Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
I corsi di Sociologia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Antonello Giugliano » 5.Il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»


Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

Formulato in estrema sintesi, l’ambito specifico della «consulenza filosofica» – propriamente intesa – è costituito dalla chiarificazione, esplicitazione e interpretazione del senso della vita e dell’esistenza (umana e non-umana) individuale in quanto tale, ossia nella sua totalità fenomenica, vale a dire quale fenomeno singolare considerato non a partire da una esteriore e unilaterale prospettiva scientifico-esplicativa riduzionistica (che spiega cioè la totalità del fenomeno-esistenza ed il suo senso specifico complessivo riconducendolo solo ad un aspetto particolare e ad una causa particolare interna o esterna – per es., il peccato, la colpa, le pulsioni, il male, la malattia – sottostante alla peculiare fenomenicità del fenomeno stesso).

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • Questo ambito è quello proprio della «visione del mondo», cioè di tutte le possibili infinite posizioni che l’esistenza può occupare nel suo rapporto totale con il suo proprio sé, con quello degli altri e con il mondo.
  • Quindi non si tratta né di una tradizionale cura religioso-confessionale dell’anima e dello spirito, né di una cura medico-scientifica eziologico-analistica del corpo e della psiche.

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • Si tratta bensì di una chiarificazione ed esplicitazione ermeneutica della «visione-del-mondo» e precisamente del suo senso.
  • L’ermeneutica della «visione-del-mondo» si contrappone perciò sia alla teologizzazione che alla medicalizzazione psicoterapeutica della comprensione della struttura fenomenica dell’esistenza e dei suoi dilemmi.

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • «Questi dilemmi – e in generale il modo di vivere di una persona – possono essere visti come espressioni implicite della “filosofia personale” dell’individuo [...] “affermazioni” su se stessi e sul mondo»
  • «Vari aspetti della vita quotidiana possono essere interpretati come esprimenti visioni (filosofiche, empiriche) di se stessi e del mondo» (cfr. R. Lahav, op. cit., pp. 10-11).

Il principio dell’interpretazione della «visione del mondo»

«Consulenza filosofica» e «visione del mondo»

«Usando la nozione di visione del mondo per denotare la totalità (non necessariamente coerente o unitaria) di tali visioni individuali, questa idea può essere denominata principio dell’interpretazione della visione del mondo: essa implica che la vita quotidiana, con i dilemmi e i problemi che essa comporta, diventa un potenziale oggetto del filosofare» (cfr. R. Lahav, op. cit., pp. 11-12).

Prossima lezione

La questione della «visione del mondo»

La «visione del mondo» come quadro concettuale elettivo per la prassi specifica della «consulenza filosofica» e i suoi problemi

I materiali di supporto della lezione

Ran LAHAV, Un quadro concettuale per la consulenza filosofica: l'interpretazione della visione del mondo (1995), In: ID., Comprendere la vita. La consulenza filosofica come ricerca della saggezza, trad. it. di F. Cirri, Milano, Apogeo, 2004, pp. 9-36.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion