Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Marco Russo » 2.Ciclo estrale nelle specie domestiche


Ciclo estrale

Perché si verificano i cicli estrali?

  • Alternative multiple alla gravidanza
  • Possibilità multiple di gravidanza

Ciclo estrale e ciclo mestruale

  • Entrambi sono cicli basati su ciò che possiamo “vedere”
    • mestruazione
    • estro
  • Mestruale – 50 : 50 luteale : follicolare
  • Mestruale – ovulazione a metà del ciclo (giorno 14)

Stagionalità del ciclo estrale

Non tutte le specie animali presentano ciclicità sessuale durante l’intero arco dell’anno. In molti casi, la stagione influisce sulla presenza o meno di cicli estrali. E’ possibile distinguere specie a ciclicità:

  • continua
  • stagionale

A seconda che durante ciascun periodo fertile si verifichino uno o più cicli, distinguiamo specie:

  • monoestrali
  • poliestrali

Fasi e stadi


Fasi e stadi

Il ciclo estrale

Il ciclo estrale


Fasi del ciclo estrale

  • Follicolare
    • Struttura dominante – follicolo preovulatorio
    • Estradiolo – ormone dominante
    • 25-33% del ciclo
    • Finisce con l’ovulazione
  • Luteale
    • corpo luteo – struttura dominante
    • Progesterone – ormone dominante
    • 66-75% del ciclo

Fase follicolare

  • Comincia con l’inizio della pubertà o con la regressione del corpo luteo nelle femmine cicliche
  • Si verifica in contemporanea con le ultime fasi dello sviluppo del follicolo ovarico
  • Gli estrogeni sono l’ormone principale
  • Finisce con l’inizio dell’estro

Fase luteale

  • Dall’ovulazione fino alla regressione del corpo luteo
  • Può essere a sua volta divisa in stadi:
    • Iniziale – formazione del corpo emorragico e sua evoluzione in corpo luteo
    • Media – Piena funzionalità del corpo luteo con produzione di progesterone
    • Tardivo – Ultimi giorni di funzionalità del CL in animali non gravidi

Proestro

  • E’ il periodo di accrescimento del follicolo che precede l’ovulazione
  • Regressione del CL (meccanismo contro corrente)
  • Crescita dei follicoli
  • Aumento delle concentrazioni di estrogeni
  • Aumento di volume dell’utero

Estro

  • Estro o Calore
  • E’ il periodo delle manifestazioni sessuali, vagina e vulva edematose e cervice rilassata
  • I Follicoli sono alle massime dimensioni
  • Picchi di LH & FSH
  • Ovulazione – cavalla, scrofa (variabile)

Metaestro

  • Metaestro o “dopo l’estro”
  • Ovulazione – bovina, ovicaprini
  • LH, Estrogeni & P4 – basse concentrazioni
  • Momentaneo incremento di FSH
  • Inizia la formazione del CL: le cellule epiteliali del follicolo che ha ovulato si ipertrofizzano e si trasformano in luteiniche dando luogo al formarsi del corpo luteo

Ovulazione

  • Stimolo – picco di LH (FSH ?)
  • Cascata di eventi >> erosione della parete follicolare >> fuoriuscita delll’oocita >> ripresa della meiosi
  • Fuoriuscita di un oocita secondario e collasso del follicolo

Ovulazione


Diestro

  • Diestro o “tra gli estri”
  • Nelle specie poliestrali, è la fase tra due periodi successivi di calore
  • cervice chiusa, muscolatura uterina rilasciata
  • CL dominante; Progesterone elevato
  • Follicoli crescono a ondate (bovina)
  • Estrogeni variabili
  • Concentrazioni di LH e FSH irregolari (alternate)

Luteolisi

Meccanismo contro-corrente

  • Prostaglandine (PGF2a) secrete dall’utero
  • fuoriescono dalla vena utero-ovarica
  • scambio contro-corrente verso l’arteria ovarica
  • regressione del corpo luteo

Anaestro

  • E’ la fase di riposo sessuale che si verifica in alcuni periodi dell’anno nelle specie a ciclicità stagionale (monoestrali e poliestrali stagionali)
  • Funzione ovarica sospesa
  • Ormoni sessuali a livelli basali

Ciclo estrale nella bovina


Estro nella bovina

  • Poliestrale continua
  • Ciclo 21 gg
  • Estro 14-15 ore
  • Urinazione, leccamento, rifiuto del cibo, monta le compagne, muco, si lascia montare

Ciclo estrale nella cavalla


Estro nella cavalla

  • Poliestrale stagionale
  • Ciclo 21 gg
  • Estro 6 gg
  • Nervosismo, urinazione, esposizione clitoride

Ciclo estrale nella scrofa


Estro nella scrofa

  • Poliestrale continua
  • Ciclo 21 gg
  • Estro 2-3 gg
  • Immobilità (“riflesso di immobilità”), muco vulvare, netta esposizione genitali esterni
  • Importanti: pubertà, alimentazione, allevamento

Ciclo estrale negli ovicaprini


Estro negli ovicaprini

  • Poliestrale stagionale
  • Ciclo 17 gg (ma può essere molto più lungo: anche 54 gg)
  • Estro 1-2 gg
  • Cerca il maschio, movimento coda, belare
  • Importanti: razza, latitudine, allevamento, presenza del maschio

Estro nella cagna

  • Monoestrale stagionale
  • Un solo ciclo lungo 6 mesi (compresi metaestro e anaestro!)
  • Proestro ed estro hanno durata simile (3-9 gg il proestro e 8-9 gg, in media, l’estro)
  • Le manifestazioni estrali si presentano sia durante il proestro che l’estro: perdite di sangue d’origine vaginale, irrequietezza, attira i maschi
  • Accetta il maschio solo durante l’estro

Metaestro

  • La cagna è la specie domestica col metaestro più lungo (60-90 gg)
  • Durante questo periodo sono presenti alti livelli di progesterone, che si riducono lentamente
  • La presenza di alti livelli di progesterone favorisce l’insorgenza della pseudogravidanza, tipica di questa specie

Estro nella gatta

  • Poliestrale stagionale
  • Ovulazione provocata dal coito
  • Ciclo variabile: 16-22 gg a seconda della presenza o meno del coito
  • L’estro si interrompe dopo il coito, pertanto dura da un minimo di 4 ad un massimo di 10 gg
  • Agitazione, miagolii, strofinamenti, posizione di accettazione del maschio
  • I periodi fertili variano da soggetto a soggetto (di solito gennaio-marzo e luglio-settembre)

Estro nella coniglia

  • Poliestrale continua
  • Ovulazione provocata dal coito
  • Non esiste un vero ciclo estrale: la coniglia, anche se ha una predisposizione ad accettare il maschio ogni 4-5 giorni, è SEMPRE FERTILE
  • Se l’ovulazione non è fertile (ad esempio in caso di monta tra femmine), segue una pseudogravidanza (la femmina non accetta il maschio e si comporta come se fosse gravida) di circa 20 gg
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion