Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Medicina Veterinaria
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Giovanni Vesce » 4.Preanestesia: visita pre-anestetica, medicazione pre-anestetica


I tempi dell’anestesia

Gestione di un caso clinico

  1. Approccio al caso (visita pre-anestetica: “strategia”)
  2. Premedicazione
  3. Terapia del dolore (peri-intra-post-operatoria)
  4. Induzione
  5. Mantenimento
  6. Risveglio
  7. Terapia post – operatoria (analgesica, antibiotica, antinfiammatoria …)
  8. Cure post – operatorie (immobilità, alimentazione, ricovero……)

Visita pre – anestetica

“Esame clinico del paziente” e valutazione del “grado di rischio anestesiologico” (classe ASA)

Indicazioni dell’anestesia

  • Chirurgia?
  • Esami strumentali?
  • Esame clinico?
  • Contenimento farmacologico?
  • Cattura di animali selvaggi o non addomesticati

Anamnesi

  • Remota ( pregresse malattie)
  • Prossima (gravidanza, stomaco pieno,…)
  • Grandi funzioni organiche (alterazioni)
  • Terapie in atto (esteri fosforici, aminoglicosidi, digitale, insulina)
  • Precedenti anestesie …
  • Annotare in cartella!!!

Segnalamento

  • Specie
  • Razza
  • Sesso
  • Età
  • Lavoro
  • Mantello
  • Peso (gm)

E. O. G.

  • Sviluppo scheletrico
  • Stato di nutrizione
  • Stato di idratazione
  • Stato del sensorio
  • Temperamento

Rilievi oggettivi

T. P. R.

  • Temperatura
  • Frequenza cardiaca
  • Frequenza respiratoria

Mucose apparenti

  • Colore, caratteri
  • T.R.C.

E. O. P. :

  • Apparato respiratorio
    • + X grafie, esami funzionali…
  • Apparato cardio-circolatorio
    • + ECG, eco., X grafie, esami funzionali…
  • S.N.C. (valutazione neurologica)

Vie aeree

  • Struttura
  • Pervietà
  • Affezioni
  • Disponibilità

Analisi cliniche

  • Ematocrito ! ! ! (sempre)
  • Emocromo completo
  • Funzionalità renale
  • Funzionalità epatica
  • Quadro S. Proteico
  • Esami speciali (elettroliti, emogas, …)
Lettura ematocrito
Inserimento catetere endovenoso

Valutazione dell’intervento

  • Invasivo?
  • Sede?
  • Durata?
  • Innervazione?
  • Emorragie ?

Classi di Rischio (1-5) Anestesiologico ASA

American Society of Anesthesiologists (1964)

Basato sull’esame clinico e sulle indagini collaterali, l’attribuzione dello “status ASA” (classe di rischio) è un dovere!

  • Esprime la prognosi anestesiologica
  • E’ influenzata dall’esperienza dei clinici

1a Classe di Rischio

Animali che non presentano malattie organiche, o con malattie localizzate e senza ripercussione sistemiche.

Chirurgia elettiva, O.Ist., Castrazione, …

2a Classe di Rischio

Animali con lievi o modici disturbi sistemici, associati o non al problema chirurgico e che alterano poco l’attività normale e l’equilibrio fisiologico generale

Situazioni clinicamente non rilevabili: es.

Lieve disidratazione, obesità, soggetti con fratture semplici, tumori cutanei, …

3a Classe di Rischio

Animali con lievi o modici disturbi sistemici, associati o non al problema chirurgico, che interferiscono con la normale attività del paziente:

Febbre, anemia, ipovolemia, cachessia, nefrite compensata, insufficienza valvolare …

4a Classe di Rischio

Animali con gravi disturbi sistemici, associati o non al problema chirurgico, che interferiscono seriamente con la normale attività del soggetto e che costituiscono una minaccia di vita.

  1. Il soggetto non è in grado di compensare il problema.
  2. L’intervento è indicato per salvargli la vita. es.

Torsione gastrica, rottura della vescica, strozzamento erniario, uremia, tossiemia, grave anemia…

5a Classe di Rischio

Animali moribondi…

Animali moribondi…


Scelta della tecnica anestesiologica

  • Sedazione
  • Analgesia (loco-regionale, sistemica …)
  • T.I.V.A.
  • A. inalatoria
  • A. bilanciata
  • Ventilazione controllata
  • Risveglio (rischi connessi)

Scelta delle soluzioni infusionali

  • Cristalloidi
  • Collodi
  • Plasma
  • Sangue intero
Lettura proteine totali

Lettura proteine totali


Medicazione pre-anestetica

  • Preanestesia
  • Premedicazione
  • Sedazione

Indicazioni

  1. Ridurre paura e apprensione
  2. Ridurre il dolore
  3. Facilitare l’induzione
  4. In aggiunta all’anestesia regionale
  5. Minimizzare effetti indesiderati
  6. Potenziare gli anestetici generali
  7. Rendere il risveglio graduale

Dosaggio dei Farmaci

  • Peso
  • Sensorio
  • Aggressività
  • Anemia
  • Idratazione
  • Patologie in atto
  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion