Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Enrico Rebeggiani » 5.Differenti tipologie di mercato e modelli di capitalismo


Quando il mercato fallisce: forme di mercato a concorrenza imperfetta

Fallimenti del mercato:

In economia, un fallimento del mercato è una situazione in cui i mercati non organizzano la produzione in maniera efficiente, o non allocano efficientemente beni e servizi ai consumatori.

Una concorrenza non perfetta limita la capacità del mercato di allocare le risorse in maniera efficiente, causandone il fallimento.

Risorse:

Strutture di mercato subottimali: il monopolio

Il Monopolio

  • Il monopolio è una forma di mercato dove un unico venditore offre un prodotto o un servizio per il quale non esistono sostituti stretti (monopolio naturale) oppure opera in ambito protetto (monopolio legale, protetto da barriere giuridiche).

Situazioni di monopolio:

  • Esclusività sul controllo di input essenziali.
  • Economie di scala, laddove la curva del costo medio di lungo periodo è decrescente.
  • Esistenza di brevetti e licenze.

Risorse:

  • La voce “Monopolio” in Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2007.

Strutture di mercato subottimali: il monopsonio

Il Monopsonio

Monopsonio è una forma di mercato in cui mentre l’offerta è frammentata in un numero indefinito di operatori, la domanda è concentrata in un unico operatore.

Situazioni di monopsonio:

Una grande azienda industriale può creare un distretto di piccole aziende che la forniscono di componenti, ma che hanno per definizione un unico e solo acquirente. In questa situazione può decidere se e in quali quantità acquistare il prodotto o servizio di cui è l’unico acquirente, e fissare il prezzo in modo da massimizzare la propria funzione di profitto.

Strutture di mercato subottimali: l’oligopolio

L’oligopolio

  • L’oligopolio è una forma di mercato con pochi ma importanti venditori, ognuno dei quali sa che ogni sua decisione avrà influsso sulle decisioni della concorrenza.
  • le imprese in un mercato oligopolistico hanno la possibilità di adottare comportamenti di tipo strategico, ossia di effettuare le proprie decisioni di produzione o prezzo in funzione delle scelte delle imprese concorrenti.
  • Questa caratteristica dà adito a una maggiore varietà di possibili comportamenti, che si traduce nel gran numero di modelli di oligopolio proposti dalla teoria economica.

Risorse:

Stato e mercato: la regolazione politica dell’economia

La regolazione del mercato:

Stato e mercato come poli estremi di un continuum:

  • Il polo dell’economia pianificata: pura economia di redistribuzione in epoca contemporanea, come ad esempio l’economia socialista, basata sulla proprietà statale dei mezzi di produzione e sulla destinazione delle risorse tramite decisioni politiche e amministrative.
  • Il polo di puro mercato: l’economia del laissez-faire in cui l’intervento dello stato è limitato al minimo e riguarda le condizioni generali, perché il gioco economico si possa svolgere con il meno possibile di vincoli.

Problemi di efficienze e di equità del mercato e l’intervento pubblico

Il mercato lasciato a se stesso non raggiunge una piena efficienza ed è incapace di risolvere problemi di equità, relativi a evidenti disparità nella ripartizione dei costi e dei vantaggi economici.

  • Il governo dell’economia: le politiche economiche possono intervenire nelle situazioni di equilibrio economico senza il pieno impiego dei fattori della produzione (per esempio le politiche keynesiane).
  • I sistemi di protezione sociale: lo stato interviene, secondo il principio della redistribuzione, partendo dall’idea che ci sono persone che non sono in grado di comprare dal mercato beni e servizi di cui hanno bisogno.

Assetti istituzionali e differenti modelli di capitalismo nazionali

Regimi di Welfare Capitalism:

I regimi di regolazione si definiscono come insiemi relativamente coerenti e stabili di regole di vita e di fenomeni culturali:

  • Modello liberale (Stati Uniti)
    • variante individualistica semi-welfarista (UK)
  • Modello socialdemocratico (Svezia, Danimarca)
  • Modello conservatore (Francia)
    • variante conservatrice istituzionalista (Germania)
    • variante familistica (Italia, Spagna)

Conclusioni: I fallimenti e le inefficienze dei mercati reali

Fallimenti del mercato:

  • I mercati reali sono caratterizzati da forme di concorrenza imperfetta.
  • I mercati in certe condizioni si strutturano in forme subottimali.
  • Le principali forme subottimali di mercato sono il monopolio, l’oligopolio, il monopsonio, l’oligopsonio.

Inefficienze del mercato:

Lo stato interviene a regolare l’economia e il mercato per ridurre le inefficienze e le iniquità.

Prossima lezione

Lavoro, occupazione, mercato del lavoro e contrattazione collettiva

Elementi per l’analisi del mondo della produzione:

  • Il lavoro, l’occupazione e l’impresa.
  • Il mercato del lavoro.
  • I sindacati, le relazioni industriali e la contrattazione collettiva.

Le lezioni del Corso

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion