Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Gionata De Vico » 8.Fenomeni regressivi: La Necrosi.


La Necrosi

Morte cellulare“: cessazione irreversibile in una o più cellule, nel contesto di un organismo vivente, delle funzioni organizzate e coordinate che caratterizzano la propria individualità biologica.

Necrosi: comparsa di gravi alterazioni cellulari morfologicamente evidenziabili, che rapidamente subentrano alla morte cellulare. Non equivale alla morte cellulare ma è secondaria ad essa. Si dice: “È l’evidenziazione della avvenuta morte cellulare”.

Necrobiosi: è l’evento finale di una lunga storia di sofferenze, cioè una morte lenta e quindi caratterizzata dai segni evidenti di una regressione cellulare.

La Necrosi: le cause

Cause che agiscono provocando direttamente la denaturazione delle proteine: caldo, acidi e alcali forti, metalli pesanti;

Cause che distruggono meccanicamente o chimicamente le membrane cellulari: congelamento, tensioattivi, ecc.;

Inibitori di enzimi o sistemi enzimatici: molti tipi di veleni o sostanze tossiche (cianuro, dinitrofenolo, ecc.);

Cause che riducono o sopprimono la nutrizione cellulare: ischemia.

La Necrosi: le fasi

RER: degranulazione, dilatazione delle cisterne;
Golgi: dilatazione delle cisterne.
Mitocondri: rigonfiamento, frammentazione delle creste.
Lisosomi: vacuolizzazione e disintegrazione;
Alterazioni nucleari (tardive):

  1. Picnosi: consiste nell’addensamento della cromatina e nella coartazione del nucleo.
  2. Carioressi: consiste nella rottura della membrana nucleare preceduta dall’aggregazione della cromatina in masserelle discrete.
  3. Cariolisi: consiste nella dissoluzione della cromatina con membrana nucleare ±integra.

Necrosi coagulativa

Necrosi Coagulativa; focolai di aspetto opaco ed asciutto, bianco-grigiastro o giallastro, dovuto alla denaturazione e alla conseguente precipitazione delle proteine (“coagulazione”).

Talvolta (Tubercolosi) i focolai di necrosi sono secchi, friabili, giallastri simili al formaggio grattugiato (c.d. Necrosi caseosa – presenza di lipidi e di proteine plasmatiche coagulate).

Necrosi coagulativa (segue)

Necrosi coagulativa miocardio. Fonte: wikimedia

Necrosi coagulativa miocardio. Fonte: wikimedia


Necrosi coagulativa (segue)

Un particolare esempio di n. coagulativa è la c.d. Necrosi cerea (o n. di Zenker). Colpisce i muscoli, che appaiono di colore rosa pallido o grigiastro, e sono asciutti, opachi. Istologicamente la necrosi interessa solo dei segmenti di fibra, che si rigonfiano, mentre scompaiono le striature trasversali e la struttura fibrillare.

Cause: Malattie carenziali (es. vit. E e selenio), stati tossici.

Necrosi coagulativa (segue)

Teleosteo, muscolo: degenerazione tipo Zenker. Foto Prof. G. De Vico – dr.ssa F. Carella

Teleosteo, muscolo: degenerazione tipo Zenker. Foto Prof. G. De Vico - dr.ssa F. Carella


Necrosi colliquativa

Necrosi colliquativa: il tessuto morto va incontro a fenomeni di rammollimento e fluidificazione conseguenti alla attivazione di processi autolitici (intervento enzimi litici delle cellule morte) o eterolitici (intervento enzimi litici provenienti da batteri, macrofagi ecc.).

È tipica del sistema nervoso centrale, dove i focolai necrotici hanno quasi sempre origine ischemica. È presente anche nella mucosa gastro-intestinale e nel pancreas, tessuti molto ricchi di proteasi, rara nella cute.

Necrosi colliquativa (segue)

Teleosteo.rene: necrosi colliquativa della matrice emopoietica. (foto G. De Vico – F. Carella)

Teleosteo.rene: necrosi colliquativa della matrice emopoietica. (foto G. De Vico - F. Carella)


I materiali di supporto della lezione

Dianzani M.U., Dianzani I., Dianzani U.: Istituzioni di Patologia Generale - 4° edizione. UTET.

Robbins: Le basi patologiche delle malattie - 6° edizione. Editore - Piccin Nuova Libreria S.p.A.

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion