Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Gerardo Fatone » 2.Esame clinico


Sviluppo scheletrico e costituzione

Si apprezzano le caratteristiche morfologiche del sistema scheletrico e l’aspetto costituzionale.

Valutazioni relative agli standard razziali:

  • Lordosi, cifosi, cifoscoliosi.
  • Deviazioni della colonna vertebrale.
  • Osteodistrofie.
  • Rachitismo, osteodistrofia ipertrofica.
  • Difetti di appiombo.
  • Varismo, valgismo.
Deformità degli arti anteriori in cucciolo di pastore tedesco affetto da rachitismo.

Deformità degli arti anteriori in cucciolo di pastore tedesco affetto da rachitismo.

Esame radiografico di cane di razza carlino: grave lordosi del rachide toracico prossimale.

Esame radiografico di cane di razza carlino: grave lordosi del rachide toracico prossimale.


Stato di nutrizione e tonicità muscolare

È importante differenziare il grasso dall’obeso; il magro dal denutrito.

Bisogna considerare le attività funzionali dell’animale per meglio giudicare le masse muscolari interessate (ipertrofia da cause flogistiche o iperfunzionalità vicariante).

Segno del Gerosa (bovino – atrofia masseteri), segno del Lesbouyries (cane – atrofia crotafiti).

Cucciolo di cane in stato di denutrizione.

Cucciolo di cane in stato di denutrizione.

Cane in condizione corporea di evidente sovrappeso.

Cane in condizione corporea di evidente sovrappeso.


Stato di nutrizione e tonicità muscolare (segue)

Segno del Gerosa (bovino – atrofia masseteri), segno del Lesbouyries (cane – atrofia crotafiti).

In foto: Cane rottweiler femmina anni 11: atrofia dei muscoli temporali e masseteri, evidenziazione dell’arcata zigomatica, infossamento del globo oculare. Il soggetto è affetto da diabete mellito e da osteosarcoma dell’osso mascellare a destra come si evidenzia dalla tumefazione.


Stato del sensorio

Carattere dell’animale e risposta agli stimoli esterni (luminosi, tattili, sonori).

Ci permette di valutare lo stato di vigilanza dell’animale e la sua capacità reattiva.


Atteggiamenti e segni particolari

  • Facies sardonica:
    • riso sardonico – tetano.
  • Facies ippocratica:
    • Preagonica, infossamento del bulbo.
  • Facies peritonitica.
  • Ptosi del labbro inferiore.
  • Ptosi della lingua.
  • Atteggiamento viziato.
Cavallo con ptosi lateralizzata del labbro inferiore da paralisi del nervo facciale.

Cavallo con ptosi lateralizzata del labbro inferiore da paralisi del nervo facciale.

Cane boxer: ptosi della lingua e deviazione a sinistra.

Cane boxer: ptosi della lingua e deviazione a sinistra.


Cute e connettivo sottocutneo

Stato della cute, del connettivo sottocutaneo e degli annessi:

  • Lucentezza.
  • Opacità.
  • Elasticità.
  • Zone depilate.
  • Peli intrisi o rabbuffati.
  • Edemi, flemmoni, piaghe, ferite, cicatrici.
  • Segni rilevanti vecchie pratiche curative (focature, trapanazioni, tracheotomie, ecc.).
Cane: flemmone all’arto posteriore.

Cane: flemmone all'arto posteriore.

Cane: edema diffuso dell’arto posteriore sinistro. Persistenza della fovea dopo la compressione.

Cane: edema diffuso dell'arto posteriore sinistro. Persistenza della fovea dopo la compressione.


Mucose apparenti

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Cavallo: mucosa orale normale.

Cavallo: mucosa orale normale.

Cavallo: mucosa congiuntivale normale.

Cavallo: mucosa congiuntivale normale.


Mucose apparenti (segue)

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Cane: mucosa orale normale.

Cane: mucosa orale normale.


Mucose apparenti (segue)

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Cane: mucose cianotiche.

Cane: mucose cianotiche.


Mucose apparenti (segue)

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Gatto: ittero.

Gatto: ittero.


Mucose apparenti (segue)

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Cane: petecchie diffuse sulla mucosa orale.

Cane: petecchie diffuse sulla mucosa orale.


Mucose apparenti (segue)

Mucosa oculo-congiuntivale, nasale, orale, vulvo- vaginale:

Rosea → (normale).
Pallore.
Ittero.
Cianosi.
Petecchie.

Mucosa orale pallida in soggetto anemico.

Mucosa orale pallida in soggetto anemico.


Linfonodi esplorabili

Cavallo: Linfonodi del pacchetto intermascellare e prescapolari, retrofaringei, inguinali superficiali.

Cavallo: Linfonodi del pacchetto intermascellare e prescapolari, retrofaringei, inguinali superficiali.


Linfonodi esplorabili (segue)

Bovino: Intermascellari, retrofaringei, prescapolari, precrurali e soprammamari.

Bovino: Intermascellari, retrofaringei, prescapolari, precrurali e soprammamari.


Linfonodi esplorabili (segue)

Cane: Poplitei, sottomascellari, perifaringei, prescapolari ed inguinali.

Cane: Poplitei, sottomascellari, perifaringei, prescapolari ed inguinali.


Temperatura

Solo per via rettale, vanno considerate le “fisiologiche” variazioni (età, eccitazione, trasporti in veicoli nei mesi estivi ecc.)

Solo per via rettale, vanno considerate le “fisiologiche” variazioni (età, eccitazione, trasporti in veicoli nei mesi estivi ecc.)


Polso

Frequenza e regolarità:
Cavallo: mascellare esterna nell’incisura vascolare della mandibola;
Bovino: come nel cavallo o sull’arteria caudale;
Cane e gatti: sull’arteria femorale.

Frequenza cardiaca a riposo:
Cavallo 30 – 40.
Bovino 50 – 70.
Cane 80 – 120.
Pecora 20 – 25.
Maiale 70 – 80.

Cavallo: valutazione del polso arterioso mediante palpazione dell’arteria mascellare esterna.

Cavallo: valutazione del polso arterioso mediante palpazione dell'arteria mascellare esterna.

Cane: valutazione del polso arterioso mediante palpazione dell’arteria femorale, interno coscia.

Cane: valutazione del polso arterioso mediante palpazione dell'arteria femorale, interno coscia.


Respiro

Frequenze e tipo.

Frequenza respiratoria a riposo:
Cavallo 10 – 14.
Bovino 12 – 18.
Cane 16 – 18.
Maiale 15 – 20.

Grandi funzioni organiche

Appetito:

  • Conservazione o perdita dell’appetito parziale o totale.
  • Modalità di prensione, masticazione, deglutizione.
  • Presenza di vomito, rigurgito.

Minzione:

  • Quantità di urine emesse.
  • Difficoltà nell’emissione dell’urina.
  • Modificazioni di colore dell’urina.

Defecazione

  • Quantità e tipo di feci emesse.
  • Tenesmo – Atteggiamento di defecazione (o urinazione) non accompagnato da emissione di feci (o urina).
  • Stipsi, diarrea.
Cane: tenesmo.

Cane: tenesmo.


Esame obiettivo particolare – ispezione

Ispezione → Valutazione regionale mediante percezione visiva ed olfattiva.

semplice
Posizione, sede, grandezza, volume, estensione, forma, limiti, aspetto della superficie, colore, movimenti attivi, tessuti circostanti, rapporto con le regioni vicine.

strumentale
Si effettua con l’ausilio di apparecchi che possono servire ad ingrandire o, mediante illuminazione, ad ispezionare canali o cavità.

Ispezione del condotto uditivo esterno nel cane mediante otoscopio.

Ispezione del condotto uditivo esterno nel cane mediante otoscopio.


Esame obiettivo particolare – palpazione

Si raccolgono dati soggettivi del paziente.

Ci sono quattro tipi di palpazione:

  • Palpazione immediata diretta o semplice.
  • Palpazione mediata o strumentale.
  • Palpazione mista.
  • Palpazione in anestesia o con l’effetto di tranquillanti.
Palpazione di strutture anatomica nel canale pelvico mediante esplorazione rettale.

Palpazione di strutture anatomica nel canale pelvico mediante esplorazione rettale.


Esame obiettivo particolare – palpazione (segue)

Palpazione immediata diretta o semplice:
Manuale, bimanuale, digitale, bidigitale, a mani sovrapposte, a mani contrapposte o combinata.

Dell’organo si controlla: sede, posizione, volume, forma, superficie, aderenze, movimenti passivi, stato dei tessuti circostanti.

Con la tecnica bimanuale si controlla: la consistenza, fremiti, sfregamenti, crepitii, sensazioni di scroscio (fratture) o di neve pigiata (pneumoderma).

Palpazione addominale bimanuale nel cane.

Palpazione addominale bimanuale nel cane.


Esame obiettivo particolare – palpazione (segue)

Palapazione mediata o strumentale:
Con l’uso di strumenti: specilli, cateteri.

Palpazione mista:
Con e senza strumenti.

Palpazione in anestesia o con l’impiego di tranquillanti:
manualità difficili da effettuare perché dolorose;
pazienti particolarmente poco collaborativi;
determinazioni fini.

Cane: cateterismo urinario. Questa procedura può essere impiegata anche a scopo palpatorio (calcolosi uretrale).

Cane: cateterismo urinario. Questa procedura può essere impiegata anche a scopo palpatorio (calcolosi uretrale).


Esame obiettivo particolare – percussione

Serve a riconoscere, attraverso la risonanza, i limiti e consistenza di organi o di masse situate nei vari strati della zona che percuotiamo.

I suoni possono essere: soprachiaro, chiaro, ottuso, subottuso, timpanico, metallico, anforico, cavernoso, rumore di monete, rumore di pentola fessa.

  • Percussione immediata.
  • Percussione mediata digito-digitale.
  • Percussione armata.
Martelletto (A) e plessimetro (B) impiegati per la percussione armata nei grossi animali.

Martelletto (A) e plessimetro (B) impiegati per la percussione armata nei grossi animali.


Esame obiettivo particolare – ascoltazione

Percezione di suoni e rumori organici di scarsa intensità.

Ascoltazione immediata e mediata.
Stetoscopio e fonendoscopio.


Esame obiettivo particolare – misurazione

Intesa in senso critico e comparativo (volume di certe tumefazioni, ecc.):

  • granello di sabbia < 1 mm;
  • capocchia di spillo 1 – 2 mm;
  • grano di miglio;
  • di canapa;
  • granturco;
  • noce avellana;
  • noce di Sorrento;
  • uova di piccione;
  • di tacchino;
  • di gallina;
  • arancia;
  • testa di bambino;
  • testa di uomo.

Esami collaterali

Sempre dopo ed a completamento dell’esame clinico.

  • Esami strumentali:
    • Esame radiologico, ecografico, e.e.g., e.c.g., e.m.g., tc, rm, etc.
  • Esami di laboratorio:
    • emocromo, ematochimica, esami delle urine, delle feci, del l.c.r., del liquido sinoviale, istopatologico, citopatologico, prove immunologiche, etc.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion