Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Gianfranco Pecchinenda » 1.L'approccio fenomenologico allo studio della realtà sociale


L’approccio fenomenologico allo studio della realtà sociale: alcune questioni metodologiche

Approccio fenomenologico

L’approccio fenomenologico rappresenta uno dei modelli sociologici importanti da considerare nell’ambito di studi sulla comunicazione.La Fenomenologia può essere definita come lo studio di ciò che appare: «ciò che si manifesta nei contenuti delle percezioni e della coscienza» (Cavicchia Scalamonti – Pecchinenda, 2001) restando costantemente in dubbio e riconsiderando tutto ciò che diamo per scontato.

Antonio Cavicchia Scalamonti – Gianfranco Pecchinenda, Sociologia della Comunicazione. Media e Processi Culturali

Peter L. Berger – Thomas Luckmann, La realtà come costruzione sociale

Z. Bauman-T.May, Pensare sociologicamente

P. Berger, La sacra volta

Edmund Husserl

Epoché: metodo di riduzione sociologica

Questo approccio si costruisce intorno ad alcune delle idee principali di Edmund Husserl (1859-1938), in particolar modo diventa centrale il suo metodo dell’epoché. Epochè: “messa tra parentesi” di tutto ciò che si conosce del mondo.
Il metodo dell’epoché è un metodo di riduzione sociologica, basato sulla sospensione di tutte le nozioni si senso comune che ci accompagnano quotidianamente.

Intenzionalità della coscienza

Un altro concetto espresso da Husserl, che trova spazio nell’ambito dell’approccio fenomenologico è quello di intenzionalità della coscienza: per poter comprendere a pieno l’esperienza umana, è necessario tener presente che ogni atto di coscienza è sempre riferito ad uno specifico oggetto.

Province finite di significato

Secondo la prospettiva fenomenologica, la realtà si dissolve in una serie infinita di realtà multiple, che Alfred Schütz definisce province finite di significato: sotto-universi la cui realtà è definita dalle nostre esperienze.
Dunque il senso della realtà si manifesta con diversi gradi e modalità in ogni sotto-universo e tra essi quello che ha il maggior potere di stimolo è il modo delle cose fisiche.

Considerazioni conclusive

La lezione presenta in sintesi gli elementi principali dell’approccio fenomenologico allo studio della realtà sociale, con riferimenti particolari ad alcuni concetti elaborati da Edmund Husserl e Alfred Schütz.

Prossima lezione

Esteriorizzazione e Oggettivazione

Il processo di costruzione sociale della realtà

  • Interazione dialettica tra indivuduo e società
  • Momento dell’esteriorizzazione
  • Momento dell’oggettivazione

I materiali di supporto della lezione

Antonio Cavicchia Scalamonti – Gianfranco Pecchinenda, Sociologia della Comunicazione. Media e Processi Culturali, Napoli Ipermedium libri 2001

Peter L. Berger - Thomas Luckmann La realtà come costruzione sociale , Bologna Il Mulino 1997

P. Berger, La sacra volta, Milano Sugarco 1984

Z. Bauman-T.May, Pensare sociologicamente Napoli Ipermedium libri 2003

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion