Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Sociologia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Amalia Caputo » 1.Gli assunti di base


Introduzione

Il modulo ripercorre le classiche tappe di un percorso di analisi dei dati di una survey sociologica a partire dalla costruzione, dal trattamento ed dall’organizzazione della base empirica.
Saranno dapprima esposte le regole da seguire per l’effettuazione di una ricerca formalmente corretta; il modulo affronta, poi, il concreto funzionamento di ciascuna tecnica in relazione ai diversi tipi di variabili in un’ottica “critica”.

Il corso affronta quattro tematiche principali:

  • Fasi di survey sociologica;
  • Trattamento ed analisi dei dati(analisi monovariata, bivariata e trivariata);
  • Interpretazione dei risultati;
  • Diffusione dei risultati (report di ricerca).

Differenza tra metodo – tecnica – metodologia

Il primo passo da compiere, prima di affrontare i criteri da seguire e le principali tecniche utilizzate nell’analisi dei dati, è di effettuare una ricognizione dei significati attribuiti ad alcuni termini chiave della disciplina distinguendo tra: Metodo, Tecnica e Metodologia.

Metodo = procedure, regole, principi che consentono di conoscere/spiegare ordinare la realtà.

Tecnica = dal greco techné (capacità artistica tramandabile), strumento della ricerca scientifica, comprende le specifiche procedure, regole, principi che consentono di conoscere/spiegare ordinare la realtà. La tecnica è il risultato delle riflessioni sul metodo, comprende teoria e metodo è un “oggetto tangibile e disponibile”.

Metodologia = La ‘metodologia’ non è metodo e non è tecnica.

Il metodo

Il metodo


Metodologia

Parte della logica che ha per oggetto regole, principi metodici che sono alla base del metodo.

La ‘metodologia’ si interroga su quali sono i metodi e le tecniche per conoscere/spiegare la realtà.

Essa è meno rigorosa e più generale della logica formale, ha meno contenuto sostantivo …. Il metodologo non è un tecnico, non insegna ai ricercatori sociali come essi debbano procedere nell’effettiva conduzione di un’indagine” (Lazarsfeld 1955).

” per alcuni la metodologia sta a significare questionari, interviste ecc. per alcuni come per Durkheim e Parsons riguarda gli assunti e i concetti utilizzati per costruire una teoria. Noi la utilizziamo per indicare il sistematico esame delle procedure e delle modalità di spiegazione che vengono utilizzate nell’analisi dei dati empirici”. (Selvin 1958)

Origine del termine metodologia

Origine del termine metodologia


Il rapporto tra metodi e tecniche

L’essenziale del concetto di metodo sta nella scelta delle tecniche più adatte ad affrontare un problema cognitivo, nella capacità di modificare tecniche esistenti adattandole ai propri specifici problemi, e di immaginarne delle nuove. Una volta che una procedura nuova, o una modifica a una procedura esistente, è stata ideata e viene codificata e diffusa, essa diviene una tecnica a disposizione della comunità dei ricercatori. (Marradi 2007)

Perché i metodi? Perché le tecniche?

Nella ricerca sociale si parla di “metodi” e di “tecniche”.

Infatti

Mentre la riflessione sui metodi e sulle tecniche (metodologia) è unica, molteplici possono essere i metodi e le tecniche adottabili per giungere alla conoscenza/spiegazione la realtà.
Le scienze sociali, a differenza di quelle fisiche, sono multi paradigmatiche in quanto esistono due concezioni generali sulla natura della realtà sociale: il paradigma positivista e il paradigma interpretativista.
Ciò comporta che a ciascuna concezione sulla natura della realtà (paradigma) corrisponde un metodo differente e, quindi, tecniche differenti.

Caratteristiche del rapporto

METODOLOGIA → METODO/I → TECNICHE


  • nell’apprendimento i metodi e le tecniche vengono prima: conosciute le tecniche e i metodi è possibile “riflettere” sulla logica del metodo e delle tecniche;
  • nel patrimonio del ricercatore, i metodi e le tecniche possono sussistere anche in assenza della metodologia;
  • l’assenza totale di riflessione sui metodi e le tecniche (metodologia) impedisce l’evoluzione della disciplina.

Tipi di ricerca, di tecniche, di strumenti

Nella ricerca sociale è possibile individuare determinati:

  • Tipi di ricerca.
  • Tipi di tecniche.
  • Tipi di strumenti.

Tipi di ricerca o strategie

Procedure di costruzione, organizzazione e analisi dei dati adottati per un controllo empirico.

Tipi di tecniche di ricerca (e strumenti)

Tecniche: All’interno di una determinato tipo di ricerca consentono l’utilizzo di vari tipi di strumenti ciascuno dei quali ha delle specifiche modalità di analisi dei dati.

Strumenti: All’interno di una determinata tecnica consentono di collegare, empiricamente i referenti teorici e referenti empirici.


Due tipologie

Le tecniche e gli strumenti si possono distinguere sulla base:

  • dei paradigmi di riferimento, Positivista o Interpretativista;
  • del grado di perturbazione dell’oggetto.
Tipologia basata sui paradigmi positivista/Interpretativista

Tipologia basata sui paradigmi positivista/Interpretativista

Tipologia basata sul grado di perturbazione dell’oggetto

Tipologia basata sul grado di perturbazione dell'oggetto


I materiali di supporto della lezione

Marradi A.(1992), Il metodo come arte, in “Quaderni di Sociologia”, XL, 10, 1996, pp. 71-92.

Lazarsfeld P. F. e Rosemberg M. (1955),The language of social research, Glancoe, Free Press.

Bezzi C. e Palumbo M. (1995), Questionario e dintorni, Arnaud Gamma, Firenze

Federica- Corso di Metodologia e tecnica della ricerca sociale

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion