Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 5.Sistema nervoso autonomo


Sistema nervoso autonomo

Costituito da fibre

  • afferenti (sensitive)
  • efferenti (motorie) alla muscolatura liscia viscerale

Classificazione funzionale

  • Sna Simpatico “consuma energia”
  • Sna Parasimpatico “conserva energia”

Nel controllo delle funzioni viscerali i due sistemi agiscono in collaborazione al fine di mantenere l’ equilibrio omeostatico, fisiologico ed “emotivo”, grazie ai loro opposti effetti in ciascun distretto

Simpatico e parasimpatico

Componente afferente

Le vie afferenti trasmettono:

Prev. parasimpatico: sensazioni fisiologiche deputate al mantenimento dell’ omeostasi: (stimoli barocettivi, chemocettivi, di replezione viscerale, riflesso del seno-carotideo, oculo-vagale)

Solo simpatico: sensazioni dolorifiche (dolore viscerale)


Parasympathetic and Sympathetic nerve distribution


Simpatico

Componente afferente

Le fibre sensitive originano dai visceri raggiungono i gangli sensitivi spinali da qui entrano nel corno dorsale del midollo spinale raggiungono centri di integrazione superiore (es. Ipotalamo) evocano risposte efferenti.


Arco riflesso del SNA


Componente afferente (Dolore somatico e viscerale)

Dolore somatico

Trasmesso dalle vie sensitive (A delta e C) del S.N.Periferico (scheletrico) che serve la muscolatura striata

Dolore viscerale

Trasmesso dalle fibre sensitive del SNA simpatico, che innervano i visceri

Componente efferente

  • Le fibre pre-gangliari si trovano nella colonna mediolaterale del midollo spinale (T1-L5)
  • Queste emergono dal midollo e raggiungono i gangli paravertebrali formando la Catena del Simpatico (a volte sinaptano anche in gangli motori più periferici “pre vertebrali”)
  • Le fibre post- gangliari vanno agli organi effettori (es. muscolatura liscia viscerale)

Recettori e neurotrasmettitori


Parasimpatico

Nervo Vago (X n. cranico)

  • Costituisce approssimativamente l’ 80% della componente di fibre parasimpatiche dell’ organismo.
  • Le fibre sono prevalentemente pregangliari in quanto i gangli colinergici sono localizzati in prossimità o all’interno dei visceri toracici ed addominali. Le fibre vagali innervano i visceri dall’esofago fino al colon prossimale.
  • Gli altri visceri sono innervati dalla componente cranica e sacrale.

Componente afferente

Le fibre sensitive originano dai visceri raggiungono i gangli sensitivi cranici da qui raggiungono centri di integrazione superiore (es. Ipotalamo) evocano risposte efferenti

Componente efferente

Vie efferenti:

  • i neuroni pregangliari sono situati a due livelli: uno a sede cranica (mesencefalo-bulbo), l’altro a sede nel sacro.
  • le fibre post-gangliari originano dai gangli motori in prossimità degli organi effettori

Recettori e neurotrasmettitori


La stimolazione del simpatico e del parasimpatico

Effetti cardiaci


La stimolazione del simpatico e del parasimpatico

Effetti viscerali


Significato funzionale dei due sistemi

Il simpatico sembra prevalere sul parasimpatico per varie ragioni:

  • anatomiche (n° > di gangli motori)
  • rilascio di catecolamine dalla midollare del surrene
  • inattivazione della noradrenalina molto più lenta della acetilcolina

Alcuni farmaci attivi sul SNA

  • Atropina (parasimpaticolitico)
  • Fenotiazine (blocco α-adrenergico)
  • Oppioidi (aumento del tono vagale)
  • α2 agonisti (stimolano recettori α2)
  • Ketamina (mima il simpatico)
  • Dobutamina1- agonista)
  • Adrenalina (β– agonista)

L’SNA

Importanza dell’ SNA in anestesia

  • la depressione dei centri nervosi e della attività cardiovascolare indotta da tutti gli anestetici può indurre risposte del SNA
  • terapia del dolore viscerale
  • risposte autonome conseguenti a stimoli chirurgici (es. risposta simpaticomimetica all’intubazione endotracheale; effetto vagale)
  • blocco del simpatico dopo epidurale
  • somministrazione mirata di anticolinergici (Atropina)

Anticolinergici

Parasimpatico-litici e Vago-litici

Farmaci

  • Atropina
  • Scopolamina
  • Glicopirrolato

Effetti

  1. Azioni Sul Sistema Cardiovascolare
  2. Azioni Sul Sistema Respiratorio
  3. Azioni su altri Organi e Apparati:
  • Occhio
  • Gastrointestinale
  • Urinario

Dosaggio nei piccoli animali

Atropina Solfato 1mg/ml

(Atropina SO4 1:1000) 1ml =1mg

DOSE: 0,025 mg/kg – i.m., – s.c., e.v. (0,025 mg = 25 µg )

DOSE: 25 µg/kg – i.m., s.c., – e.v.(1 mg : 0,025 = 40 – 1000 µg : 25 = 40)

DOSE: 1mg/40kg; (0,5mg/20kg); (0,25mg/10kg)< 5kg = diluire 1:2

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion