2

discontinuare la somministrazione dell'N2O 5 minuti prima dell'O2


Effetto del secondo Gas

Alte concentrazioni di un gas insolubile (N2O) concentrano il primo agente aumentandone la pressione parziale a livello alveolare.

Effetto = riduzione dei tempi di induzione gassosa.

Effetto = riduzione dei tempi di induzione gassosa.


Fattori che condizionano la press. parziale dell’anestetico nel cervello

Induzione

  • A) Concentrazione Anestetica
  • B) Solubilità
  • C) Ventilazione
  • D) Gittata Cardiaca
  • E) Effetto del “Secondo Gas”

Diffusibilità

Caratteristica specifica dell’N2O.

Capacità di diffondere attraverso strutture solide, organi, parenchimi, latex, gomma etc.

Patologie con cavità gassose chiuse (torsione, volvolo, pneumotorace, pneumoperitoneo, etc.) si aggravano in presenza dell’N2O.

Effetti sistemici

  • Cardio-vascolare = nessuna alterazione, (no depressione, no ipotensione, no aritmie)
  • Respiratorio = nessuna alterazione
  • Metabolismo = non significativo
  • Escrezione = in 2-3 minuti, per via aerea

Svantaggi

  1. Poco potente (associare agli anestetici)
  2. Non miorilassante
  3. Rischio di anossia (non dimenticare l’O2)
  4. Ipossia da diffusione (stacca l’N2O 5′ prima)
  5. Espansione del gas in cavità chiuse patologiche (pensaci un attimo prima!)

Vantaggi

  1. Adatto ai pazienti in condizioni critiche
  2. Non infiammabile o esplosivo
  3. No effetti sistemici
  4. Rapidità di effetto e di risveglio
  5. Compatibile con tutte le sostanze anestetiche
  6. Buona analgesia
  7. Riduzione del dosaggio degli altri farmaci
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion