Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Lettere e Filosofia
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Marisa Squillante » 24.Il modello di perfezione classica e il mito nella poesia di Claudiano


Claudio Claudiano biografia

Nato verso il 370 a Alessandria d’Egitto.

Va a Roma nel 395 e, poi, a Milano alla corte di Onorio.

Amico di Stilicone.

Morì verso il 404.

Opere

  • Per l’imperatore Onorio.
  • Per Stilicone.
  • Poemi epici a carattere mitologico.

Per l’imperatore Onorio

  • Tre panegirici in versi.
  • De nuptiis Honorii et Mariae epitalamio per il suo matrimonio con la figlia di Stilicone.

Carmi per Stilicone

Carmi per Stilicone

  • De bello Gildonico.
  • Laus Stilichonis.
  • De bello Getico.
  • Laus Serenae (per la moglie di Stilicone).

Poemi epici a carattere mitologico

  • Gigantomàchia ripresa in latino di un’opera giovanile in greco.
  • De raptu Proserpinae sul ratto di Proserpina da parte del dio degli Inferi.

Scritti satirici

Due invettive, ciascuna di due libri:

in Rufinum e In Eutropium, due potenti funzionari di Arcadio, imperatore d’Oriente, nemici di Stilicone.

De raptu Proserpinae

Il racconto pone al centro il rapimento di Proserpina da parte del dio Plutone:

  • I libro: ira del dio perché non ha discendenza;
  • II libro: rapimento;
  • III libro: decisione di Giove di rinnovare la vita umana attraverso il lavoro della terra.

Il ratto di Proserpina di Luca Giordano

Il ratto di Proserpina di Luca Giordano. Fonte: Wikipedia

Il ratto di Proserpina di Luca Giordano. Fonte: Wikipedia


Stile e lingua

  • Ripresa di modelli classici.
  • Importanza formativa della letteratura alessandrina.
  • Notevole capacità descrittiva anche delle piccole cose.
  • Influssi epici nella poesia dei panegirici con ripresa di topoi come concili divini, necromanzie.
  • Echi lingistici lucanei.
  • Aggressività satirica di Giovenale.

Il mito

  • Strumento per raggiungere la fama.
  • Difesa del proprio paganesimo.
  • Nel caso del racconto di Proserpina evidenti suggestioni orfiche.
  • Non riconducibile a semplice gioco letterario.

Un esempio significativo di come Claudiano si serva del mito è dato dalla lode di Stilicone, celebrata nel l. I dell’in Rufinum, vv. 273ss. La scena è costruita con una crescente amplificatio realizzata attraverso una serrata giustapposizione di miti: Qua dignum te laude feram, qui paene ruenti / lapsuroque tuos umeros obieceris orbi?/…/ Inachius rubro perhibetur in aequore Perseus / Neptuni domuisse pecus, sed tutior alis:/ te non pinna vehit; rigida cum Gorgone Perseus:/ tu non vipereo defensus crine Medusae;/ illum vilis amor suspensae virginis egit:/ te Romana salus…

Giudizi critici

  • Portavoce vigoroso della reazione aristocratica romana.
  • Poeta d’occasione.
  • Subisce il fascino dell’Imperium e della sua grandezza e perciò diviene auctor di Rutilio Namaziano.

I materiali di supporto della lezione

Tavola cronologica

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion