Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Mettivier » 6.Dicom


Dicom

Le immagini mediche digitali erano inizialmente immagazzinate in formati differenti definiti dalle compagnie produttrici dell’hardware.
Questo creava dei problemi nei grandi dipartimenti con apparati diversi.

Introduzione

Con l’introduzione della Computed Tomography (CT) seguita da altre modalità di diagnostica digitale negli anni 1970, e il crescente uso dei computer nelle applicazioni cliniche, l’American College of Radiology (ACR) e la National Electrical Manufacturers Association (NEMA) riconobbero l’emergente bisogno di un metodo standard per il trasferimento delle immagini e delle informazioni associate alle immagini tra gli strumenti realizzati da diversi produttori.

American College of Radiology

L’American College of Radiology (ACR), fondata nel 1923, è una organizzazione no-profit delle professioni mediche composta da radiologi, oncologi, radioterapisti, medici nucleari e fisici medici. L’organo di informazione è il Journal of the American College of Radiology (JACR).
Il suo scopo è di massimizzare la qualità dei servizi di radiologia, di medicina nucleare e di fisica medica tramite:

  • facendo ricerca nella scienza radiologica;
  • migliorando le cure fornite ai pazienti;
  • migliorando la gestione socio-economica della pratica radiologica;
  • aggiornando i radiologi e i tecnici di radiologia.

National Electrical Manufactures Association

National Electrical Manufacturers Association (NEMA), creata nel 1926 dall’unione dell’Electric Power Club e dell’Associated Manufacturers of Electrical Supplies, fornisce un forum per la standardizzazione delle attrezzature elettriche, incoraggiando i consumatori a scegliere tra un range di prodotti sicuri, funzionanti e compatibili.

Dicom

L’ACR e la NEMA formarono una commissione congiunta nel 1983 per sviluppare uno standard con lo scopo di:

  • Permettere lo scambio dell’informazione associata alle immagini digitali, indipendentemente dal produttore del dispositivo;
  • Facilitare lo sviluppo e l’espansione di Picture Archiving and Communication Systems (PACS) che potessero interfacciarsi anche con altri sistemi informativi dell’ospedale;
  • Permettere la creazione di database di informazioni diagnostiche.

Dicom Standard

Questo standard è stato sviluppato in collaborazione con altre Organizzazioni come il CEN TC251 in Europa e il JIRA in Giappone e sotto il controllo anche di altre organizzazioni come IEEE, HL7 ed ANSI.

Storia

Da questa collaborazione venne pubblicato nel 1985 l’ACR-NEMA Standards Publication No. 300-1985, che fu indicato come versione DICOM 1.0.

A questo seguirono altre due revisioni: N° 1, datata Ottobre 1986 e la N° 2, datata Gennaio 1988.

In particolare la ACR-NEMA Standards Publication No. 300-1988, fu indicata come la versione DICOM 2.0 ed include la versione 1.0 e le successive revisioni.
In più prevede la gestione dei dispositivi di visualizzazione, introduce un nuovo schema per identificare una immagine, e aggiunge i data elements per aumentare le specificità nella descrizione dell’immagine.

Scopo e campo di applicazione

Nel 1993 l’ACR e il NEMA pubblicarono un’altra revisione, chiamata DICOM 3.0, che poteva essere usata in un ambiente basato sulla rete.

Lo standard DICOM 3.0, oltre a comprende sia i protocolli di comunicazione che il formato dei file, fornisce anche le fondamenta per il trasferimento tra sistemi delle immagini mediche digitali.

Scopo e campo di applicazione

Un file DICOM contiene una sezione File Media Information all’inizio del file seguita da elementi di dati multipli. Essa costituisce l’header del file.

Lo standard DICOM 3.0 facilita l’interoperabilità delle apparecchiature per il medical imaging specificando:

  • l’insieme dei protocolli per le comunicazioni su rete.
  • la sintassi e la semantica dei comandi e delle informazioni associate che potevano essere scambiate usando questi protocolli.
  • l’insieme dei media storage services per i mezzi di comunicazione, come ad esempio il File Format e la medical directory structure per facilitare l’accesso alle immagini e alle relative informazioni immagazzinate sui supporti di scambio.

Definizioni

Information Object: Astrazione di una informazione reale (ad esempio, immagini CT, Report strutturato, ecc).

Information Object Class: Una descrizione formale di un Information Object che comprende una descrizione delle sue finalità e gli attributi che possiede. Essa non comprende i valori per questi attributi. Questo termine formale è conosciuto come un Service-Object Pair Class o più comunemente come una classe SOP.

Information Object Instance: Rappresenta un evento associato ad un Information Object, che comprende i valori degli attributi definiti dall’Information Object Class a cui l’oggetto appartiene. Questo termine formale è conosciuto come un Service-Object Pair Instance o più comunemente come SOP Istance.

Attribute: Proprietà dell’Information Object definiti nell’Information Object Class. Un attributo ha un nome e un valore che sono indipendenti da qualsiasi schema di codifica.

Definizioni (segue)

Command: Una richiesta di operare su informazioni attraverso una rete.

Command Element: Una codifica di un parametro di un Command che esprime il valore di questo parametro.

Command Stream: Il risultato della codifica di un insieme di Command Element.

Definizioni (segue)

Data Dictionary: Un registro di Data Element che assegna un tag univoco, un nome, le caratteristiche del valore, e la semantica di ogni Data Element.

Data Element: Una unità dell’informazione come è definita da una singola entry nel data dictionary.

Data Set: Un insieme strutturato di Attributes. Il valore di ogni Attribute in un Data Set è espresso come un Data Element.

Data Stream: il risultato della codifica di un Data Set utilizzante lo schema di codifica DICOM.

Definizioni (segue)

Message: Una unità di dati scambiato tra due applicazioni DICOM cooperanti. Un Message è composto da un Command Stream seguito da un Data Stream opzionale.

Service Class: Descrizione strutturata di un servizio che è supportato da applicazioni DICOM cooperanti utilizzanti specifici DICOM Commands agenti su una specifica classe di Information Object.

Conformance Statement: Una dichiarazione formale che descrive una specifica implementazione del prodotto che utilizza lo standard DICOM. Esso specifica le Service Class, gli Information Object, e i Communication Protocols supportati.

Attributi del paziente


  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion