Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Walter Balzano » 1.Introduzione


Introduzione

  • Fasi dell’era digitale
  • Definizioni ed Evoluzione dei D.B.
  • Query e tipologia della query
  • Media e Multimedia
  • RDBMS
  • IR e MIRS

Fasi dell’era digitale

Fasi dell’era digitale.

Fasi dell'era digitale.


Definizioni ed Evoluzione dei D.B.

Definizioni ed Evoluzione dei D.B.

Definizioni ed Evoluzione dei D.B.


Query

Alcuni esempi di Query

  • Qual è la data di nascita di Giuseppe Garibaldi?
  • Quali sono i titoli dei Film in cui Robert De Niro ha una camicia verde?
  • Qual è il titolo del brano musicale di cui possiedo solo un file mp3 senza altre info?
  • Nel mio D.B., quali sono le fotografie in cui piove?
  • Nel mio D.B., quali sono le fotografie in cui c’è un cane?
  • In quale video ci sono persone che si muovono in modo circospetto?

Alcune tipologie di Query

  • Spazio/Temporali.
  • Similitudine.

Tipologia della query

Tipologia delle Query.

Tipologia delle Query.


Media & Multimedia

Media: tipi di informazione o rappresentazione come dati alfanumerici, immagini, audio, video.

Una comune classificazione è basata su:

  • formati fisici;
  • relazioni con dimensione temporale:
    • statici: essi non possiedono una dimensione temporale e quindi il loro contenuto ed il loro significato non ha alcuna dipendenza dal tempo. Esempi di Media statici sono i grafici e le immagini fotografiche;
    • dinamici: possiedono una dimensione temporale ed il loro significato e la loro correttezza dipende dalla velocità con cui vengono rappresentati. Esempi di Media dinamici sono le animazioni, l’audio ed i video.

MultiMedia: Raccolta di tipi di media usati contemporaneamente.

RDBMS

Gli RDBMS (Relational DBMS) costituiscono la tipologia maggiormente diffusa di DBMS

Struttura tabulare (Righe x Colonne):

  • righe → elementi di informazione o record;
  • colonne → attributi o campi.

Esempio

Stu# → 10
Name → Lew, Tom
Address → 2 Main St. Churchill, Australia

SQL

L’ SQL (Structured Query Language) è utilizzato per la creazione delle tabelle, per l’iserimento ed il reperimento degli elementi dal DataBase.

select name
from STUDENT
where stu#=32

BLOB

Il BLOB (Binary Large Objects) è una stringa binaria di lunghezza variabile che si utilizza per la memorizzazione di dati in formato binario come immagini.

Nota: sul BLOB non è possibile formulare un pattern di ricerca.

create table STUDENT (
stu# integer,
name char(20),
address char(100),
picture BLOB);

OODBMS

OODBMS (Object-Oriented DBMS) è un tipo di DBMS orientato ad Oggetti.

Esso combina le capacità dei DataBase con le note proprietà degli Object Oriented (incapsulamento, eredità,…)

Nota: La differenza sostanziale tra un BLOB ed un “oggetto” è che l’ “oggetto” è propriamente definito è consente pertanto operazioni sulle sue proprietà (il BLOB invece no).

OODBMS:  un semplice esempio di struttura.

OODBMS: un semplice esempio di struttura.


IR (Information Retrieval)

  • Costituiscono una parte rilevante tra i sistemi di recupero delle informazioni.
  • Essi operano prevalentemente in modalità testuale, ma possono essere ugualmente impiegati in ambito multimediale poiché:
    • occorre prendere atto della gran mole di documenti testuali già esistenti;
    • mediante il testo è possibile fornire una descrizione (Annotazione) ai vari media (Audio, Immagini, Video) per permetterne, così, le successive consultazioni.

Limiti degli IR

  • L’Annotazione è per la gran parte manuale (e quindi dispendiosa in tempo).
  • L’Annotazione è incompleta e soggettiva.
  • Le query sono esclusivamente testuali.
  • Molti oggetti sono difficili da descrivere (Textures, Oggetti di forme varie, …).

MIRS: funzionamento

Schema di funzionamento di un MIRS.

Schema di funzionamento di un MIRS.


MIRS: Peculiarità

Alcune peculiarità in un MIRS:

  • Query su metadati (nome_autore, data_creazione,…)
  • Query su annotazioni (Con riferimento al testo descrittivo (inserito manualmente) relativo all’oggetto considerato)
  • Query su modelli di dati o caratteristiche (Con riferimento ad una caratteristica come la distribuzione del colore, …)
  • Query su esempi

Esempio: ricercare un oggetto multimediale, specificando un oggetto similare (come un’immagine, un suono, un disegno).

  • Query su applicazioni specifiche

Esempio: ricercare qualcosa mediante informazione molto specifiche e dettagliate, come la grandezza di un oggetto oppure l’età di una persona.

Applicazioni dei MIRS

  • Medicina: Es.: Confronto dell’ecografia di un paziente con tutto il D.B. delle ecografie.
  • Sicurezza. Es.: Riscontro della foto di una persona con un D.B. di ricercati.
  • Didattica. Es.: ricercare il nome di un animale di cui si possiede solo una foto e/o registrazione del suo verso.
  • Editoria. Es.: ricercare una persona di cui non si conosce il nome ma l’immagine, tra i giornali, foto e filmati degli ultimi 20 anni.
  • Intrattenimento. Es.: cercare in un vasto D.B. un video divertente come quello appena visto.
  • Copyright. Es: cercare in un D.B. di brevetti eventuali oggetti simili a quello che dovrebbe essere brevettato.
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion