Vai alla Home Page About me Courseware Federica Living Library Federica Federica Podstudio Virtual Campus 3D Le Miniguide all'orientamento Gli eBook di Federica La Corte in Rete
 
I corsi di Architettura
 
Il Corso Le lezioni del Corso La Cattedra
 
Materiali di approfondimento Risorse Web Il Podcast di questa lezione

Riccardo Florio » 10.Applicazione delle proiezioni ortogonali a una architettura minima III


Sezione verticale: operazioni e astrazioni

Sezione verticale trasversale: individuazione dell’area sezionata, immagine realistica e convenzionale

Sezione verticale trasversale: individuazione dell'area sezionata, immagine realistica e convenzionale


Prospetto: operazioni e astrazioni geometriche

Prospetto laterale: piano di proiezione esterno all’oggetto; rappresentazione grafica convenzionale

Prospetto laterale: piano di proiezione esterno all'oggetto; rappresentazione grafica convenzionale


Prospetto: operazioni e astrazioni geometriche

Prospetto frontale: piano di proiezione esterno all’oggetto; rappresentazione grafica convenzionale

Prospetto frontale: piano di proiezione esterno all'oggetto; rappresentazione grafica convenzionale


Scelta della posizione del piano di sezione

In sintesi, le piante di copertura e i prospetti servono a descrivere l’aspetto esteriore dell’oggetto da rappresentare, mentre le sezioni orizzontali o piante e quelle verticali, la configurazione interna del corpo dell’oggetto.

E’ importante porre in evidenza che, mentre nel caso di piante delle coperture e prospetti la posizione del piano di proiezione, purché esterna all’oggetto, può essere scelta a qualunque distanza da esso e non influisce sul risultato, nel caso di sezioni orizzontali o verticali tale posizione risulta determinante.

Per consuetudine, negli edifici, la posizione del piano orizzontale per la determinazione della pianta si colloca a una quota intorno a 1,20 m dal pavimento del livello in esame, in maniera da intercettare i vani finestra.

Il posizionamento di detto piano a una quota troppo alta, per esempio al di sopra delle architravi delle aperture, sarebbe in genere poco descrittivo della globalità dell’oggetto da rappresentare.

Pianta eseguita al di sopra delle architravi

Pianta eseguita al di sopra delle architravi

Rappresentazione secondo le convezioni grafiche consuete

Rappresentazione secondo le convezioni grafiche consuete


Scelta della posizione del piano di sezione

Una posizione non convenzionale del piano di sezione è ammissibile e necessaria nel caso di configurazioni architettoniche particolari; spesso questa diventa una esigenza nella rappresentazione di architetture contemporanee o, anche nel caso di architetture tradizionali per descriverne alcune peculiarità.

Sezione orizzontale (pianta) eseguita sul tetto a falda dell’edificio in esame

Sezione orizzontale (pianta) eseguita sul tetto a falda dell'edificio in esame

Rappresentazione secondo le convezioni grafiche consuete

Rappresentazione secondo le convezioni grafiche consuete


Le lezioni del Corso

  • Contenuti protetti da Creative Commons
  • Feed RSS
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Facebook
  • Segnala su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
Progetto "Campus Virtuale" dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, realizzato con il cofinanziamento dell'Unione europea. Asse V - Società dell'informazione - Obiettivo Operativo 5.1 e-Government ed e-Inclusion