Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Sociologia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Antonello Giugliano » 2.Cenni storici sulle origini e gli sviluppi della «consulenza filosofica»


Pionieri, fondatori, continuatori e innovatori

Quattro esempi:

  • Hermann von Keyserling (1919).
  • Gerd B. Achenbach (1987).
  • Ran Lahav (1995).
  • Lou Marinoff (1999).

La «consulenza filosofica» come (ripresa della) corrente antiaccademica

Metafisica della vita e della Weltanschauung vs. filosofia accademico-scientifica

  • La filosofia in quanto interrogazione intorno al senso e al non-senso della vita e dell’esistenza e quale sapere pratico-concreto delle sue strutture prime e delle sue possibilità e posizioni ultime.
  • Contrapposizione a qualsiasi riduzione della filosofia a un sapere soltanto erudito-libresco e accademico-scientifico specialistico che non serva all’autocomprensione della vita e dell’esistenza.

La «saggezza» vissuta (la pratica filosofica) in lotta contro la «scienza» astratta (la filosofia universitaria)

  • Hermann von Keyserling (1919): «La via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo».
  • Gerd B. Achenbach (1987): «La filosofia che “non è” o “non è ancora” pratica sopravvive in un ghetto accademico, dove ha perduto il rapporto con qualsiasi problema che opprime realmente gli uomini. Questa alienazione, che produce sterilità nella filosofia e assenza di coscienza nella quotidianità, viene superata nella consulenza filosofica».

Weltanschauung e/o Worldview minimalistica

  • Ran Lahav (1995): «Da esperto nell’interpretazione delle visioni del mondo, il consulente filosofico aiuta i consultanti a scoprire i diversi significati che sono espressi nel loro modo di vivere e ad esaminare criticamente quegli aspetti problematici che esprimono i loro dilemmi».
  • Lou Marinoff (1999): «Plato, not Prozac!». «La consulenza filosofica è una “terapia per i sani”». «La pratica filosofica è un’idea antica — forse la seconda professione più antica del mondo — che è tornata di attualità».

Considerazioni provvisorie

Consulenza & pratiche filosofiche, un insieme composito

Al di là del comune tratto distintivo antiaccademico, estremamente diverse sono le modalità di presentarsi della «consulenza filosofica» nel suo recente sviluppo storico (comprendente pratiche filosofiche non solo individuali, ma anche sociali, di gruppo, pubbliche, aziendali, comunitarie, ludico-ricreative, etc.).

Prossima Lezione

Per una definizione terminologica e teorico-concettuale della «consulenza filosofica» e delle sue possibili configurazioni

  • Il panorama internazionale
  • Incidenza di molteplici sfumature linguistico-culturali nella definizione della «consulenza filosofica»
  • Orientamento filosofico ed esperienza dell’«Oriente»

I materiali di supporto della lezione

Hermann von KEYSERLING, Diario di viaggio di un filosofo (1919), vol. 1: L'India; vol. 2: Cina, Giappone, America, trad. it. e cura di G. Gurisatti, Vicenza, Neri Pozza, 1997-1998 (2004).

Gerd B. ACHENBACH, La consulenza filosofica (1987), trad. it. di R. Soldani, Milano, Apogeo, 2004.

Ran LAHAV, A Conceptual Framework for Philosophical Counseling: Worldview Interpretation, in: R. LAHAV & M. DA VENZA TILLMANNS, Essays on Philosophical Counseling, Lanham, University Press of America, 1995, pp. 3-24 (trad. it. in R. LAHAV 2004, cit.).

Lou MARINOFF, Platone è meglio del Prozac (1999), trad. it. di F. Saba Sardi, Casale Monferrato, Piemme, 2001 (200714).

Neri POLLASTRI, Il pensiero e la vita. Guida alla consulenza e alle pratiche filosofiche, Milano, Apogeo, 2004.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion