Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanna Aronne » 12.La morfologia esterna


Il cormo

Caratteristiche generali

  • Le piante superiori (cormofite) hanno tante forme e grandezze ma sono sempre costituite da tre organi: radici, fusto e foglie.
  • Tutte le altre strutture (per es. il fiore) derivano da una modificazione di uno, o più di uno, di questi organi.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.1

Campbell-Reece, Cap. 35

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita


L’apparato radicale

  • Il sistema radicale svolge le seguenti funzioni: a) ancoraggio delle piante al terreno e b) assorbimento dell’acqua e dei minerali
  • L’apparato radicale può essere a fittone o fascicolato
  • Esiste la possibilità di sviluppare radici non a partire dal periciclo radicale ma da altri organi; in questo caso le radici si dicono avventizie.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Scheda 5.5

Campbell-Reece, Cap. 35

Sistemi radicali fascicolato e a fittone

Sistemi radicali fascicolato e a fittone

Formazione di radici avventizie a livello del caule e del colletto di una pianta

Formazione di radici avventizie a livello del caule e del colletto di una pianta


L’apparato fogliare

  • La funzione principale della foglia è produrre sostanza organica attraverso la fotosintesi clorofillaiana.
  • Generalmente i normofilli sono costituiti da lamina, picciolo e base fogliare.
  • Le foglie possono essere classificate in base a diversi criteri: a) foglie semplici e foglie composte, b) forma della lamina; c) forma del margine; d) distribuzione delle nervature; e) disposizione sul fusto.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.7, 5.10

Campbell-Reece, Cap. 35

Parti fondamentali della foglia

Parti fondamentali della foglia

Foglie con lamina semplice o composta

Foglie con lamina semplice o composta


L’apparato caulinare

  • Il fusto ha la funzione di collegare le radici alle foglie attraverso il sistema vascolare e sostenere il peso della chioma.
  • Morfologicamente è costituito dall’alternanza di nodi (punti di inserimento delle foglie e delle gemme ascellari) ed internodi (tratti di fusto tra un nodo e quello successivo).
  • Lo sviluppo delle gemme ascellari permette la ramificazione del fusto e determina la forma della chioma.
  • Generalmente i fusti si accrescono verso l’alto; tuttavia, esistono cauli con accrescimento orizzontale che sviluppano sulla superficie del terreno (stoloni) o sotterranei (rizomi).
  • Il sistema caulinare comprende l’insieme di fusto, foglie e fiori (o frutti).

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.2

Campbell-Reece, Cap. 35

Fusti modificati: stoloni e rizomi

Fusti modificati: stoloni e rizomi

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita


Prossima lezione

Le metamorfosi

Metamorfosi di fusto, foglia e radice

  • Tuberizzazione
  • Succulenza
  • Spinificazione
  • Cirrazione
  • Piante insettivore e parassite

I materiali di supporto della lezione

Venturelli & Virli, Introduzione alla Botanica, Zanichelli, Bologna, 1995, Cap. 5

Campbell NA, Reece JB, Biologia. La chimica della vita e la cellula. Zanichelli, Bologna, 2004, Cap. 35

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion