Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Scienze Politiche
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Marco Musella » 1.Nozioni di matematica per l'economia


La misurabilità delle grandezze economiche

  • Le grandezze economiche sono misurabili quasi sempre
  • Quando non è possibile misurarle direttamente, si può procedere attraverso proxy (cioè utilizzando i valori delle grandezze misurabili come approssimazione del valore di quelle non misurabili)
  • La misurabilità delle grandezze macroeconomiche comporta la possibilità di utilizzare su di esse tutte quelle procedure di “trasformazione” dei numeri reali proprie della matematica, a partire dalle quattro operazioni

Le 4 operazioni di matematica e le loro combinazioni – nozioni introduttive

  • Le grandezze economiche possono essere:
    • addizionate
    • sottratte
    • moltiplicate
    • divise
  • Le quattro operazioni possono essere riconducibili a due
  1. Sottrazione
  2. Divisione

1. La sottrazione

  • La sottrazione non è che una somma: si chiama differenza di due numeri p e s, la somma del primo (Π) e dell’opposto del secondo (-σ)

(1)  Π – σ = Π + (-σ)

2. La divisione

La divisone, poi, può essere ricondotta ad una moltiplicazione:

  • chiamasi quoziente di due numeri β e τ  il prodotto del β primo per il reciproco del secondo

La nozione di funzione – cenni generali

  • L’economia politica spesso si propone di “spiegare” gli accadimenti della vita economica attraverso l’individuazione di relazioni tra grandezze. Il concetto di funzione è di grande ausilio a tal fine.
  • La funzione è una regola che consente, dati due insiemi X e Y, di individuare per ciascuno degli elementi appartenenti a un insieme X (detto insieme di definizione) uno, e non più di uno, elemento dell’insieme Y (detto insieme dei valori).
  • Le funzioni di una variabile hanno il grandissimo pregio di poter essere rappresentate graficamente utilizzando un sistema di assi cartesiani.

La nozione di derivata – cenni generali

  • Il concetto di derivata di una funzione è molto fecondo in tutte le scienze nelle quali si studia il comportamento di grandezze che possono essere trattate nel continuo, cioè messe in corrispondenza con i numeri reali.
  • Essa è indispensabile per comprendere in modo pieno alcune nozioni (per esempio, la nozione di marginalità e di elasticità).
  • si dice derivata di una funzione f (x) nel punto x il limite, se esiste ed è finito, del rapporto incrementale, ottenuto facendo tendere a zero l’incremento, h, della variabile indipendente.
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion