Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Silvana Cavella » 36.Presentazione e risoluzione di problemi relativi all'estrazione solido - liquido I


“Esempio A”

Calcolo della percentuale di olio estratto in un estrattore singolo

  • Per calcolare la percentuale di olio estratto bisogna scrivere i bilanci di materia, totale sul soluto e sul solvente, tener conto che lo stadio è considerato uno stadio di equilibrio, considerare la definizione di rapporto di imbibizione.
  • Risolvendo il sistema di equazioni si ottiene la quantità e la composizione dell’estratto e dei solidi esausti. (“Esempio A” in ‘Materiali di supporto’).

“Esempio B”

Calcolo della percentuale di olio estratto per un’estrazione condotta in due fasi

  • L’operazione è condotta in un estrattore singolo, raggiunto l’equilibrio si rinnova il solvente.
  • Per la prima fase di estrazione bisogna scrivere i bilanci di materia totale, sul soluto e sul solvente, calcolando la quantità di estratto, di solidi esausti e le rispettive concentrazioni.
  • Per la seconda fase la procedura si ripete identicamente, tenendo conto che la matrice esausta della prima fase diventa alimentazione per la seconda (“Esempio B” in ‘Materiali di supporto’).

“Esempio 1″

Calcolo del numero di lavaggi per dissalare un prodotto tenuto in salamoia

  • Si calcola prima la quantità totale di sale da rimuovere.
  • Poi, per ogni lavaggio si calcola la concentrazione di equilibrio, correggendola successivamente per quelle che sono le reali condizioni raggiunte nel recipiente.
  • Si calcola, quindi, la quantità di sale rimossa se essa è uguale alla quantità totale da allontanare l’operazione si interrompe, altrimenti si prosegue con un altro lavaggio . (“Esempio 1″ in ‘Materiali di supporto’).

“Esempio 2″

Calcolo della quantità di soluto nell’estratto finale, per un estrazione condotta in più fasi

  • Ogni fase dell’estrazione è da trattare come stadio singolo di equilibrio.
  • Per ciascuna di esse bisogna scrivere i bilanci di materia,totale sul soluto e sul solvente, e la condizione di equilibrio.
  • Solo quando si sono calcolate portata e composizione dell’estratto e dei solidi esausti della prima fase del primo recipiente si può passa re ad analizzare le altre due fasi. (“Esempio 2″ in ‘Materiali di supporto’).

Considerazioni conclusive

Estrazione solido-liquido

Analisi di un estrattore a singolo stadio

  • I problemi proposti e risolti in questa lezione sono solo degli esempi di analisi delle condizioni di processo per l’estrazione condotta con il metodo del singolo stadio per calcolare la portata e la composizione dell’estratto e della matrice esausta.
  • Per una migliore comprensione dell’argomento si consiglia di fare tutti i problemi proposti (“Problemi estrazione” in ‘Materiali di supporto’).

Prossima lezione

Estrazione solido-liquido: Dimensionamento di un estrattore a stadi multipli

  • Estrattori stadi multipli in controcorrente
  • Modellazione matematica degli estrattori a stadi multipli in controcorrente

Le lezioni del Corso

I materiali di supporto della lezione

Esempio 1

Esempio 2

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion