Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Scienze Politiche
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Marco Musella » 7.L'equilibrio di un'impresa in monopolio


L’equilibrio di un’impresa in monopolio

Inquadramento dell’argomento

  • Dopo la concorrenza considereremo il monopolio.
  • Si tratta di una forma di mercato caratterizzata dalla presenza di una solo impresa.
  • Il monopolio è, dunque, per certi versi il caso opposto alla concorrenza perfetta.

Monopolio

  • Una forma di mercato caratterizzata dalla presenza di un solo imprenditore e di così elevate barriere all’entrata che è praticamente impossibile l’ingresso di nuove imprese.
  • Il prodotto è omogeneo e non di facile sostituzione con altri prodotti e l’informazione è perfetta.

La determinazione del prezzo in monopolio

  • In monopolio il prezzo viene, in qualche modo, fissato dal produttore.
  • Egli ha di fronte a sé l’intera curva di domanda del mercato. Essa è l’unico vincolo di cui deve tener conto nella fissazione del prezzo.
  • Il monopolista sceglierà il prezzo in modo da massimizzare il profitto.

Ricavo medio e ricavo marginale in monopolio


Ancora sul ricavo marginale in monopolio


Equilibrio dell’impresa in concorrenza perfetta

Per individuare la quantità di equilibrio – cioè quella per la quale l’impresa in concorrenza perfetta massimizza il profitto dobbiamo unire il grafico dei costi di breve periodo della precedente lezione e quello dei ricavi.

L’equilibrio si avrà nel punto in cui il ricavo marginale è uguale al costo marginale perché solo se l’impresa produce la quantità individuata dal punto E (figura 2) sta sfruttando tutte le opportunità di profitto. A condizione che il prezzo sia maggiore del costo medio.

Figura 2. Equilibrio dell’impresa in concorrenza perfetta.

Figura 2. Equilibrio dell'impresa in concorrenza perfetta.


Il profitto

Il profitto (π) è la differenza tra ricavi e costi.
Profitto totale πtot = RT – CT

Profitto medio πme = p – AC

Figura 3. Rappresentazione grafica del profitto medio e totale.

Figura 3. Rappresentazione grafica del profitto medio e totale.


  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion