Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 2.Anestesia: canoni e finalità dell'arte


Canoni

Nel 1952 alcuni Autori (Gray e Reese: British Medical Journal) proposero che l’Anestesia Generale è composta da 3 effetti:

  • Narcosi
  • Analgesia
  • Rilasciamento muscolare e scomparsa dei riflessi

L’Anestesia Veterinaria include:

  1. Metodi per rendere i pazienti animali insensibili al dolore durante manovre chirurgiche, ostetriche e mediche.
  2. Il supporto delle funzioni vitali durante lo stress dell’anestesia e della chirurgia
  3. Il trattamento di pazienti privi di coscienza.
  4. L’induzione di un rilasciamento muscolare adeguato alla procedura.
  5. Il trattamento di pazienti in condizioni critiche (terapia intensiva).
  6. Il trattamento del dolore acuto e cronico.
  7. La rianimazione cardio-polmonare e cerebrale.
  8. Il trattamento clinico di squilibri idrici, elettrolitici e metabolici.
  9. Il controllo delle convulsioni.
  10. Il contenimento farmacologico e l’immobilizzazione di animali selvaggi ed esotici.

Storia dell’anestesia

Prime evidenze

  • Egitto (Craniotomie, Ortopedia…)
  • Oppio (Omero: Sopore di Caronte)
  • Narcotici
  • Alcool
  • Asfiddia
  • Compressione delle carotidi

Albori

1540: Paracelso (Valerius Cordus) isola l’Etere solforico e ne segnala l’effetto soporifero nel pollo.

Pionieri

1771 – Priestley scopre l’Ossigeno (O2).

1794 – Davy scopre le proprietà analgesiche del Protossido d’Azoto (N2O).

1806 – Serturner isola la Morfina dall’Oppio.

1818 – Faraday scopre le proprietà narcotiche del vapore di etere.

Storia

1824 – Hikman esegue le prime operazioni indolori su animali anestetizzati con CO2.

1828 – Viene isolato il Cuaro dalle frecce avvelenate degli indiani del Sud America (16° secolo).

1831- Latta domina lo Shock con soluzione fisiologica endovena.

1831- Liebig, Guthrie e Soubeiran scopono, indipendentemente l’uno dall’altro, il Cloroformio.

Storia

1831 – Viene isolata l’Atropina.

1835 – Sewell tratta due casi di tetano nel cavallo mediante Curaro.

1840 – Claude Bernard esegue gli studi sull’effetto del Curaro su preparati nervo-muscolo.

1842 – Clark e Long somministrano l’etere.

Storia

1844 – Wells somministra l’ N2O per estrazioni dentali e viene condannato come eretico.

1845 – Morton dimostra le proprietà anestetiche dell’etere – Liston impiega l’etere in chirurgia.

1847 – Fluorens descrive l’azione anestetica del Cloroformio negli animali.

Storia

1853 – Pravas e Wood inventano la siringa e l’ago cavo per le iniezioni.

1854 – Dadd impiega l’anestesia clinica negli animali ed invoca per essi un trattameto umanitario.

1860 – Newmann purifica la Cocaina.

1868 – Andrews fa la prima miscela O2-N2O.

Storia

1869 – Trenderemburg somministra anestetici attraverso una apertura tracheale.

1872 – Orè ottiene anestesia endovenosa mediante Cloralio Idrato.

1878 – Maceven esegue la prima intubazione oro-tracheale.

1882 – Freund isola il Ciclopropano.

Storia

1884 – Koller esegue la prima anestesia coneale con soluzione di Cocaina all’1%.

1885 – Halsted esegue la prima analgesia tronculare del nervo mandibolare con Cocaina.

1885 – Corning esegue la prima anestesia spinale nel cane mediante cocaina.

1895 – Kirstein disegna e realizza il primo laringoscopio.

Storia

1901 – Cullie esegue l’anestesia epidurale nei grandi animali.

1903 – Fisher e Mering sintetizzano il primo composto barbiturico: il Veronal.

1905 – Einhorn sintetizza la Procaina (Novocaina).

Storia

1910 – Mac Kesson crea la prima macchina d’anestesia a flussi di gas controllati.

1915 – Jackson usa per la prima volta la calce sodata.

1921 – Magill sviluppa l’impiego dei moderni tubi per l’anestesia inalatoria.

1928 – Viene sviluppato il primo circuito chiuso.

Storia

1930 – Viene sintetizzato il Pentobarbital.

1934 – Viene sintetizzato il Tiopentale Na

1930 – Waters introduce il Ciclopropano nella pratica clinica.

1942 – Griffith e Johnson impiegano il curaro e realizzano l’anestesia bilanciata

Storia

1947 – Burnstein impiega la novocaina endovena, per trattare le aritmie ventricolari

1950 – Carpenter sintetizza le prime Fenotiazine

1951 – Suckling descrive la sintesi dell’Alotano.

1958 – Artusio descrive l’impiego clinico del Metossiflurano.

Storia moderna

ANNI 60

  • Saffan(Altesin)
  • Cicloesamine (anestesia dissociativa)
  • Xilazina

Teorie dell’anestesia

I meccanismi dell’anestesia restano tutt’oggi sconosciuti!

Effetti degli anestetici: (centrali, periferici, sistemici!)

Azioni sul s.n.c. (depressione!), ma anche sugli apparati:

  • cardiovascolare
  • musolo-scheletrico
  • epatico
  • renale
  • endocrino
  • ematopoietico

Sostanze eterogenee

Struttura chimica diversa

  • idrocarburi
  • eteri
  • alogenati
  • gas nobili

Teoria colloidale

= coagulazione del protoplasma

(Claude Bernard)

Teoria dei lipidi

Tessuto nervoso e liposolubilità degli anestetici

Fosfolipidi? = diversa solubilità

Altre teorie

  • Teoria della permeabilità di membrana (alterata dagli anestetici)
  • Teorie biochimiche (metabolismo cellulare)
  • Teorie neurofisiologiche (inibizione della trasmissione sinaptica)
  • Teorie fisiche (attrazione tra le molecole di anestetico e le molecole del sistema nervoso)

Conclusione

  • Solo alcune sostanze anestetiche aderiscono a ciascuna teoria.
  • Nessuna teoria si adatta a tutte le sostanze anestetiche!

Effetti degli anestetici

  • Perdita della coscienza
  • Stato di coscienza: (propriocezione + esterocezione)
  • Anestesia: perdita della sensibilità e della risposta agli stimoli (perdita del tono muscolare, dell’equilibrio della propriocezione e dell’esterocezione.)
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion