Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Lorella Severino » 12.Residui I


Uso di sostanze ad attività farmacologica nel settore zootecnico

  • Profilattico
  • Terapeutico – mangimi medicati, additivi, ecc.
  • Auxinico – sostanze illecite
    • ormoni steroidei
    • anabolizzanti naturali
    • anabolizzanti di sintesi
    • agenti di ripartizione
    • antitiroidei
    • somatotropina

Rischi da residui

  • Antibiotici: fenomeni allergici, resistenza batterica.
  • Anabolizzanti: effetti ormonali secondari, effetti cancerogeni.
  • Beta-agonisti: intossicazioni acute, down regulation (depressione genica dei recettori per i beta-agonisti).
  • Somatotropine:fattore di crescita insulina-simile, somatomedine (lesioni tumorali?, leucemia?).
  • Pesticidi: cancerogenicità, teratogenicità, mutagenicità.
  • Micotossine: cancerogenicità, mutagenicità, immunosoppressione.
  • Metalli pesanti: effetti tossici vari.
  • Diossine: cancerogenicità, teratogenicità, immunosoppressione, disendocrinie, disturbi neurocomportamentali, ecc.

Definizioni

  • Residuo: qualsiasi sostanza chimica (principio attivo e/o metaboliti) estranea (sia qualitativamente che quantitativamente) alla naturale composizione di una derrata e perciò potenzialmente in grado di causare effetti negativi diretti e/o indiretti sulla salute del consumatore.
  • Limite massimo residuale: quantità massima di residuo di farmaco x, (intesa come somma del principio attivo e/o dei suoi metaboliti) che può essere tollerata in un alimento di origine animale. I limiti massimi residuali sono determinati in maniera tale che l’assunzione giornaliera di residui di un principio attivo x non superi, nell’uomo consumatore di alimenti di o.a., la dose giornaliera accettabile stabilita per il principio attivo x.
  • Dose giornaliera accettabile (DGA o ADI): quantità di sostanza che un uomo può assumere quotidianamente, anche per tutta la vita,senza correre apprezzabili rischi per la propria salute. La dose giornaliera accettabile si calcola a partire dalla dose senza effetto ottenuta attraverso studi di tossicità cronica compiuti in animali da esperimento.
  • Dose senza effetto (DSE o NOEL): quantità massima di sostanza, espressa in mg/kg/die, somministrata ripetutamente (esposizione cronica o subcronica) ad animali da laboratorio (in genere si usa la specie animale più sensibile a quella determinata sostanza ), alla quale non si osserva nessun effetto tossico.

Dose giornaliera accettabile

  • Per ottenere la DGA, la dose senza effetto viene abbattuta per un fattore di sicurezza che varia da 100 a 10.000.
  • 10 = fattore massimo della variabilità interspecifica.
  • 10 = fattore massimo della variabilità intraspecifica.
  • 10 = fattore dell’estrapolazione da una sperimentazione subcronica a quella cronica.
  • 10 = quando non si dispone del NOAEL bensì del LOAEL ( dose più bassa alla quale è stato osservato un effetto sfavorevole ).

Quantitativi teorici di alimenti di O.A. assunti quotidianamente da un individuo


DSE-DGA-LMR


Ministero della salute


Settori

  • Bovino – suino – ovicaprino – equino
  • Avicolo
  • Acquacoltura ( trote, anguille, specie eurialine )
  • Conigli
  • Selvaggina
  • Latte
  • Uova
  • Miele

Autorizzazione alla produzione e commercializzazione del farmaco veterinario

  • Studi tossicologici su animali da esperimento
  • Studi farmaco – tossicocinetici e farmaco – tossicodinamici sulle specie animali nelle quali si intende usare il farmaco
  • Studi sulla tossicità dei metaboliti
  • Studi di cancerogenicità e mutagenicità
  • Studi sulla riproduzione e sul comportamento
  • Studi comparati sul destino metabolico dei farmaci in varie specie animali
  • Studi sull’impatto ambientale
  • Proporre un MRL
  • Indicare una metodologia valida per la ricerca dei residui
  • Indicare il tempo di sospensione

Ministero della Salute → Omologazione → Industria farmaceutica

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion