Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Lorella Severino » 14.Tossicità dei pesticidi


Pesticidi

Con il termine pesticida si intende una vasta categoria di prodotti chimici utilizzati allo scopo di eliminare agenti infestanti che provocano danni alle coltivazioni (insetti, miceti, erbe infestanti, molluschi, ecc…) agli animali domestici (insetti, parassiti, ecc..), agli alimenti immagazzinati (roditori, muffe, ecc..) e all’uomo.

In base agli usi, i pesticidi vengono classificati infatti in:

  • insetticidi;
  • rodentici;
  • erbicidi;
  • molluschicidi;
  • nematocidi;
  • fungicidi;
  • acaricidi.

Tossicità dei pesticidi e competenza veterinaria

Tossicologia veterinaria

A causa della scarsa selettività nei confronti del “pest” i pesticidi possono, accidentalmente, causare intossicazione negli animali domestici sia di affezione che da reddito.

Tossicologia degli alimenti

Poiché molti pesticidi sono correlati ad eventi di tossicità cronica la possibilità che residui di pesticidi possano arrivare in maniera ripetuta all’uomo attraverso gli alimenti di origine animale assume preoccupante interesse, in particolare per quei composti caratterizzati da notevole stabilità ambientale e scarsa biodegradabilità.

Tossicologia ambientale


Episodi di avvelenamento acuto da pesticidi nell’uomo

  • California (23.000.000 di abitanti) 1.355 casi nel 1985.
  • Sri Lanka (14.000.000 di abitanti) 13.000 casi per anno dal 1975-1980.
  • L’ONU stima che ogni anno ben 40.000 persone muoiono a causa dei pesticidi e oltre 2.000.000 ne vengono danneggiate.

Tossicità cronica di alcuni pesticidi

Cancerogeni

  • lindano*;
  • dieldrin*;
  • metilparathion*.

Mutageni

  • dieldrin;
  • DDT*;
  • diclorvos;
  • malathion;
  • captan;
  • ciclopentadieni*;
  • fenilalchiluree;
  • sulfallate;
  • diallate.

* Banditi dalla CEE da oltre 3 anni; alcuni composti rivestono interesse tossicologico per la loro elevata persistenza ambientale.

Tossicità cronica di alcuni pesticidi

Teratogeni

  • carbaryl;
  • leptophos;
  • malathion;
  • diazinon.

Altri effetti tossici dei pesticidi possono essere:

  • immunosoppressione;
  • sensibilizzazione allergica;
  • fotosensibilizzazione;
  • attività estrogeno-simile;
  • neurotossicità ritardata;
  • induzione enzimatica.

Percentuali delle intossicazioni sospette dovute alle differenti classi di pesticidi (C.N.I.T.V.1990-1994)


Modalità di avvelenamento negli animali da reddito.

Per ingestione di:

  • foraggi trattati in campo;
  • foraggi contaminati in campo in corso di trattamenti eseguiti su altre colture;
  • mangimi e foraggi contaminati durante la conservazione per trattamenti con antiparassitari e/o rodenticidi;
  • alimenti contaminati durante le disinfestazioni dei ricoveri;
  • acqua di bevanda contaminata per trattamento diretto ad es. contro le larve di zanzare o le infestazioni acquatiche in genere o per percolazione o dilavamento verticale del terreno fino al raggiungimento delle falde freatiche;
  • foraggi o acqua accidentalmente contaminati perchè contenuti in recipienti usati in precedenza per il trasporto o la miscelazione di formulati commerciali a base di pesticidi.

Per contatto diretto:

  • trattamenti antiparassitari topici (spraizzazioni, irrigazioni, polverizzazioni);
  • contaminazione di animali presenti nei ricoveri durante le operazioni di disinfestazione;
  • contaminazione di animali in corso di trattamenti agricoli eseguiti con mezzo aereo.

Per inalazione di composti volatili.

Pesticidi


Classificazione di alcuni pesticidi in base al meccanismo d’azione sugli organismi bersaglio (pest)

Insetticidi

  • Composti organoclorurati => interferiscono con la trasmissione assonica dell’impulso;
  • composti organofosforati => inibitori diretti dell’acetilcolinesterasi;
  • piretroidi=> interferiscono con la trasmissione assonica dell’impulso;
  • carbamati => inibitori diretti dell’acetilcolinesterasi;
  • cartap e nicotina => combinazione con il recettore colinergico.

Erbicidi

  • Derivati dell’acido fenossiacetico => alterano il metabolismo degli acidi nucleici (erbicidi auxinomimetici) e quindi provocano un’anormale crescita del vegetale; nei mammiferi la tossicità è di tipo indiretto;
  • derivati del dipiridilium => alterano il trasporto elettronico nella fotosintesi e, nei mammiferi, a livello di membrana cellulare (-ROS);
  • triazine, uree => inibiscono la fotosintesi e nei mammiferi causano, per lo più, danni di tipo cronico;
  • dinitrofenoli => disaccoppiano le fosforilazioni ossidative.

Classificazione di alcuni pesticidi in base al meccanismo d’azione sugli organismi bersaglio (pest)

Fungicidi

  • Ditiocarbamati => inibiscono le sintesi lipidiche.

Rodenticidi

  • Anticoagulanti => interferiscono con il processo di coagulazione;
  • fluoroacetati => inibiscono il ciclo di Krebs;
  • stricnina => inibisce i neuroni inibitori;
  • ANTU (α-naftiltiourea) => aumenta la permeabilità dei capillari polmonari.
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion