Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Agraria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanna Aronne » 12.La morfologia esterna


Il cormo

Caratteristiche generali

  • Le piante superiori (cormofite) hanno tante forme e grandezze ma sono sempre costituite da tre organi: radici, fusto e foglie.
  • Tutte le altre strutture (per es. il fiore) derivano da una modificazione di uno, o più di uno, di questi organi.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.1

Campbell-Reece, Cap. 35

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita


L’apparato radicale

  • Il sistema radicale svolge le seguenti funzioni: a) ancoraggio delle piante al terreno e b) assorbimento dell’acqua e dei minerali
  • L’apparato radicale può essere a fittone o fascicolato
  • Esiste la possibilità di sviluppare radici non a partire dal periciclo radicale ma da altri organi; in questo caso le radici si dicono avventizie.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Scheda 5.5

Campbell-Reece, Cap. 35

Sistemi radicali fascicolato e a fittone

Sistemi radicali fascicolato e a fittone

Formazione di radici avventizie a livello del caule e del colletto di una pianta

Formazione di radici avventizie a livello del caule e del colletto di una pianta


L’apparato fogliare

  • La funzione principale della foglia è produrre sostanza organica attraverso la fotosintesi clorofillaiana.
  • Generalmente i normofilli sono costituiti da lamina, picciolo e base fogliare.
  • Le foglie possono essere classificate in base a diversi criteri: a) foglie semplici e foglie composte, b) forma della lamina; c) forma del margine; d) distribuzione delle nervature; e) disposizione sul fusto.

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.7, 5.10

Campbell-Reece, Cap. 35

Parti fondamentali della foglia

Parti fondamentali della foglia

Foglie con lamina semplice o composta

Foglie con lamina semplice o composta


L’apparato caulinare

  • Il fusto ha la funzione di collegare le radici alle foglie attraverso il sistema vascolare e sostenere il peso della chioma.
  • Morfologicamente è costituito dall’alternanza di nodi (punti di inserimento delle foglie e delle gemme ascellari) ed internodi (tratti di fusto tra un nodo e quello successivo).
  • Lo sviluppo delle gemme ascellari permette la ramificazione del fusto e determina la forma della chioma.
  • Generalmente i fusti si accrescono verso l’alto; tuttavia, esistono cauli con accrescimento orizzontale che sviluppano sulla superficie del terreno (stoloni) o sotterranei (rizomi).
  • Il sistema caulinare comprende l’insieme di fusto, foglie e fiori (o frutti).

Venturelli-Virli, Cap. 5, Par. 5.2

Campbell-Reece, Cap. 35

Fusti modificati: stoloni e rizomi

Fusti modificati: stoloni e rizomi

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita

Sistema dei fusti e delle radici di una cormofita


Prossima lezione

Le metamorfosi

Metamorfosi di fusto, foglia e radice

  • Tuberizzazione
  • Succulenza
  • Spinificazione
  • Cirrazione
  • Piante insettivore e parassite

I materiali di supporto della lezione

Venturelli & Virli, Introduzione alla Botanica, Zanichelli, Bologna, 1995, Cap. 5

Campbell NA, Reece JB, Biologia. La chimica della vita e la cellula. Zanichelli, Bologna, 2004, Cap. 35

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion