Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Angelina Lombardi » 13.In laboratorio – III Esperienza: uso di indicatori cromatici: titolazione acido forte – base forte.


Le burette

Lo scopo di questa esercitazione è la determinazione della concentrazione di una soluzione mediante la tecnica della titolazione.
In particolare, si effettuerà una titolazione acido-base, titolando l’acido cloridrico con idrossido di sodio. Il raggiungimento del punto equivalente sarà evidenziato mediante l’uso di un indicatore di pH.

È importante ricordare che, trattandosi di esperienze quantitative, è opportuno che la vetreria utilizzata sia pulita ed asciutta.

In questa esercitazione si userà la buretta, un tubo graduato, fornito di un rubinetto di erogazione. La scala graduata varia a seconda del diametro e della capacità.

La faccia interna del tubo, opposta alla calibrazione, è provvista di una linea verticale scura, su fondo bianco, per consentire una più agevole ed accurata lettura in corrispondenza del menisco.

Per leggere il livello del liquido di una buretta è importante che l’occhio si trovi a livello per evitare l’errore dovuto alla parallasse.

Burette

Burette

Lettura del volume in corrispondenza del menisco

Lettura del volume in corrispondenza del menisco


Riempimento della buretta

Per ogni titolazione è necessario :

  • ambientare, ovvero risciacquare la buretta con circa 10 ml della soluzione di acido (o di base) con cui va poi riempita;
  • inserire le burette nelle pinze di sostegno;
  • riempire la buretta oltre lo zero, assicurandosi che il rubinetto sia chiuso correttamente, aiutandosi con un imbuto;
  • eliminare eventuali bolle d’aria presenti nel gambo, aprendo e chiudendo velocemente il rubinetto;
  • azzerare la buretta facendo coincidere il menisco con la linea dello zero (ossia, facendo fluire l’eventuale eccesso di soluzione, presente al di sopra della tacca corrispondente allo zero, nel becher di raccolta).
Pinza di sostegno
Riempimento della buretta
Riempimento della buretta

Indicatori acido/base

Si effettuerà la titolazione di una soluzione di HCl a concentrazione incognita con una soluzione di NaOH a concentrazione esattamente nota utilizzando fenolftaleina come indicatore.

***
***

La fenolftaleina è incolore in ambiente acido ed assume una colorazione rosso fucsia in ambiente basico.

***
***
***

Se in una soluzione acida, contenete l’indicatore fenoftaleina, viene aggiunta goccia a goccia la soluzione di NaOH si osserva una colorazione rosa fucsia, nel punto in cui cade la goccia di NaOH. Ciò accade in quanto localmente il pH è fortemente basico, e quindi la fenoftaleina si colora. Mescolando la soluzione, la colorazione scompare.

Colorazione della fenolftaleina in soluzioni a differenti pH

Colorazione della fenolftaleina in soluzioni a differenti pH

Goccia di NaOH a contatto con la soluzione di HCl, contenente fenolftaleina

Goccia di NaOH a contatto con la soluzione di HCl, contenente fenolftaleina


Titolazione acido forte/base forte

Per effettuare l’esperimento dobbiamo in sequenza:

  1. preparare una buretta con la soluzione di NaOH;
  2. preparare una buretta con la soluzione di HCl;
  3. prelevare un volume noto di HCl in un becher ed aggiungervi 1-2 gocce dell’indicatore fenolftaleina;
  4. porre il becher con la soluzione di HCl sotto la buretta contenente la soluzione di NaOH;
  5. aggiungere goccia a goccia la soluzione di NaOH nel becher, agitando lentamente la soluzione con una bacchettina di vetro;
  6. sospendere l’aggiunta della soluzione di NaOH quando la soluzione diventa rosa pallido, ovvero si osserva il viraggio dell’indicatore;
  7. annotare il volume di NaOH aggiunto, che rappresenta il volume equivalente della titolazione.

Poiché ogni misura sperimentale è affetta da un certo grado di incertezza, è opportuno effettuare la titolazione almeno 3 volte, usando differenti volumi iniziali di HCl. A questo punto sono stati raccolti i dati necessari per la determinazione della concentrazione della soluzione di HCl.

Titolazione di una soluzione di HCl con una soluzione di NaOH

Titolazione di una soluzione di HCl con una soluzione di NaOH

Raggiungimento del punto equivalente

Raggiungimento del punto equivalente


Conoscenze ed abilità acquisite

Al termine di questa esperienza lo studente dovrebbe essere capace di:

  • Utilizzare in maniera corretta la buretta.
  • Utilizzare opportunamente gli indicatori cromatici di pH.
  • Valutare ed annotare con cura i dati sperimentali necessari alla determinazione richiesta dall’esperienza.
  • Elaborare i dati sperimentali raccolti, ponendo attenzione alle cifre significative.
  • Valutare in maniera critica i risultati ottenuti da ciascuna misura sperimentale.
  • Determinare la concentrazione di una soluzione contenente un acido forte o una base forte, mediante la tecnica della titolazione.

I materiali di supporto della lezione

Il protocollo dettagliato per eseguire l'esperienza è riportato nella scheda allegata: In laboratorio – III e V esperienza.

Esperienza di laboratorio

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion