Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Sociologia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Enrico Rebeggiani » 3.Le forme di integrazione tra economia e società: 1) La reciprocità e la redistribuzione


Tre forme di integrazione tra economia e società

Le forme di scambio

  • Scambio di mercato: scambi impersonali regolati da un’equivalenza numerica determinata dalla moneta.
  • Reciprocità: scambio non mediato dalla moneta tra soggetti che sono legati da vincolo extraeconomico.
  • Redistribuzione: si genere quando un centro politico è in grado di raccogliere delle risorse e di ridistribuirle secondo determinati criteri tra i membri di una data collettività.

Reciprocità: lo scambio sulla base di legami sociali

La reciprocità come forma d’integrazione

  • Quando prevale la reciprocità, beni e servizi vengono scambiati sulla base di aspettative di ricevere altri beni o servizi secondo modalità e tempi fissati da norme sociali condivise.
  • Queste si basano su istituzioni che le sostengono e sanzionano coloro che non le rispettano.
  • La reciprocità opera su e dentro i legami sociali particolari a differenza del mercato e dello stato che tendono a costruire transazioni universali e impersonali.

La reciprocità nei sistemi economici contemporanei

  • Gli scambi familiari e parentali
    • La famiglia come istituzione in cui sono radicati e si riproducono gli scambi di reciprocità secondo logiche non mercantili.
  • La reciprocità tra estranei
    • Le donazioni.
    • Il volontariato.
  • La creazione di fiducia
    • Il dono e la reciprocità come strumenti per creare la fiducia tra chi opera sul mercato.

La redistribuzione: solidarietà tra estranei

La redistribuzione come forma d’integrazione

  • I beni e i servizi vengono prodotti e allocati sulla base di norme che stabiliscono le modalità delle prestazioni lavorative, l’entità delle risorse che devono essere trasferite a un centro politico, il quale a sua volta le redistribuisce ai membri della società secondo determinate regole.
  • Dal punto di vista delle istituzioni che sostengono questa forma, è necessaria l’esistenza di un centro politico che disponga del potere per far accettare le modalità di trasferimento e allocazione dei beni.

La redistribuzione nei sistemi economici contemporanei

  • Il ruolo dello stato nei processi di redistribuzione della ricchezza
    • L’organizzazione statuale e la centralizzazione amministrativa permetta di regolare le attività economiche e di far rispettare, anche con la coercizione, i meccanismi di redistribuzione.
  • Meccanismi redistributivi pubblici
    • La politica fiscale: prelievo fiscale differenziato e trasferimenti monetari.
    • La politica sociale: fornitura di servizi sociali e sanitari, prestazioni previdenziali.

Conclusione

La compresenza di diverse forme di scambio nell’economia moderna

Oltre lo scambio di mercato

  • In un’economia moderna l’economia ruota intorno al mercato che costituisce l’elemento centrale e qualificante del sistema di produzione, distribuzione e consumo.
  • Ma economia e mercato non coincidono: reciprocità e redistribuzione continuano ad essere forme di scambio strutturate su logiche distinte, non orientate all’efficienza e in questo modo contribuiscono a rispondere a bisogni diversi.
  • Reciprocità e redistribuzione svolgono un ruolo nel contrastare o equilibrare le spinte desocializzanti e atomizzanti insite nello scambio di mercato.

Rappresentazioni grafiche delle forme d’integrazione secondo Karl Polanyi

1. Reciprocità: strutture simmetriche di scambio socialmente regolate.

Fonte: Carlo Trigilia, Sociologia economica, il Mulino, Bologna, 1998, p. 217.

2. Redistribuzione: strutture con un centro di potere che regola lo scambio.

Fonte: Carlo Trigilia, Sociologia economica, op. cit.

3. Scambio di mercato: strutture asimmetriche di scambio.

Fonte: Carlo Trigilia, Sociologia economica, op. cit.

1) Reciprocità: strutture simmetriche di scambio socialmente regolate
2) Redistribuzione: strutture con un centro di potere che regola lo scambio
3) Scambio di mercato: strutture asimmetriche di scambio

Prossima lezione

Le forme di integrazione tra economia e società: 2) Lo scambio di mercato

Lo scambio di mercato

  • Come funziona
  • Quali sono i requisiti
  • Quali sono i limiti

Le lezioni del Corso

I materiali di supporto della lezione

Bagnasco A, Barbagli M., Cavalli A., Sociologia. III Organizzazione sociale popolazione e territorio, Bologna, il Mulino, 2001 (pp. 19- 25)

Polanyi, La grande trasformazione, Torino, Einaudi, 1974

Carlo Trigilia, Sociologia economica, il Mulino, Bologna, 1998, p. 217

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion