Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Antonello Giugliano » 5.Il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»


Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

Formulato in estrema sintesi, l’ambito specifico della «consulenza filosofica» – propriamente intesa – è costituito dalla chiarificazione, esplicitazione e interpretazione del senso della vita e dell’esistenza (umana e non-umana) individuale in quanto tale, ossia nella sua totalità fenomenica, vale a dire quale fenomeno singolare considerato non a partire da una esteriore e unilaterale prospettiva scientifico-esplicativa riduzionistica (che spiega cioè la totalità del fenomeno-esistenza ed il suo senso specifico complessivo riconducendolo solo ad un aspetto particolare e ad una causa particolare interna o esterna – per es., il peccato, la colpa, le pulsioni, il male, la malattia – sottostante alla peculiare fenomenicità del fenomeno stesso).

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • Questo ambito è quello proprio della «visione del mondo», cioè di tutte le possibili infinite posizioni che l’esistenza può occupare nel suo rapporto totale con il suo proprio sé, con quello degli altri e con il mondo.
  • Quindi non si tratta né di una tradizionale cura religioso-confessionale dell’anima e dello spirito, né di una cura medico-scientifica eziologico-analistica del corpo e della psiche.

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • Si tratta bensì di una chiarificazione ed esplicitazione ermeneutica della «visione-del-mondo» e precisamente del suo senso.
  • L’ermeneutica della «visione-del-mondo» si contrappone perciò sia alla teologizzazione che alla medicalizzazione psicoterapeutica della comprensione della struttura fenomenica dell’esistenza e dei suoi dilemmi.

Qual è il campo di intervento proprio della «consulenza filosofica»?

Su che cosa deve propriamente incidere la «consulenza filosofica»?

  • «Questi dilemmi – e in generale il modo di vivere di una persona – possono essere visti come espressioni implicite della “filosofia personale” dell’individuo [...] “affermazioni” su se stessi e sul mondo»
  • «Vari aspetti della vita quotidiana possono essere interpretati come esprimenti visioni (filosofiche, empiriche) di se stessi e del mondo» (cfr. R. Lahav, op. cit., pp. 10-11).

Il principio dell’interpretazione della «visione del mondo»

«Consulenza filosofica» e «visione del mondo»

«Usando la nozione di visione del mondo per denotare la totalità (non necessariamente coerente o unitaria) di tali visioni individuali, questa idea può essere denominata principio dell’interpretazione della visione del mondo: essa implica che la vita quotidiana, con i dilemmi e i problemi che essa comporta, diventa un potenziale oggetto del filosofare» (cfr. R. Lahav, op. cit., pp. 11-12).

Prossima lezione

La questione della «visione del mondo»

La «visione del mondo» come quadro concettuale elettivo per la prassi specifica della «consulenza filosofica» e i suoi problemi

I materiali di supporto della lezione

Ran LAHAV, Un quadro concettuale per la consulenza filosofica: l'interpretazione della visione del mondo (1995), In: ID., Comprendere la vita. La consulenza filosofica come ricerca della saggezza, trad. it. di F. Cirri, Milano, Apogeo, 2004, pp. 9-36.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion