Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina e Chirurgia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Margherita Ruoppolo » 9.Principali coenzimi


Vitamine

  • Le vitamine sono composti organici che l’organismo non produce e devono essere introdotti con la dieta. Si dividono in due grandi categorie: idrosolubili e liposolubili.
  • La maggior parte delle vitamine idrosolubili svolgono importanti funzioni coenzimatiche.
  • Le vitamine idrosolubili possono essere eliminate con le urine se presenti in eccesso.
  • Il complesso delle vitamine B esplica la propria azione fisiologica solo dopo essere state trasformate nell’organismo nei corrispondenti coenzimi. I coenzimi derivanti dalle vitamine B sono riportati in Tabella 1.

Tabella 1. I coenzimi derivati dalle vitamine B

(tratto da “Biochimica Medica” di Siliprandi e Tettamanti ed. PICCIN)

Tabella 1. I coenzimi derivati dalle vitamime B

Tabella 1. I coenzimi derivati dalle vitamime B


Vitamina B3

  • Il NAD, nicotinamide adenindinucleotide è un derivato dell’acido nicotinico detto anche niacina, vitamina PP o vitamina B3. La struttura è riportata in Figura 1. Il NAD funge da coenzima nelle reazioni di ossidoriduzione biologiche (vedi lezione n. 10).
  • Di grande importanza è anche la forma fosforilata del NAD, indicata come NADP (Figura 1).
  • La niacina si trova nella carne, nelle uova e nel lievito.

Figura 1. Struttura del NAD (NADP).
Il NAD+, ed il suo analogo fosforilato NADP+ , possono essere ridotti a NADH e NADPH.(tratto da “Principi di biochimica” di A.L.Lehninger ed. Zanichelli)

Figura 1. Struttura del NAD (NADP)

Figura 1. Struttura del NAD (NADP)


Vitamina B1

  • La vitamina B1 o tiamina è il precursore della tiamina difosfato, utilizzata nelle reazioni di decarbossilazione ossidativa o per il trasferimento di unità bicarboniose. La struttura è riportata in Figura 2.
  • La tiamina è necessaria al metabolismo dei carboidrati.
  • La vitamina B1 si trova nei vegetali, nei cereali integrali, nei legumi, nella frutta oleosa, nel lievito e nella carne di maiale magra.

Figura 2. Tiamina pirofosfato
La tiamina pirofosfato, TPP è la forma coenzimatica della vitamina B1 , la tiamina.

(tratto da “Principi di biochimica” di A.L.Lehninger ed. Zanichelli)

Figura 2. Tiamina pirofosfato

Figura 2. Tiamina pirofosfato


Vitamina B2

  • La vitamina B2, detta anche riboflavina o lattoflavina, è il costituente dei gruppi prostetici FMN e FAD utilizzati nelle reazioni di ossido-riduzione biologiche (vedi lezione n. 10). La struttura è riportata in Figura 3.
  • La vitamina B2 si trova soprattutto nel latte.

Figura 3. Struttura del FMN e FAD.
I nucleotidi flavinici, FMN e FAD possono essere ridotti a FMNH2 e FADH2 accettando due elettroni.(tratto da “Principi di biochimica” di A.L.Lehninger ed. Zanichelli)

Figura 3. Struttura del FMN e FAD

Figura 3. Struttura del FMN e FAD


Vitamina B6

  • La vitamina B6 è il precursore del piridossalfosfato PLP, utilizzato nel metabolismo degli amminoacidi per reazioni di transaminazione, decarbossilazione e racemizzazione. La struttura è riportata in Figura 4.
  • La vitamina B6 si trova nei cereali integrali, nei legumi, nella verdura, nella frutta, nelle noci, nei semi e nelle uova.
Figura 4. Coenzima A

Figura 4. Coenzima A


Vitamina B12

  • I coenzimi derivanti dalla vitamina B12 sono la 5′-deossiadenosilcobalamina e la metilcobalamina.
  • La vitamina B12 è contenuta negli alimenti di origine animale, fegato, carne, latte ed uova.

Acido pantotenico e acido folico

  • Il coenzima A o CoA, la cui struttura è riportata in Figura 4, è una molecola complessa costituita da ADP legato alla vitamina acido pantotenico.
  • Il coenzima A origina l’acetil-coA che è un metabolita chiave nei diversi processi degradativi e biosintetici (vedi lezione n.10).
  • L’acido folico è un trasportatore di frammenti monocarboniosi. Esso è coinvolto nelle reazioni di metilazione, nella sintesi delle purine e degli acidi nucleici, nel metabolismo degli amminoacidi.

Figura 4. Coenzima A
Il Coenzima A è costituito da una molecola di ADP legata all’acido pantotenico. Il gruppo carbossile dell’acido pantotenico è legato ad un residuo di beta-mercapto etilamina.

(tratto da “Principi di biochimica” di A.L.Lehninger ed. Zanichelli)

Figura 4. Coenzima A

Figura 4. Coenzima A


Biotina

  • La biotina o vitamina H è utilizzata in molte reazioni di carbossilazione.
  • Cibi ricchi di biotina sono il fegato, rene e soprattutto tuorli d’uovo.

Prossima lezione

Concetti e disegni generali del metabolismo

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion